Lunga vita all’alternatore: consigli per evitare spiacevoli inconvenienti

alternatore auto

L’alternatore di un’auto ha il compito di generare energia elettrica, indispensabile per il corretto funzionamento del motore, dell’impianto di illuminazione e degli accessori interni ed esterni.

Senza alternatore, la batteria della nostra macchina avrebbe vita breve. Per questo motivo la sua puleggia, viene collegata mediante una cinghia in gomma all’albero motore.

Lo scopo della batteria è di rifornire energia elettrica, ma solo per un breve periodo di tempo. Una volta acceso il motore, le due pulegge (albero motore/alternatore) iniziano a ruotare contemporaneamente permettendo all’alternatore di iniziare il suo lavoro, compreso quello di ricaricare la batteria.

Ogni giorno notiamo delle auto che rimangono in panne e occorre metterle in moto collegando la batteria con dei morsetti a un generatore di corrente o direttamente a un’altra auto.

Esistono delle vetture che hanno le luci di posizione che rimangono accese, anche una volta estratta la chiave dal blocchetto. Lasciando queste luci accese per tutta la notte scarichiamo la batteria.

Stessa cosa accade con la radio, le quattro frecce altri accessori in grado di assorbire energia dalla batteria.

Fornendo corrente elettrica dall’esterno, è possibile rimediare a questo genere di inconveniente, facendo sempre attenzione a dove e come colleghiamo i morsetti tra una batteria e l’altra.

Una volta messa in moto la macchina, l’alternatore inizia a rifornire la batteria di energia che viene immagazzinata.

Su molte vetture di ultima generazione è sconsigliato collegare le batterie o mettere in moto la macchina spingendola. C’è il rischio di danneggiare la centralina e catalizzatore. La cosa migliore da fare è chiamare un meccanico che, una volta smontata la batteria, la rimette in carica in officina.

L’alternatore è soggetto ad usura. La sua struttura è formata da un corpo fisso denominato statore e una parte mobile chiamata rotore.

All’interno di entrambe sono posizionati dei conduttori elettrici che formano due circuiti, dove uno crea il campo magnetico e l’altro diventa una sede di forza elettromotrice indotta.

Il tutto gira attorno a dei cuscinetti soggetti a usura. Per questo motivo si cerca di non tendere troppo la cinghia che collega alternatore e albero motore, l’eccessiva tensione può danneggiare i cuscinetti prima del previsto.

Un alternatore può durare una vita, ma come abbiamo visto esistono dei presupposti che ne possono compromettere la durata nel tempo. Una cinghia troppo tesa può danneggiare i cuscinetti e gli sbalzi di tensione possono bruciare lo statore.

Un meccanico in gamba durante la sostituzione delle cinghie, controlla sempre lo stato delle pulegge, perché spesso basta farle girare a mano per capire se sono bloccate o se emettono rumori strani.

Condividi l'articolo

Facebook
LinkedIn
Twitter
Email
Telegram
WhatsApp

Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?

Cerchi qualcosa in particolare? Inserisci il termine di ricerca qui in basso

 

Vuoi contribuire al contenuto di questo articolo? Oppure vuoi farci delle domande?

 

Scrivi qui sotto il tuo commento.

Ti risponderemo entro 24 ore! (escluso festivi)

 

194 commenti su “Lunga vita all’alternatore: consigli per evitare spiacevoli inconvenienti”

  1. Salve sig. Giuliano, le vorrei porre un quesito.
    Il meccanico ha montato sulla mia porsche boxster un alternatore a 150 hamper invece di 120 (come quello che c’era prima) . A distanza di 2 giorni, è saltata la centralina. Secondo lei è stato possibile che l’alternatore ha bruciato la centralina, visto l’amperaggio maggiore?
    Grazie
    Ivan Rizzuto

          1. La risposta e’ inesatta in quanto e’ improbabile, a scuola si insegna che se si sa si risponde altrimenti si risponde “non lo so”. Comunque questo articolo e’ di utilita’ pratica pressoche’ nulla poiche’ non si svela nulla su un eventuale discorso manutenzione/riparazione..

