Gestione manutenzione flotte auto aziendali

La corretta manutenzione auto senza false promesse

Il Test Bosch ci dice quanto è valido un additivo chimico per carburante

Test Bosch su additivi chimici per carburante

In molti forum presenti in Rete, non si fa altro che parlare di additivi chimi per carburante. Quasi tutti gli utenti che raccontano le loro esperienze, hanno delle preferenze su alcuni prodotti.

Purtroppo abbiamo riscontrato che nessuno di questi cita il Test Bosch HFRR DIN EN ISO 12156-1 . Questo test stabilisce le proprietà lubrificanti dei combustibili per motori Diesel.

In passato abbiamo detto che nel carburante attualmente utilizzato è presente una quantità di bio-diesel pari al 5/7% (in alcuni casi 8%). Questa sostanza rende molto più aggressivo il combustibile che attraversa gli iniettori e la pompa carburante.

Qualcuno consiglia degli additivi acquistabili on-line dagli USA. Bisogna però tenere conto che le tipologie di carburanti possono cambiare a seconda della nazione produtrice o del continente dove vengono distribuiti. Per questo motivo gli additivi utilizzati in America potrebbero non andar bene qui in Italia.

Nonostante i test filmati e pubblicati in questi giorni, molti automobilisti e meccanici si domandano cosa c’entra la lubrificazione con la pulizia del gasolio.

Componenti principali degli attivi chimici per carburante

Nelle etichette delle bombolette degli additivi chimici, vengono spesso riportati due componenti molto importanti: kerosene e acetone. L’additivo che contiene queste due sostanze è di sicuro un ottimo pulitore, tant’è che in passato i meccanici di vecchia generazione, versavano il kerosene nei serbatoi in modo da pulire l’impianto di alimentazione.

Bisogna ricordare che in quel periodo la meccanica era molto più spartana. Oggi invece abbiamo a che fare con varie tipologie di motori diesel molto più delicati.

L’utilizzo di un additivo chimico per carburante diviene indispensabile non solo per la pulizia interna dell’impianto di alimentazione, ma soprattutto per mantenere lubrificati gli iniettori. Di conseguenza il loro impiego serve a prevenire i danni e non a curarli.

Cosa accade quando l’additivo chimico per carburante non lubrifica? Uno dei danni maggiormente riscontrabili è il progressivo grippaggio degli iniettori.

Quando dovete acquistare un additivo chimico per carburante, verificate se la casa produttrice ha superato il test Bosch e controllate personalmente le etichette.


Articolo scritto da Giuliano Cosimetti (AutofficinaSicura)


Inizia la sua carriera nel settore automotive come operaio presso un’autofficina meccanica di Roma. Successivamente entra a far parte della Europcar (nota multinazionale di autonoleggio) occupandosi del controllo dei preventivi di carrozzeria e meccanica diventando - dopo nemmeno un anno - coordinatore del pool ispettori. Prosegue la sua carriera presso la ServiziAutoOnline (Saol) dove sviluppa il primo portale di meccanica online e una capillare rete di assistenza per alcune aziende del noleggio a lungo termine. Oggi è amministratore della GenesiSaw Srl dove si occupa principalmente di assistenza flotte aziendali. | Facebook | Twitter | Linkedin | Google+ |



Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?


48 Commenti a Il Test Bosch ci dice quanto è valido un additivo chimico per carburante

    • @Sandokan, quando si utilizzano questi spray occorre tenere il motore a 2000 giri (si alzano i giri solo nel momento in cui si spruzza l’additivo). A questo regime la sostanza percorre tutto l’impianto di aspirazione e scarico. Ma se i collettori di scarico sono troppo intasati, consiglio sempre lo smontaggio e pulizia su banco.

  1. il discorso della pulitura è semplice

    ogni distillato del petrolio pulisce qualcosa di diverso meglio

    la benzina qualcosa ma ovviamente se l’auto è a benzina non serve metterla mentre il gasolio qualcosa di altro… ecco perché i vecchi meccanici mettevano un pelino di benzina nella nafta oppure un pelino di nafta nella benzina.

