meccanico onesto

Le 5 fondamentali domande che devi porre al gestore di un sito che ti mette in contatto con dei meccanici (apparentemente) economici per testare la loro professionalità e competenza

meccanico onesto
Foto: Corriere della Sera

Dopo aver testato vari siti on-line che promettono di risparmiare sulla manutenzione auto, li abbiamo comparati con il nostro servizio di assistenza gratuita in autofficina. Ecco gli aspetti che ci differenziano maggiormente

La scorsa settimana abbiamo analizzato l’ennesimo sito che mette in contatto automobilisti e meccanici. Il concetto di base di questi servizi è sempre lo stesso. Il proprietario dell’auto si registra al portale, inserisce i dati della propria vettura e gli interventi che deve eseguire (di solito quelli ordinari). Se ad esempio dovete fare il tagliando, una volta registrati, riceverete un’offerta dai vari meccanici di zona facenti parte della rete.

L’automobilista in questo modo può valutare il preventivo solo sulla base del prezzo e delle recensioni che il meccanico ha ricevuto fino a quel momento. Tutto questo, senza tenere conto del Codice del Consumo, le normative europee vigenti e molto altro ancora come spiegato con i nostri articoli.

Pertanto, dopo averne analizzati parecchi (e continueremo a farlo anche con altri segnalati dai nostri utenti), di seguito riportiamo le maggiori differenze tra questi servizi (tutti molto simili tra di loro) e la nostra assistenza gratuita in officina. Ogni singolo aspetto verrà introdotto sotto forma di domanda.

1. Con quali criteri create la rete di meccanici affiliati?

  • Cosa fanno loro. Da quello che abbiamo avuto modo di vedere usando tali siti come se fossimo dei clienti, la rete di assistenza è composta da meccanici non scelti. Quest’ultimi si registrano al portale senza prima passare una selezione. Il concetto su cui si basano questi servizi è quello della reputazione dove ogni singolo meccanico si costruisce la propria sulla base delle testimonianze dei clienti. Le recensioni sono un elemento presente in molti servizi on-line di varia natura (hotel, ristoranti, dentisti, ecc.) ma che spesso – come nel settore del turismo – sono facilmente manipolabili dalle strutture che aderiscono. Ad esempio Tripadvisor, il noto sito di recensioni, per un pelo si è salvato da una salatissima multa da 500 mila euro per una serie di false recensioni.
  • Cosa facciamo noi. Inseriamo nella nostra rete soltanto autofficine da noi selezionate e collegate ad una piattaforma dove tracciamo anche la provenienza dei ricambi. A queste officine daremo anche l’esclusiva di zona per rendere ancora più appetibile l’adesione e – quindi – meno conveniente fare il furbo con il cliente. Qualora dovessimo scoprire qualche scorrettezza, potremmo sostituirle immediatamente con un’altra. Inoltre avere un numero contenuto di officine (rispetto ad altre reti come ad esempio quelle di assistenza ai noleggi) ci consente di scegliere solo le strutture che riteniamo altamente competitive e aggiornate.

2. In che modo i meccanici affiliati sviluppano i preventivi?

  • Cosa fanno loro. Cominciamo con il dire che ciò che propongono ai loro clienti, legalmente parlando non è un regolare preventivo di meccanica. Mancano tutti gli elementi con cui il cliente può valutare correttamente quanto gli viene offerto. Sono aspetti che abbiamo analizzato dettagliatamente mentre controllavamo due siti (questo e quest’altro). Inoltre, vengono sviluppati senza controllare l’auto dal vivo cosa che rende difficoltoso lo sviluppo di un preventivo per un intervento di manutenzione ordinaria e praticamente impossibile per la manutenzione straordinaria (gli imprevisti tecnici per intenderci).
  • Cosa facciamo noi. Il meccanico, soltanto dopo aver visionato realmente l’auto, potrà sviluppare un preventivo nel rispetto del Codice del Consumo e delle normative europee. Successivamente ce lo invierà per sottoporlo al nostro controllo dove verificheremo la tariffa oraria di manodopera, le ore necessarie per l’intervento, la tipologia dei ricambi auto, i rispettivi codici di quest’ultimi (impossibile saperlo se non hai una banca dati aggiornata).

3. Che garanzia offrite sull’intervento?

  • Cosa fanno loro. In tutti i test che abbiamo eseguito sui siti presi in esame, le eventuali garanzie sugli interventi vengono proposte dagli autoriparatori come se fossero un bonus aggiuntivo. Ad esempio nell’ultimo sito che abbiamo analizzato, su due preventivi, un meccanico offriva 1 anno di garanzia sui ricambi montati (senza specificarne la tipologia e i codici) mentre sulla manodopera non si esprimeva. L’altro meccanico invece su questi due aspetti taceva totalmente. Inutile chiedere delucidazioni ai proprietari del sito perché già ci avevano risposto dicendoci che non davano assistenza a riguardo.
  • Cosa facciamo noi. Diamo ciò che la Legge prevede e che tutti gli autoriparatori sono obbligati a dare. Ovvero, 2 anni di garanzia sui ricambi montati (spiegato ora il ruolo fondamentale del distributore) e 1 sulla manodopera prestata dal meccanico. Non lo facciamo perché siamo buoni e generosi ma semplicemente perché è la Legge che lo impone.