    1. Salve
      assolutamente no perché l’allenatore funziona ad assorbimento ossia mettiamola cosi: lui può erogare fino a un massimo di 150 ampere ma se un qualsiasi elemento ne assorbe 2 di ampere lui gliene fornirà solo quei 2.
      Montare un alternatore maggiorato è un ottima idea, sempre.
      Probabilmente la rottura della centralina è dovuta al ponte che le hanno (sicuramente) fatto con altra batteria per poterla mettere in moto e portarla in officina.

  2. salve,ho(mi madre) una ford fiesta del 99 1.3 5porte.andando per accenderla non parte es ento ticchettio da un rele e toccando il motorino sento gli impulsi ma il motorino non gira,pensando fosse il motorino andato mi sono recato da un demolitore con il campione e ho preso un altro motorino,lo monto e giro il quadro e poi come prima,ticchetico dal rele ma non gira nulla.puo essere che il demolitore mi a dato un motorino andato?penso li controllino prima.grazie per le sue risposte

    1. Giuliano Cosimetti

      @Cristian, chiede al demolitore se controllano il materiale elettrico prima di venderlo (anche se non credo) e in caso senti anche un elettrauto per vedere se c’è qualche interruzione di corrente dal blocchetto della messa in moto.

      1. ma non penso si un problema di blocchetto in quanto sento l’impulso nel motorino,cmq oggi ho ripulito quello vecchio perchèè impregnato di olio ecc ecc all’interno e prima gira ma lentamente ora gira come di deve.grazie per la tua risposta..gentilissimo

  3. Buongiorno Sig. Giuliano.
    Ero in autostrada a 120km/h quando si è accesa la spia della batteria della mia Lybra 1.9 jtd e ho appena fatto in tempo a entrare in un autogrill; dopodiché non si è più acceso il quadro.
    La macchina ha 97.000Km e poco più di 7 anni.
    Lunedì mi diranno cosa si è rotto, penso si possa essere rotto l’alternatore, ma era già stato cambiato (con uno nuovo non originale) in agosto 2011 a 70.000Km dopo 5 anni!
    In genere quanto dura un alternatore? Cos’altro può essere?
    Oltretutto avevo cambiato da poco la batteria ed ora che si è scaricata completamente non penso riuscirà ad durare bene ancora..

    1. Giuliano Cosimetti

      @Francesco, potrebbe essere l’alternatore. In precedenza hai messo uno revisionato? La batteria puoi farla rimettere in carica, con il nuovo alternatore (ammesso che sia la causa del problema) si riprenderà definitivamente.

      1. No, era nuovo di marca Marelli (258€ ivato), solo non era quello originale previsto per la Lybra, pagato 330€ ivato manodopera inclusa in agosto 2011.

      2. Mi hanno detto che la batteria è andata completamente e che c’era un corto da qualche parte dato che sono saltati i fusibili sopra.
        Ha smontato l’alternatore e la piastra diodi non funziona, solo che nessuno fa un ricambio di quella piastra.
        Perciò mi tocca cambiare tutto l’alternatore dopo 2 anni e 1/2, con uno nuovo Marelli a 270€ ivato (nuovo Fiat (sempre Marelli) costerebbe 551€…) e anche una batteria nuova!

        Da che cosa sia stato creato il corto non lo sa: la batteria che ha fatto saltare l’alternatore o viceversa o …?
        Non è che magari il difetto si ripresenterà, dato che non è riuscito a capire il motivo…?

        Mah, certo che 258+270€ di alternatori in 2 anni e 1/2 per 25000km…..

        1. Giuliano Cosimetti

          @Francesco, uno volta montato tutto falla controllare bene in officina per vedere se ci sono dispersioni o particolari in corto.