    Stesso discorso vale per l’acqua ragia, il kerosene, l’acetone, la naftalina, addirittura l’olio di semi vari!!! ecc… ognuno di questi prodotti pulisce qualcosa meglio degli altri e qualcosa meno bene o niente.

    in pratica gli additivi sono miscele di questi detergeni che vanno a pulire un qualcosa che il carburante di uso comune non pulisce…. il problema che ogni detergente ha degli effetti collaterali più o meno gravi e dunque le varie ditte fanno delle mescolanze per massimizzare il grado di pulizia e minimizzare gli effetti collaterali.

    col fai da te è rischioso ma si possono ottenere ottimi risultati … però conviene rischiare? …penso proprio di no!

  2. Gli additivi della “blue” hanno superato il test Bosch?
    Qualcuno può fare qualche nome di additivo che ha superato questo test?
    Grazie

  3. Salve, Giuliano vorrei un consiglio per quanto riguarda un additvo gasolio per motori Toyota 14d4d. Con km 35000. Le officine autorizzate Toyota usano un prodotto Toyota ma viene fornito dalla wurth. Grazie

    • @Toyota obbliga le officine autorizzate ad utilizzare quel prodotto solo per via degli accordi commerciali stabiliti con la Wurth. Sono certo che non li hanno mai testati…gli è andato bene solo il tornaconto economico che c’è in ballo. E’ come per i lubrificanti.
      Io ti consiglio additivi Blue e i motivi sono racchiusi nei test filmati e pubblicati sul nostro blog.

  4. Giuliano ti ringrazio di avermi risposto. Questo prodotto della blue in provincia di Lecce dove lo posso trovare. Grazie n

  5. Sono rimasto in autostrada a causa blocco iniettori causa sconosciut da premettere che la mia Ford focus c max gli faccio tGliandi ogni 15 000 km cosa è successo secondo voi
    Il pompista me li ha pulito e ora la macchina va bene però lui mi diceva provala in città ma non ti allontanare perché non ha trovato niente di eclatante come e possibili secondo voi

  6. Ciao Sandro ho appena acquistato una Alfa Romeo GT turbodiesel anno 2006 con km.93.000 e vorrei cominciare ad utilizzare prodotti per pulire il motore come Protec Engine Flush ed al cambio olio Metabond eco con additivi adatti da aggiungere al carburante.Vorrei da voi un consiglio.Ringrazio anticipatamente e auguro buon lavoro.Andrea M.

  7. Ciao giuliano,avevo scritto non tanto tempo fa in un altra sezione per problemi di consumo di olio li mi avevi consigliato dei prodotti che ho acquistato e al momento mi stanno piacendo tanto,tra un po daro il mio parere anche nell’altra sezione ora sto avendo un piccolo problema in pratica l auto che è un punto 1,2 8v qualche volta quando vado piano a bassi giri l auto mi fa dei piccoli borbottii accellero un po e tutto ok visto che le candele e i cavi sono nuovi, una bobina nuova potrebbe essere un iniettore un po intasato?se si dovrò usare un additivo pulizia iniettori, poco tempo fa ho messo il platinum power quindi posso usare il pulisci inniettori non vorrei che mi andesse a sciupare il lavoro fatto dal platinum power, grazie in anticipo luca

      • ok grazie ancora facendo una piccola ricerca su internet la mia punto 1.2 8v non dovrebbe avere il filtro benzina mi sai dire qualcosa anche negli shop on line non l ho trovato ho visto la pompa benzina che dovrebbe deve avere il filtro attaccato forse dico balle.? oggi ho fatto delle prove andando di proposito a bassi giri in terza e in quarta ma il problema non si è presentato ultimamente non tirato l auto per niente ma ieri ho fatto una ventina di km in autostrada tirando un po vediamo in questi giorni come va il mezzo

  8. Buongiorno,
    volevo porre un quesito,
    ogni tanto mi capita di fare il pieno di diesel in Austria
    (0,994 € il litro )il bello e che con questo diesel faccio molti km in piu del diesel italiano…
    perche ??

