Ricambi auto online su eBay: Fate attenzione prima di acquistare

Ricambi auto eBay: Garanzia e Codice del Consumo

Quali sono i parametri di scelta che un automobilista applica prima di acquistare un ricambio auto online? La crisi, oltre ad aver spostato le vendite da offline a online, sembrerebbe aver “santificato” alcuni venditori.

Eseguendo un’analisi dei siti e-commerce presenti in Rete, il Nord Italia è caratterizzato da venditori che operano con un proprio negozio (sito) online. Diversamente, nel Centro-Sud quasi tutti i rivenditori di ricambi auto online utilizzano eBay.

In questo mercato vince chi riesce a spuntare il prezzo più basso. Ma spesso l’offerta vantaggiosa nasconde delle insidie.

Garanzia sul ricambio auto online

Nella maggior parte dei negozi presenti su eBay, difficilmente il rivenditore evidenzia i 2 anni di garanzia del ricambio come previsto dal Codice del Consumo. Nelle condizioni di vendita compaiono spesso assurdi tempi di garanzia come esempio “48 giorni dalla data di acquisto”.

Basta fare un giro su eBay e leggere con attenzione tutti i regolamenti di vendita riportati nelle inserzioni. Ricordate che la garanzia di un ricambio auto viene riconosciuta dal costruttore per 2 anni.

Ricambio auto nuovo o usato?

Sempre su eBay, sono presenti dei ricambi auto dove non si capisce se siano nuovi oppure usati (rigenerati). Se non siete sicuri dell’integrità del ricambio, chiedete al venditore maggiori delucidazioni e successivamente valutate il prezzo di offerta.

Fattura sul ricambio auto

E’ assurdo richiedere la fattura quando questa deve essere obbligatoriamente emessa. La fattura di un ricambio auto, oltre al listino di vendita, deve contemplare anche il codice di ogni singolo componente.

L’omissione della fattura comporta spesso:

  • Ricambi contraffatti
  • Ricambi acquistati in nero dal rivenditore
  • Ricambi rubati (incauto acquisto con denuncia ai danni dell’acquirente)
  • Evasione fiscale

I codici dei ricambi auto

Su alcune inserzioni, abbiamo trovato dei ricambi auto identificati con dei codici della casa automobilistica originali ma vecchi. Vengono definiti in tale modo quando la sostituzione spesso ha a che fare con un difetto corretto ma persistente nel vecchio ricambio auto ancora in commercio sui vari siti.

Ricambi auto contraffatti

Questi ricambi auto arrivano direttamente in officina e venduti in gran parte su Internet. Il numero di sequestri effettuati dalla Guardia di Finanza negli ultimi mesi hanno acceso i riflettori su questo argomento.

Si aggiungono ai ricambi auto contraffatti anche i lubrificanti e additivi chimici (ce ne occuperemo con un altro articolo). Qualche giorno fa abbiamo registrato delle segnalazioni nel Lazio che riguardavano interi fusti di olio contraffatti.

Il venditore di ricambi auto

Non voglio spaventarvi e allontanarvi dall’acquisto dei ricambi auto online su eBay. Il risparmio è garantito e anche mantenendo inalterata qualità dei prodotti. L’importante è che sia ben chiara la provenienza dei prodotti e l’identificazione del venditore (sede legale, recapiti telefonici, indirizzi email, servizi aggiuntivi, Partita Iva, reputazione online).

Prima di acquistare dei ricambi auto online su eBay – senza alcun impegno – contattateci e mostrateci le pagine di vendita.

Condividi l'articolo

Facebook
LinkedIn
Twitter
Email

Vuoi contribuire al contenuto di questo articolo? Oppure vuoi farci delle domande?

 

Scrivi qui sotto il tuo commento.

Ti risponderemo entro 24 ore!

9 commenti su “Ricambi auto online su eBay: Fate attenzione prima di acquistare”

  1. forse non è proprio il post…giusto per discuterne ma è da parecchio tempo che volevo accennare al fatto che trovo ingiusto che il meccanico debba ricavare un profitto dai ricambi e affini (olio filtri ecc.); cioè mi spiego meglio: il meccanico dovrebbe guadagnare sulla manodopera solamente e non lucrare sul materiale, in questo modo il cliente non sarebbe “costretto” (ogni volta) a rivolgersi di persona al ricambista e peggio ancora improvvisarsi almeno nella stragrande maggioranza dei casi meccanici-fai da te

    1. Giuliano Cosimetti

      @Carlo, infatti in molte altre nazioni il meccanico lavora solo di manodopera, logicamente con tariffe superiori a quelle italiane.
      Qui in Italia, specialmente al Sud ci sono meccanici che lavorano a 25 euro…come fai a mantenere l’officina aperta?
      Credo che in ogni cosa ci voglia un pò di equilibrio.