    2. Non me ne intendo ma ho letto qualcosa a riguardo, le batterie possono andare in corto prima di una normale durata di vita facendo cosi’ penso andare in corto pure l’alternatore, consiglio: cambia marca di batteria e non lesinare, usa marchi con cui altri si son trovati bene e di lungo corso non quelli mai sentiti. Sarebbe interessante sapere se esiste un fusibile a protezione dell’uscita dell’alternatore, altrimenti sarebbe buono metterlo.

      1. Solitamente le batterie vanno in corto quando iniziano ad avere un po’ di anni. Se capita prima dei due vuol dire che evidentemente non sono di qualità. Bisogna fare sempre attenzione a cosa si acquista, perché spesso troviamo offerte imperdibile su batterie che hanno già qualche anno di deposito in magazzino.
        Ultimamente gli alternatori tendono a rompersi nn tanto all’interno del sistema che genera corrente ma proprio sui cuscinetti dove gira l’albero della puleggia. Esistono in commercio alternatori di qualità tipo Bosch, Valeo, Magneti Marelli. Troviamo anche alternatori rigenerati (qui tocca fare molta attenzione a chi li rigenera). Poi ci sono anche marche poco conosciute che sinceramente non consiglio.e

        1. La Magneti Marelli fatta in Cina ve la sconsiglio veramente,ma non perche fatte in Cina,non li fanno più di qualità,pezzi di ricambio “Era”,Bosch Gate arrivano come Johnson Electric che lavora per la Ford,Bmw… ad Asti Piemonte poi mandate in Germania/estero come made in Italy,fatte in Cina ve lo dico perche ritiravo della merce a Malpensa e la portavo ai depositi!,loro mettono il marchio made in Italy…

          1. Cristian, tutti i produttori ormai hanno la produzione in Cina, poi ci sono discorsi legati ai controlli di qualità.
            Per tua informazione Marelli (come anche UFI) hanno delle linee di produzione del gruppo in Cina…non comprano immondizia per venderla poi con il loro marchio.

  4. Buongiorno Sig. Giuliano

    per risparmiare,ho comprato un alternatore nuovo,pero senza frizione,cosi ho cambiato il mio,e mi sono accorto che il mio ha la frizione.lei cosa mi consiglia?e grave? GRAZIE

    1. Giuliano Cosimetti

      @Matzal, dovete sempre acquistare i ricambi con gli stessi codici o alternativi ma compatibili. In caso fattelo cambiare.

        1. Si sul libretto ce tutto tra ne il modello di costruzione in senso e un modello cosmo…… questo non lo saprò mai.

      1. Buongiorno.ho comprato un insignia del 2012 con 45000 km.non me ne accorgo quando la FAP si fa il suo dovere.ho dei tragitti brevi di 5KM massimo 10 al giorno.i amici mi hanno consigliato di portarla ogni sabato in tangenziale e tirarla un po.alla concessionaria di dove l’ho comprata ho chiesto che modello e visto che ne sono tanti.non sanno dirmi nulla. Lei cosa mi consiglia del FAP?vorrei sapere come comportarmi per non intasare la marmitta. Grazie mille e BUONE FESTE

        1. Claudio i veicoli dotati di Fap o Dpf non dovrebbero essere acquistati per un uso di questo genere. Calcola che ogni 300 chilometri (più o meno) va in rigenerazione e per fare questo occorre lanciare l’auto su una strada ad almeno 80 Km/h. Il consiglio dei tuoi amici non è errato ma andrebbe fatto spessissimo.