  9. quale additivo mi consigliate per la mia fiat idea diesel con filtro particolato e con 100.300 km non o mai fatto pulire la valvola egr ma cambio olio o sempre messo il selenia sintetico della fiat e tutti i filtri ogni 15000 km. io vivo e risiede in Romania dove fa anche meno 20 gradi. indicatemi se potete l’officina in romania dove posso andare ringrazio per l’attenzione CORDIALI SALUTI PATRIZI PLACIDO

  10. ciao.la mia audi a4 1.9tdi de 2004 ha acceso la spia di controllo avaria motore e anche la spia di VDC. Ieri Il serbatoio era a 3/4 e la macchina tremava tutta , lo sterzo e diventato un po’ duro . sono andato in un distributore che e a 2km.ho fatto il pieno mettendo anche 2 litri di benzina e l’ho accesa e andava tutto bene anche se la spia di controllo avaria motore era accesa . sono partito ho fato si 40-50 km e la macchina ha iniziato a tremare , impossibile andare veloce, sono tornato a casa andando a 30 km orari . oggi ancora peggio .sono disperato che devo fare .ho visto gli iniettori da comprare ma costano 400 euro .che cosa mi consigliate . grazie mille

    • Liku prima di tutto evitate di mettere benzina nei motori Diesel. Questi sistemi andavano bene 30 anni fa, oggi fate solo danni.
      L’auto va vista in officina, bisogna controllare diversi componenti. Non è detto che gli iniettori siano da cambiare. Magari bisogna solo pulire il circuito di alimentazione e revisionare gli iniettori. Comunque va portata in officina non improvvisatevi pompisti diesel.

  11. Pagina molto interessante e con informazioni concrete e basate almeno su test e non chiacchiere da marketing…volevo acquistare un additivo della blue per dare una pulita al sistema di alimentazione del mio 1,9 mjet 150cv con 200.000 km. Il motore non è più un ragazzino ma vorrei sapere qual’è il prodotto blue più indicato per pulire a fondo gli iniettori visto che a catalogo ne hanno svariati.
    Grazie

  12. Ciao Giuliano, io ho una Peugeot 307 hdi 90 cv del 2004, la macchina va bene, non vedo fumo quando vado, a freddo parte bene inverno compreso, ho sempre messo nel serbatoio il blue diesel agip, adesso ha 114.ooo km, volevo dirti se devo incominciare a mettere dell’additivo nel serbatoio, visto il chilometraggio e l’ età dell’auto. Dimmi tu quale additivo in commercio posso usare.

  13. potete per favore dirmi se il motore diesel K9K 266 kw63 86cv del Suzuki jimny 2009, monta la valvola di ricircolo gas di scarico EGR.? Se si dove è montata? oppure è dotata di un’altro dispositivo?
    Che prodotto è consigliabile per tenere pulito iniettori pompa gasolio ecc.
    grazie per eventuali suggerimenti

  14. Ciao Giuliano, so che sei esperto di motori ma vorrei esporti un quesito a riguardo del possibile utilizzo di olio/additivo per diesel, volto all’uso di combustibile per caldaie a gasolio RIELLO…mi spiego, da qualche giorno ho riscontrato problemi con il bruciatore e l’ho sostituito, ma oggi si è ripresentato il medesimo problema in concomitanza al blocco del motore della pompa…credo che sia un problema legato al tipo di nafta che sto utilizzando, più secca…in definitiva la pompa alcune volte parte ed altre no, mentre la fiamma del bruciatore inizialmente è vigorosa ma poi si affievolisce e tende a spegnersi…se lubrifico o rendo più grasso il carburante la pompa dovrebbe girare meglio, fornire più pressione ed una fiamma più vigorosa…che tipo di additivo o olio mi consigli da aggiungere al gasolio e in quale %? Grazie.

  15. Purtroppo quasi nessuno cita sulle proprio schede tecniche questotest Bosch.
    Molti tra i produttori più famosi rispondono che il test Bosch definisce esclusivamente il metodo di prova e non da un limite per quanto riguarda il potere lubrificante minimo di un gasolio.
    Questa é la risposta ricevuta da Tunap:
    In Europa esistono due normative per quanto riguarda i requisiti e i metodi di prova di gasoli e benzine:
    -UNI EN 590:2014 (Diesel)
    -UNI EN 228:2013 (Benzina)
    E’ importante che una sostanza aggiunta non porta fuori norma le caratteristiche del combustibile e di conseguenza la normativa UNI EN ISO 12156-1:2016 non è quella da considerare.