  2. Ciao Carlo, ti do perfettamente ragione. Mio cugino lavora al banco vendita di un autoricambi (after market) e mi ha fatto vedere una sera quanto pagano loro i ricambi e mi sono spaventato dei ricarichi assurdi che vengono messi sui prodotti after market o quelli revisionati. Per farti un esempio una coppia di semiassi revisionati hanno un costo massimo di 50-80 euro a seconda del veicolo, mentre tu al banco li paghi minimo 250-350 euro. Un bel affare ehehehh…le candele classiche che ti costano 8 euro l’una, l’autoricambi le acquista per 1,3 euro…6 volte di meno !!!
    Ovviamente il meccanico non le paga come te al banco, perchè ci sono accordi sotto banco tra ricambisti e meccanici. Quindi alla fine si tratta di un meccanismo studiato ad hoc per aumentare i guadagni anche notevolmente :-). Alla fine tutti vogliono massimizzare i guadagni quasi sempre a scapito dell’ignoranza della gente in materia. Parola d’ordine: studiare…studiare e studiare.
    Capisci benissimo ora il business e le pressioni che qualcuno fa sui ricambi after market…ciaociao

    1. Giuliano Cosimetti

      @Lorenzo, più che accordi sotto banco io li definirei accordi che rispettano una filiera commerciale.
      Anche l’automobilista può ottenere gli stessi prezzi di acquisto di un meccanico, basta presentarsi di persona al banco oppure attraverso i siti e-commerce.
      L’articolo in questione vuole accendere un riflettore proprio su questo mercato, che dal nostro punto di vista, girano troppi “ricambisti occasionali”.

  3. Allora…proprio ultimamente mi è capitato di acquistare olio (motore) e filtri (gasolio, aria,olio) per un tagliando fai da te (in verità mi avrebbe aiutato un amico ex-meccanico) poi per una serie di circostanze mi sono dovuto rivolger per forza di cose ad un’officina che con la modica cifra di trenta euro mi ha effettuato il tagliando; ora però porto come esempio solo il filtro gasolio a me costato 15 euro (scontato dal ricambista del quasi il 50 x cento) per lo stesso filtro lo stesso meccanico mi aveva già preventivato una trentina di euro

    1. Giuliano Cosimetti

      @Carlo, acquistando i ricambi per contro proprio si risparmia. Ma l’articolo vuole accendere dei riflettori su alcuni particolari delle vendite eseguite su Ebay. Chi ti ha venduto il filtro, ha emesso una regolare fattura?. Conoscevi già il prezzo di listino del filtro (senza calcolare lo sconto)?

  4. Ed infatti lo avevo preannunciato che stavo per scrivere cose non proprio attinenti…e comunque si è capitato che acquistassi qualcosa su ebay…ma sinceramente ho fatto poca attenzione a questi dettagli ma credo di si (mi ricordo di aver preso una volta tra le altre cose un filtro aria non originale per la nostra moto, solamente dopo venni a sapere che la moto mal digeriva un filtro aria non originale…infatti nel frattempo aveva dato noie…ma anche questa è un’altra storia) ;)

    1. Cerchiamo di essere onesti e di non prendere la parte del meccanico ladro. Oh poverino! Guadagna poco! Ma non vi accorgete che fanno dei lavori inutili e poi ti ritrovi con lo stesso guasto? Ed allora chi sta chiedendo il rimborso? Nessuno. Tutti temono il famigerato pirata meccanico. Ora Io stesso ho costatato un ricarico del 300 percento sul cambio di candelette e cioè 25 euro a candeletta invece che 10 euro a candeletta. 4 candelette 100 euro + manodopera = 150.
      Ingordigia, è ingordigia ragazzi. Niente altro.

      1. Roberto questo ragionamento lo devi fare con i codici e marca dei ricambi. Posso montarti lo stesso identico ricambio a prezzi diversi cambiando solo la marca. Il vero problema di voi automobilisti è che non avete a disposizione una banca dati (perché costa un bel po’ e non vi conviene comprarla) con i codici e listini originali casa auto e quelli per i prodotti aftermarket (o chiamali equivalenti). Io sinceramente non ho mai visto ricarichi del 300% su un ricambio…ma nemmeno quando lavoravo in Europcar e controllavamo i meccanici più disonesti. Al massimo ti cambiano inutilmente dei ricambi, oppure ti montano un ricambio rigenerato facendolo passare e pagare per uno nuovo. Ma arrivare al 300% no. Se puoi dammi i codici dei ricambi in questione e facciamo un’analisi con i dati ufficiali del costruttore e della casa auto.
        A breve metteremo in funzione un Forum con un’area “Automobilista Premium” dove potrete avere i codici e listini dei ricambi attraverso la nostra banca dati. In questo modo avrete la possibilità di acquistarli anche su Internet, consapevoli dei listini reali dei vari marchi e valutare più attentamente le offerte che trovate nei vari siti ecommerce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?


Articoli recenti del blog