          1. La ringrazio. Invece per vedere che modello e la mia Insignia ce qualche sito? o qualcos’altro? Grazie di nuovo e li faccio Tantissimi Auguri per il ANNO NUOVO

          2. Salve. Scusi mi sono spiegato male. L’alternatore era del Astra, che cominciava andar peggio per la vecchiaia, cosi l’ho cambiata con Insignia del 2012. L’unica cosa che nessuno non sa dirmi e il modello (sports tourer o qualche altro fra i tanti modelli) so solo che è una Cosmo. Chiedevo a lei se cè qualche site che inserendo qualche dato esce fuori il modello.Grazie di tutto

  5. Salve, da una settimana ho comprato un Alfa 147 del 2002,andando ad accenderla in garage fa a freddo un rumore metallico dalla parte dell alternatore. Cosa che non mi é capitato accendendola in concessionaria. Avendo l auto in garanzia la porterò a far controllare in officina della concessionaria. Io penso sia la puleggia frizionata visto che il rumore compare solo a freddo e dopo pochi minuti scompare. Volevo sapere se potevo circolare con un eventuale puleggia rotta o rischio quslcosa? grazie

  6. salve signor Giuliano,
    la mia astra F anno Nov/1996 66kw(motore x14xe) ha l’alternatore in avaria, ne comprerei uno nuovo o rigenerato (rigenerato eltstock) ma nessuno è in grado di darmi indicazione sull’amperaggio (70A – 100A – 120A) l’officina Opel dice che sono tutti compatibili con il motore della mia vettura, che l’amperaggio dipende dagli allestimenti (io ho il modello dotato di climatizzatore).
    ritiene sia meglio smontare preventivamente l’alternatore per identificarne il modello oppure se acquisto ed installo quello di amperaggio maggiore non sbaglio la scelta?
    Grazie
    IG

  7. HO COMPRATO USTA UNA. OPEL INSIGNA DEL 2009 CON 140.000 KM .1 SETTIMANA FA AD UN TRATTO SI E’ BLOCCATO LO STERZO SI E’ INDURITO MOLTO E SEGNALAVA BATTAERIA SCARICA E DA RICARICARE . DAL MECCANICO OPEL HANNO SOSTITUITO L’ALTERNATORE E DOPO 1 SETTIMANA HA RIPRESENTATO IL PROBLEMA NEL FRATTEMPO HO NOTATO CHE IL MOTORE SI RISCALDA E SENTO UN GRUGNITO NEL MOTORE .DOSE PUO’ ESSERE

    1. @Carlo, per il rumore non posso aiutarti perché non ho nemmeno la possibilità di vedere l’auto. Per quanto riguarda lo sterzo, oltre all’alternatore hanno cambiato la batteria che magari sta per andare in corto?

  8. A tutte le persone che seguono questo sito servizi auto web grazie a giuliano ho scoperto che chi possedie un auto kia non deve portarla mai e poi mai in concessionaria ne per aggiustarla ne per tagliandarla. Sono dei ladri se un pezzo originale costa 100 co IVA 130 loro te lo mettono 700 più IVA io ci sono passato con cifre più alte da lì o chiuso con loro la kia e lupin forse lupin è meno ladro

  9. salve volevo chiedere un informazione ho una opel astra h gtc del 2007 1.6 benzina ho notato che quando giro lho sterzo ho accendo a/c sui fari e sulla luce della plafoniera ho degli sbalzi di tesione ho collegato un tester alla batteria solo motore acceso carica 14.45v se se giro lho sterzo avendo la pompa eletrica ci sono degli sbalzi fino a 12 v e le luci si abassano la batteria e buona perche la macchina non mi da problemi di avviamento

  10. Salve ho una Opel Astra H GTC 1.3 (90 Cv. Diesel)
    ieri sera mentre rientravo a casa si è accesa la spia dell’abs poi airbag e successivamente le altre, non andava nemmeno il servosterzo e si è spenta l’auto (per fortuna ero quasi arrivato ed andavo piano). Ho ricaricato la batteria e rimessa in moto tutto funzionava, ho provato col multimetro ma mi segnala 12V a motore acceso; penso sia l’alternatore ma non riesco a capire come mai non si accende (e non si era accesa nemmeno quando si è fermata ieri sera )la spia della batteria (nel ceck-up funziona). Può essere solo dispersione o è da sostituire l’alternatore? Grazie Mille