    • Luca non so se Tunap nel tempo ha cambiato formula, quando fu testato in laboratorio risultò il peggiore in assoluto prendendo quasi fuoco (ne parlai anche con dei dirigenti in Petronas dove viene prodotto). Pensa che va a lavorare negli iniettori e nella pompa carburante. C’è su internet ancora un filmato del test su un canale straniero.
      Sicuramente avranno messo mano al prodotto per migliorarlo perché in passato bastava utilizzare come materia prima il Kerosene (che compare ancora su diversi prodotti).
      La normativa ISO 12156-1:2016 valuta le proprietà di lubrificazione dei carburanti diesel (chi produce additivi deve ripetere questo test una volta unito carburante e additivo).

  16. Mi ha risposto anche Sintoflon asserendo che i loro prodotti passano il test Bosch. Non capisco però perché questa informazione non compaia da nessuna parte e tantomeno sulle etichette.
    Sto aspettando anche riposte da Ceramic Power Liquid e Metabond.
    Ci sono tantissimi additivi di marchi diversi (Magigas – Renox – Bardahl – Green Star – Stp – Motul – Arexons – Liqui Moli ecc..) ma ce ne fosse uno che parla del test Bosch! Se googli “Bosch + ISO 12156” escono nomi che fino ad ora non avevo mai sentito nominare; magari passano il test ma non valgono a nulla come prodotto.
    Non essite un elenco ufficiale dei prodotti che supero annualmente questo test?

    • Luca, in passato quando abbiamo pubblicato i test filmati ci invasero di lettere tramite i legali, perché alcune aziende avevano notato un calo delle vendite. Ua delle aziende che hai citato dichiarò tramite lettera del legale che il loro prodotto non lubrifica l’impianto di alimentazione. Sai cosa succede si un iniettore rimane aperto?
      Se prendi ad esempio gli additivi della Blue, il produttore invece cita questo test. Ci sono inoltre delle aziende molto note qui in Italia che non producono additivi, ma li acquistano per rivenderli con il proprio marchio, un pò come fa Rhiag per i ricambi. E’ un mercato vasto e proprio per questo motivo le informazioni sono distorte e spesso incomplete come per i lubrificanti dove potremmo scrivere un libro.

  17. Grazie per la risposta Giuliano. Purtroppo però fare test e non poterli pubblicare per paura delle cause legali equivale a non farli.
    La Blue l’ho trova anche io sulla rete ma dal’altra parte non trovo nulla sulla bontà del prodotto.
    Insomma, alla fine sembrerebbe che la miglior cosa da fare sia “non fare “nulla”.
    Saluti

    • Luca abbiamo fatto in passato degli articoli con filmati per il produttore della Blue ma alla fine non abbiamo chiuso l’accordo di collaborazione, quindi abbiamo tolto tutto. Però ricorda una cosa, un additivo aggressivo può nel tempo daneggiare o bloccare gli iniettori (mi sembra una cosa ovvia).
      Un iniettore aperto può causare la rottura del pistone (abbiamo pubblicato un articolo con tanto di foto scattate da un perito).

      La maggior parte degli additivi contengono derivati del petrolio e in gran parte utilizzano Kerosene (che andava bene in passato con i carburatori e la pompa meccanica di benzina). Quello che facciamo è informare l’automobilista in modo che impari a leggere le informazioni riportate sulle etichette e schede tecniche.

      PS: Per quanto riguarda i video eravamo stati accusati di pubblicità comparativa. Cosa assolutamente non vera visto che non avevamo parlato di prezzi e soprattutto non etichettavamo i prdotti per buoni e pessimi. Li abbiamo tolti solo perché non volevamo perdere tempo a spiegare ai vari manager delle aziende interessate cosa sia realmente la pubblicità comparativa e soprattutto perché non avevamo nemmeno dei contratti di collaborazione con altre ditte. Quindi non avevamo motivo di perderci tempo.

  18. Ciao Giuliano, per quanto riguarda gli additivi della Blue che ho conosciuto proprio nel tuo blog e poi visto i video nei vari utilizzi mi son convinto e li sto utilizzando .
    Questi risultano aver superato il test Bosch di cui si parla?
    Si intendono tutti i tipi di additivi della Blue o solo alcuni?
    Quali altri ce ne sono ? Grazie.

Commenta inserendo questi dati

Inviaci un messaggio privato tramite Facebook


Inviaci una e-mail (Ti risponderemo entro 24 ore)

AutofficinaSicura è un marchio di proprietà di Alessandro Cosimetti s.p.


- Privacy Policy

- Cookie Policy

Copyright © 2010 - 2017

VAT SI46937072


Sede legale: