Autofficina Sicura

La corretta manutenzione auto senza false promesse

sospensione-servizio-assistenza-officina

Recati in autofficina in assoluta tranquillità!

Ti indicheremo un meccanico da noi selezionato che – dopo aver controllato realmente la tua auto – dovrà inviarci il preventivo in modo da poterlo analizzare. Soltanto dopo potrai decidere, senza impegno, se dare consenso ai lavori

 

Il nostro servizio gratuito di assistenza attualmente non è attivo. Di seguito trovi le modalità con la quale lo avevamo progettato. Alla fine, ti invitiamo anche a leggere le motivazioni che ci hanno portato – appunto – a sospenderlo.

ATTENZIONE: Nel frattempo puoi usufruire del nostro servizio di controllo dei preventivi che il tuo meccanico ti rilascia che, ti anticipiamo, non è gratuito.

Come funzionava il nostro servizio di assistenza?

  1. Una volta inviatoci tramite modulo la richiesta, l’automobilista riceveva una email di risposta con i recapiti dell’autoriparatore più vicino. In copia conoscenza veniva messo sia il meccanico (che poteva contattarlo per fissare l’appuntamento) e il ricambista di zona che forniva e certificava i ricambi preventivati.
  2. Il meccanico inviava a noi il preventivo in modo da poterlo controllare e certificare. In questo modo garantivamo il reale costo dei ricambi e le ore di manodopera richieste dal costruttore.
  3. Nel preventivo, l’automobilista riceveva uno sconto sui ricambi aftermarket usufruendo di una vantaggiosa tariffa oraria di manodopera. Questi dati, chiaramente, li poteva vedere sul preventivo e valutare l’offerta.
  4. Prima riceveva il preventivo certificato e soltanto dopo averlo consultato poteva decidere se dare o meno il consenso ai lavori in assoluta tranquillità.
  5. Per ogni richiesta di intervento doveva inoltrarci sempre una email utilizzando un modulo, perché a distanza di tempo potevamo sostituire per motivi disciplinari il meccanico di zona. Qualora decideva di recarsi presso una struttura tolta dal nostro network, credendo che ancora ne faccesse parte, non gli avremmo potuto garantire il controllo del preventivo (ore di manodopera, listini ricambi, sconti, ecc.) e la provenienza dei ricambi stessi. Quindi, ricordavamo sempre di inviarci una richiesta usando il modulo prima di recarsi in officina.
  6. Al termine dei lavori riceveva una fattura con 1 anno di garanzia sulla manodopera prestata dal meccanico e 2 anni di garanzia sui ricambi usati. Tutti i lavori eseguiti presso le nostre officine erano in linea con la Legge Ber (461/2010) che permette ad ogni meccanico (anche quello generico che non rappresenta nessun marchio) di eseguire interventi di manutenzione anche sulle vetture ancora coperte dalla garanzia della casa automobilistica e – quindi – far risparmiare mantenendola attiva.

Lo ripetiamo, il servizio che offrivamo era gratuito e non comportava costi di abbonamento. Ogni volta che l’automobilista veniva messo in contatto con un nostro meccanico, riceveva il preventivo controllato da noi senza che gli venissero addebitati dei costi.

Cosa succedeva se l’automobilista riceveva dei preventivi senza dare il consenso ai lavori?

Non eravamo (e non lo siamo ora) una Onlus. Tanto meno il meccanico che doveva impiegare il suo tempo per controllare l’auto e sviluppare il preventivo. Se dopo 2 preventivi rifiutati, l’automobilista ne richiedeva un terzo (per lo stesso intervento), era obbligato a pagare un importo pari al 5% del preventivo emesso anche qualora decideva di rifiutarlo (chiaramente questo 5% non veniva contemplato qualora accettava il preventivo approvando l’intervento). Nelle future richieste (quindi qualora decideva di rivolgersi nuovamente a noi dopo aver già usufruito di questo servizio ed aver pagato l’intervento) la possibilità di richiedere un preventivo ripartiva da zero.

