problemi autonoleggi lungo termine

Incalcolabili i danni economici e di immagine che un meccanico può causare ad un’autonoleggio a lungo termine incapace di monitorare il malumore dei propri clienti

problemi autonoleggi lungo termine

Della mia esperienza all’interno di una multinazionale dell’autonoleggio ricordo gli errori commessi da molti operatori del pool di assistenza nel valutare i preventivi di meccanica. I miei anni trascorsi dentro un’autofficina si facevano sentire, eccome.

Il primo intervento personale (lo ricordo ancora come se fosse ieri) riguardava la sostituzione della guarnizione testa sulle vecchie Fiat Panda delle Poste Italiane. I preventivi che arrivavano via fax mostravano importi da 800/900.000 Lire (stiamo parlando del 2001). Ciascuno riportava voci assurde come ad esempio smerigliatura valvole, sabbiatura e controllo in pressione della testata, ecc. Parliamo delle Panda con il motore Fire che – massacrata dai postini – non fondeva neanche camminandoci con solo mezzo litro di olio.

Ai miei colleghi feci notare che per un danno del genere, causato da un semplice termostato bloccato, bastava rettificare la superficie della testata e sostituire la guarnizione. Il giusto costo (tenete a mente il periodo) si aggirava su Lire 350/400.000.

Disavventure con i meccanici affiliati agli autonoleggi

Su Internet un’utente racconta la sua personale disavventura con un meccanico convenzionato con una società di noleggio a lungo termine. La storia è recente.

meccanico-convenzionato-noleggio-auto
Clicca sull’immagine per ingrandirla

Uno straccio per sostituire il tappo dell’olio sul coperchio delle punterie e un rabbocco che va oltre il livello massimo. Il rischio è far saltare il motore per la troppa pressione. Mai visto una cosa del genere!

Ci troviamo davanti a un meccanico che non ha voluto perdere troppo tempo con l’utilizzatore. Consiglio nuovamente la lettura del precedente articolo sulle reti di assistenza. A quanto pare tra i professionisti del settore c’è molta disinformazione. Una “tirata d’orecchie” alla società di noleggio per due motivi: ha fatto saltare il primo tagliando e non è intervenuta prontamente quando il cliente ha segnalato l’anomalia.

Per loro fortuna il motore non ha ceduto. Diversamente avrebbe causato un’enorme danno economico e un fermo tecnico ancora più oneroso (auto sostitutiva).

Ribadiamo il solito concetto. I costi di assistenza non sono gratis per il driver. La manutenzione ordinaria è spalmata sui canoni di noleggio. I noleggiatori a lungo termine devono prestare attenzione se non vogliono perdere il cliente a causa di una rete di assistenza scadente. Su questo delicato aspetto torneremo ancora.

Condividi l'articolo

Facebook
LinkedIn
Twitter
Google+
Stampa
Email

Vuoi contribuire al contenuto di questo articolo? Oppure vuoi farci delle domande?

 

Scrivi qui sotto il tuo commento.

Ti risponderemo entro 24 ore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?


Articoli recenti del blog