4. Quale tipologia di ricambi montano le autofficine della vostra rete?

  • Cosa fanno loro. I siti che gestiscono questi servizi se ne lavano completamente le mani. I meccanici come ampiamente dimostrato nelle nostre analisi, non specificano mai la tipologia del componente (Originali “casa auto”? Aftermarket di primo impianto? Omologati? Rigenerati?) né tanto meno i codici (se non hai la banca dati è praticamente impossibile).
  • Cosa facciamo noi. Gli autoriparatori con noi affiliati, sviluppano i preventivi solo dopo aver visionato personalmente la vettura (ricordiamolo sempre!), usando i ricambi aftermaket di primo impianto come previsto dalla Normativa Ber (461/2010) che consente anche a un meccanico che non rappresenta nessun marchio automobilistico di intervenire su una vettura ancora coperta dalla garanzia della “casa”. Inoltre, per ciascun ricambio deve esserci l’esatto codice come dimostrato nel preventivo che abbiamo sviluppato a questa cliente precedentemente truffata da un altro meccanico.

5. Avete un’assistenza al cliente? Come funziona?

  • Cosa fanno loro. Dopo aver consultato i preventivi che i meccanici affiliati ci inviavano, abbiamo scritto all’assistenza del portale per porre dei quesiti. Ad esempio, visto che non lo specificavano, abbiamo chiesto delucidazioni sulla tipologia dei ricambi che sarebbero stati montati. Ma in questo caso, né per i ricambi, né per il tipo di lubrificanti, i gestori dei siti hanno saputo darci una risposta se non invitarci a porre le domande direttamente ai meccanici.
  • Cosa facciamo noi. L’automobilista contatta noi e non il meccanico. Soltanto dopo, gli verranno girati i contatti dell’autoriparatore con noi affiliato e del ricambista di zona che certificherà i ricambi. Seguiamo pertanto tutta l’operazione: prima, durante e dopo restando costantemente al fianco del nostro cliente.

Queste sono le differenze principali tra il nostro servizio di assistenza gratuita in autofficina e i vari siti da noi testati. Se ne avete altri da suggerirci, saremo lieti di consultarli e in seguito scrivere un articolo con le nostre impressioni.

Condividi l'articolo

Facebook
LinkedIn
Twitter
Email

Vuoi contribuire al contenuto di questo articolo? Oppure vuoi farci delle domande?

 

Scrivi qui sotto il tuo commento.

Ti risponderemo entro 24 ore!

7 commenti su “Le 5 fondamentali domande che devi porre al gestore di un sito che ti mette in contatto con dei meccanici (apparentemente) economici per testare la loro professionalità e competenza”

  1. Salve, leggendo e guardando da fuori quel che capisco è:
    Che pure voi come (chi definite che non fa le cose correttamente )
    Tirando in ballo leggi sul consumo, norme europee ecc. Tirate l acqua al vostro mulino, sembra che tutti siano nati sotto i cavoli, che non sanno differenza tra ricambi originali, aftermatket ecc. Che non sanno quanto tempo serve per tagli andare una a3, o una astra GTC 1.6 benzina, io invece credo che la maggior parte delle persone che hanno l auto sappiano queste cose elementari. In sintesi da fuori io vedo che screditate tutto ciò che ha a che fare col mondo dei motori e officine tenendo per buono solo ciò che fate voi. Invece i (disonesti) come li fate passare non screditano nessuno, fanno il loro lavoro nel bene o nel male, ma non parlano male di voi o di altri, cosa che invece vedo fare a voi. Secondo me è scorretto fare questo, è più corretto dire: siamo un gruppo che cerca di affiliare delle officine, ma x entrare devono avere certi requisiti, stop. No tirare fuori che tizio, Caio e Sempronio fanno questo o quello. Io so che ora che devo fare la distribuzione di una a4 b8 143 cv se vado in Audi conce da marzo che come ogni anno comincia lo sconto del 25% sui ricambi pago circa 800€ ma ho 2 anni di garanzia su ricambi e mano d opera, nessuno da 2 anni su mano d opera, audi si. Se compro i ricambi in internet marca INA che sono la marca di quelli originali senza il logo della cass madre, con 235€ ho tutto il necessario, quando in Audi li pago quasi 500€ scontati, vado dal meccanico che so essere bravo su questi motori perché ha lavorato 20 anni in Audi e poi ha aperto una officina generica , lavora a 30€ ora, ma se vado coi ricambi allora sale a 40€ ora, lui impiega 8 ore, ovvero 320€ più 235 di ricambi fa 550€ circa. Non voglio ricevuta pago 60€ in meno, con 490€ faccio il lavoro che in Audi mi costa 800€. Cosa faccio? Non ho bisogno di uno che mi dica cosa fare, decido io, e siccome so essere il lavoro più delicato da fare su un auto la porto in Audi, si pago 800€ ,ma ho 2 anni garanzia su mano d opera e ricambi, la mobilità rinnovata x due anni e dormo tranquillo. Ultima possibilità, posso farmela io perché un po di nozioni le ho, ma non ho una dinamometrica x stringere i bulloni dei cuscinetti e del tendicinghia, non ho le dime , mi serve uno che mi aiuti visto che devo smontare il muso e i radiatori auto, e cosa più importante non ho un vag professionale, ma un DVD da 50€ che non mi permette di dialogare come voglio con la centralina, tutto ciò per dire che le persone anche da sole sanno decidere cosa fare, OK alcuni no e vanno aiutati, ma aiutarli non significa screditare tutti. Forse sbaglio, ma da fuori e non essendo di parte io vedo questo di voi.

    1. Maurizio, il nostro servizio nasce grazie alle richieste che ci arrivano ogni giorno da migliaia di automobilisti.
      Che tutti siano informati è una grande bugia, basta vedere i preventivi che ci inviano gli automobilisti che si sentono truffati.

      La garanzia di due anni sui ricambi non te la da Audi perché è buona e gentile con te, lo stabilisce la legge, quindi qualunque ricambio acquistato, di qualunque marca e fatturato è soggetto a due anni di garanzia, tranne per i rigenerati.

      Secondo te tutti gli automobilisti conoscono il codice del consumo e la legge Ber 461/2010? Secondo me non le conosci nemmeno tu, ma tranquillo che ci sono ancora migliaia di meccanici che non le conoscono e di lavoro sull’informazione non manca. Come direbbe il presidente del consiglio “Maurizio stai tranquillo!”.

      Devi sapere inoltre che il 45% dei nostri utenti appartiene al gentil sesso. Secondo te una studentessa o una casalinga si mette a comprare i programmi e le diagnosi per controllare lo stato delle loro auto? Acquista i ricambi sul web per montarseli da sola?

      Detto questo vatti a leggere i nostri articoli sulla legge Ber e codice del consumo, che una ripassata non ti fa male e ricorda che il nostro lavoro consiste nell’allertare l’automobilista sulle bufale presenti sul web che sono tantissime.

    2. Alessandro Cosimetti (AutofficinaSicura)

      Ciao Maurizio, nessuno sta screditando nessuno. Se scriviamo che il gestore di una piattaforma (che mette in contatto meccanici ed automobilisti) non sa quanto fanno le sue autofficine, un motivo c’è. Tale motivazione, deriva dal semplice fatto che abbiamo usato questi siti come fossimo clienti. E se chiedo al gestore del sito “Ma dal preventivo che ho ricevuto (che poi sarebbe solo una email priva di ogni dato) non scrivono quale tipologia di cambio utilizzano. Cosa montano?” e se loro mi rispondono (per iscritto!) “Non lo sappiamo, deve chiederlo al meccanico”, bé, a questo punto le chiacchiere stanno a zero. Non sanno quali ricambi montano i loro meccanici. Stop!

      Che tu sia un esperto che sa perfettamente cosa fare, nessuno lo contesta e ci fa anche piacere, ma la stragrande maggioranza degli automobilisti non lo sanno. Altrimenti non commenterebbero in massa ogni giorno questo blog, non riceveremmo decine di email al giorno, non avremmo quei picchi di traffico dalle visite. Non avremmo continue richieste di supporto.

      Se i gestori di questi siti, ritengono che quanto stiamo scrivendo sia falso, diamo a loro diritto di parola. Possono commentare i nostri articoli alla quale noi poi risponderemo con le email ricevute, che abbiamo in archivio e alla quale dovranno darci un’ulteriore risposta.

      Infine, dalle comparazioni che abbiamo pubblicato più volte su questo blog, pare proprio che in tanti, ancora oggi, non sappiano cosa siano gli aftermarket o quanto meno troppi meccanici non li montano. Altrimenti questo come lo spieghi? https://www.autofficinasicura.com/ripara-auto-online/

  2. salve , è utile metteri il liquido senza contenuto di acqua (evans npg cooling)nell’impianto di raffreddamento dell’auto tdi 1400 tre cilindri con 215000 km , non ho problemi di nessun genere ma se può essere utile per prevenire futuri problemi tendenzialmente sarei disposto a utilizzarlo considerando che promette di abbattere il calore del 40/100 e non provoca ossido tipo la rugine nell’impianto . spero mi possiate rispondere in fretta e professionalmente grazie dario

  3. salve ho una panda serie 2 quando avvio il motore come che partisse a 3 (non lo fa spesso) sono stato dal mio meccanico e mi a detto che e la centralina,con il costo di 500€ ma facendo un giro su internet ho visto che ci sono varie centraline e di cui ho notato una centralina controllo impianto d’accensione,(€20) voi che mi consigliate.Grazie
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?


Articoli recenti del blog