NOTA: Nel frattempo su Internet abbiamo testato altri siti che offrono servizi che mettono in contatto automobilisti e meccanici. Tramite un articolo, spieghiamo le differenze fondamentali tra il nostro servizio di assistenza gratuita per come lo avevamo progettato e ciò che ad oggi gli altri offrono.

Scopri queste differenze => Le 5 fondamentali domande che devi porre al gestore di un sito che ti mette in contatto con dei meccanici (apparentemente) economici per testare la loro professionalità e competenza

Comunicazione di Giuliano Cosimetti

23 agosto 2016

Purtroppo, come spesso accade, trasformare in realtà un progetto nato soprattutto come missione, non è semplice, anzi spesso diventa quasi impossibile. Del resto, le grandi imprese non sono mai facili da realizzare.

Nell’ultimo anno abbiamo dato consulenza gratuita a migliaia di automobilisti. In molti casi siamo riusciti a tutelarvi dai “meccanici poco seri”. In altre occasioni vi abbiamo veicolato ed assistito presso delle officine da noi selezionate che avevano deciso di collaborare con noi attraverso quello che era (ad oggi niente di simile esiste) il primo servizio di assistenza, controllo e consulenza online presso un’officina.

Come già sappiamo, lavorandoci da molti anni, questo settore non è facile. Almeno se lo si vuole migliorare veramente. Ma il servizio online rivolto all’automobilista non può essere circoscritto in un semplice “comparatore” come tanti se ne vedono su internet. Su questi l’automobilista riceve decine di preventivi senza avere dettaglio dei ricambi e lubrificanti utilizzati e senza le dovute garanzie violando normative europee e articoli del Codice del Consumo.

Il nostro servizio era unico e non per tutti. Così lo abbiamo voluto e ideato e così lo stavamo portando avanti.

Ma negli ultimi mesi, ci siamo resi conto che il nostro partner non può essere né il ricambista, né il meccanico che ragionano ancora come se fossero rimasti agli anni ’90. Né tanto meno si rivolge all’automobilsta che cerca assolutamente un risparmio a fronte di un lavoro di dubbia efficacia, svolto male e con ricambi errati (o di scarsa qualità).

Non siamo riusciti a creare uniformemente una rete di assistenza capillare di meccanici. Certo, se avessimo voluto semplicemente essere presenti ovunque, senza selezionare le strutture, avremmo dovuto “imbarcare” di tutto. Ma questo modo di lavorare non ci appartiene. Ad esempio in molte zone d’Italia (da Nord a Sud) il meccanico vuole lavorare senza essere controllato e senza emettere preventivi legali su carta. Non vuole seguire le procedure previste da un contratto firmato.

Solo i partner di Milano si erano mostrati interessati e in grado di stare al nostro passo. Per questo li ringraziamo vivamente.

Purtroppo, mentre il mondo – soprattutto online – viaggia a velocità sostenute, questo settore ancora si muove “con il mulo”.

Pertanto attenderemo tempi migliori. Cercheremo nuovi partner. La cosa richiederà tempo ma state tranquilli che continueremo ad esistere con nuovi servizi che verranno presentati subito dopo l’estate. Nel frattempo AutofficinaSicura ha una nuova sede legale ed amministrativa: Capodistria in Slovenia dove stiamo portando avanti altri progetti nel settore automotive.

Continueremo soprattutto a darvi consulenza di cui gran parte gratuita (altri servizi più completi verranno messi in vendita a prezzi accessibili a chiunque abbia desiderio di sottoporre la propria vettura ad una corretta manutenzione e – quindi – ottenendo un sicuro ritorno economico evitando truffe e scorrettezze).

Nel frattempo, continuate a scriverci commenti sul nostro blog, a farci domande, ad inviarci email a cui risponderemo sempre.

Grazie a tutti!

Giuliano Cosimetti

Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?

Inviaci una e-mail (Ti risponderemo entro 24 ore)

AutofficinaSicura è un marchio di proprietà di Alessandro Cosimetti s.p.


Facebook | Twitter |

Google+ | Youtube |




- Privacy Policy

- Cookie Policy

Copyright © 2010 - 2017

VAT SI46937072


Sede legale: