Il tagliando auto “low cost” tra falsi miti, errori grossolani e mancanza di informazioni

tagliando auto low cost
Foto: final gather

Il tagliando auto è il vero business delle concessionarie. La sola vendita della vettura non consente entrate sufficienti per mantenere la struttura e garantire lo stipendio agli impiegati. Per questo vengono concentrate maggiori energie e investimenti sull’assistenza meccanica, specialmente sulle vetture low cost dove il tagliando auto raggiunge cifre importanti.

Prendendo come esempio la Matiz Chevrolet, notiamo un elevato costo del primo e secondo tagliando (€ 250/350,00). Parliamo di cifre eccessive se confrontate con il prezzo di acquisto e le qualità dell’auto (che ve ne pare della Matiz Chevrolet?).

Stesso discorso per i modelli prodotti dalla Mitsubishi dove il tagliando auto per una Colt 1.1 raggiunge € 230,00. La Dacia di economico ha solo il prezzo di acquisto perché i costi di assistenza sono praticamente identici a quelli applicati nelle concessionarie Renault (assurdo vero?).

Possiamo ottenere un tagliando auto low cost?

La risposta alla domanda posta sopra è: «Assolutamente si!». Grazie alla legge Ber (normativa Monti in Italia) è possibile utilizzare delle officine indipendenti che non fanno parte della rete ufficiale. Le tariffe di manodopera sono spesso inferiori a quelle applicate dalle concessionarie. Inoltre, esiste anche la possibilità di utilizzare i ricambi aftermarket.

Esistono autofficine in grado di eseguire un tagliando auto in regola?

Le autofficine vanno scelte valutando attentamente alcuni aspetti tecnici. Le strutture più affermate sono dotate di apparecchiature per la ricerca guasto e azzeramento spie. Altro aspetto di grande importanza è la trascrizione dei dati del tagliando sul libretto di manutenzione (altrimenti come valuteremo lo storico dell’auto?). Nella fattura del meccanico non deve mancare il costo della manodopera e dei ricambi.

E se acquistassi direttamente i ricambi?

Sconsiglio di acquistare per conto proprio il materiale. Nel caso l’auto fosse ancora coperta dalla garanzia di “casa madre”, non verrebbero più riconosciute le riparazioni gratuite. Inoltre acquistando dei ricambi difettosi, si corre il rischio di pagare il doppio della manodopera e perdere molto tempo per richiederne la sostituzione (di solito avviene solo dopo un controllo del componentista).

Stesso discorso con i ricambi auto errati (capita molto spesso). Purtroppo per ordinare il giusto ricambio non basta il numero di telaio.

Dimenticatevi del “tagliando auto fai da te“. I lavori eseguiti nel garage di casa comportano spesso delle problematiche non indifferenti (provare per credere). Prima di tutto bisogna pensare a come smaltire l’olio esausto e i filtri vecchi. Inoltre sulle auto di ultima generazione occorre spegnere le spie.

Insomma, possiamo risparmiare durante il tagliando auto ma solamente seguendo le regole sopra citate.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Vuoi contribuire al contenuto di questo articolo? Oppure vuoi farci delle domande?

 

Scrivi qui sotto il tuo commento.

Ti risponderemo entro 24 ore!

4 commenti su “Il tagliando auto “low cost” tra falsi miti, errori grossolani e mancanza di informazioni”

  1. Mi tagliando da solo la mia auto e spendo in media sui 25-35 euro .
    Dipende da cosa decido di cambiare
    Se portassi l”auto in officina spenderei sui 250-350 euro per un SOLO tagliando magari fatto pure male !
    Con i soldi che risparmio mi faccio 8-10 Tagliandi auto FAI DA TE per i prossimi 10 anni .

  2. Il filtro olio motore con la scritta Volvo costa 70 euro .
    Lo stesso Filtro olio motore prodotto da un stabilimento specializzato nella produzione di filtri per ogni motore che esiste al mondo costa 10 euro .
    Me né vengono 10 di filtri olio motore con la stessa spesa !
    Chi se né frega se non c”è la scritta Volvo-Fiat-Mazda-Tocoiota -amacada -eccetera

    1. Giuliano Cosimetti

      @Gianluca, infatti la Volvo non produce i ricambi di meccanica per le proprie auto. Commissionano tutto a delle aziende specializzate che oltre a fornire ricambi per Volvo (che poi applica anche il suo logo con codice) li vendono direttamente. Si chiamano ricambi aftermarket originali primo impianto. Poi esistono anche dei prodotti equivalenti, che non vengono utilizzati sulla catena di montaggio della casa auto ma sono comunque di ottima fattura e garantiti 2 anni, come previsto dal codice del consumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?

Articoli correlati

Vuoi SCOPRIre 7 SEGRETI PER RISPARMIARE VERAMENTE DAL MECCANICO?