autofficina di fiducia

Perché gli automobilisti in Italia stanno perdendo la speranza nel trovare un’autofficina di fiducia?

autofficina di fiducia

Due anni fa creammo una rete di assistenza con l’aiuto di alcuni ricambisti e distributori di ricambi. Purtroppo l’esito non fu positivo e non certo per colpa nostra. Volevamo dare agli automobilisti la possibilità di ottenere un servizio in piena trasparenza con preventivi certificati e vantaggi sulle tariffe di manodopera e sconti sui ricambi aftermarket.

Chi doveva sostenerci e aiutarci ad ampliare la rete di assistenza, in realtà non lo fece. In alcuni casi non ci venivano forniti i meccanici nelle località da dove i nostri utenti ci scrivevano, privandoli così dell’assistenza. Gran parte di coloro che sottoscrissero il contratto, non rispettarono le procedure riportate. Peggio ancora, non fissavano gli appuntamenti con i clienti da noi canalizzati. Va detto che oltre al nostro progetto, sono falliti anche quelli degli altri network più blasonati che – a differenza del nostro – puntano solo al fatturato sull’acquisto dei ricambi generato dai meccanici/clienti.

A distanza di due anni continuiamo a ricevere richieste di assistenza da tutta Italia (e anche dall’estero). Premetto che – ad oggi – non abbiamo ancora effettuato campagne pubblicitarie per la meccanica generale (al momento collaboriamo con Champion per la manutenzione sui cambi automatici).

Di seguito una email arrivata il 31 luglio scorso.

automobilisti in cerca di autofficine di fiducia

Ma ci sono anche meccanici che hanno collaborato con noi e sarebbero felici di tornare a farlo.

richiesta collaborazione meccanici

Volete sapere qual è il nostro “segreto”?

Da anni gestiamo questo editoriale online dove diamo consigli agli automobilisti 7 giorni su 7 rispondendo ai loro quesiti entro 24 ore dalla richiesta. E lo facciamo 365 giorni all’anno, anche a Natale e Capodanno, Ferragosto, primo maggio ecc. Gli articoli pubblicati fino ad ora, riguardano i difetti più comuni sulle auto. Negli anni abbiamo scoperto che:

  • l’automobilista calcola attentamente i costi di gestione e non più solo quelli di acquisto;
  • i proprietari delle vetture vogliono conoscere attentamente cosa decreta i costi di riparazione. Per questo ricorrono frequentemente ad Internet. Contattano altri automobilisti attraverso i vari forum, valutano le offerte dei ricambisti;
  • l’automobilista è stufo di dover lasciare l’auto (anche per un tagliando) senza sapere che genere di ricambi verranno montati, i loro costi, i tempi e le tariffe di manodopera applicate;
  • una volta letto il nostro editoriale, interagito con noi, giungono sempre alla stessa domanda: «Potete consigliarmi un meccanico onesto?»;
  • spesso hanno pretese eccessive. Ad esempio dopo aver acquistato i ricambi per proprio conto, pretendono che il meccanico li monti ad una tariffa di manodopera fuori mercato e senza tener conto dei tempi di montaggio prescritti dalla casa automobilistica.

Nel frattempo cosa fanno solitamente i meccanici?

  • Molti non hanno l’organico per assistere il cliente rilasciandogli dei preventivi scritti e dettagliati;
  • qualcuno è palesemente disonesto. Non emette preventivi e in caso di difettosità sostituiscono i ricambi fino alla risoluzione del problema (generando costi esorbitanti per l’automobilista);
  • spesso non sono in grado di relazionarsi con i clienti generando spesso malintesi (soprattutto online);
  • moltissimi non vogliono rilasciare i preventivi perché spesso gli automobilisti li utilizzano per confrontarli con altri ed avere i codici dei ricambi da acquistare successivamente online (quasi ogni giorno riceviamo richieste di questo tipo);
  • i più disonesti (e ce ne sono molti) preferiscono lavorare esclusivamente per le flotte aziendali dove il vero proprietario dell’auto non può valutare i lavori eseguiti. Tutto ciò, ormai da anni, crea enormi disservizi all’intero settore dell’autonoleggio sotto ogni punto di vista come spiegato in questo articolo.

Dal mio punto di vista, errori commessi da entrambe le parti compromettono il rapporto tra artigiano e cliente. Nel nostro piccolo potremmo riprendere il servizio, magari partendo da una sola città (ne abbiamo già in mente una).

La differenza tra ciò che facciamo noi e le grandi aziende che ad oggi vantano migliaia di meccanici affiliati

Come scritto più volte, la maggior parte dei network vengono creati e gestiti da aziende che operano nella distribuzione dei ricambi. Oltre al commercio di quest’ultimi, promuovono corsi di formazione molto interessanti e sempre aggiornati. Certamente, tra i loro compiti, non c’è la canalizzazione degli automobilisti presso le officine affiliate. E’ vero che spendono (male) parecchi soldi in pubblicità, ma quasi mai questa viene rivolta agli automobilisti. Non rientra nelle loro caratteristiche metodi per procacciare clienti ai meccanici. Solitamente si limitano a degli accordi di assistenza con aziende del noleggio auto.

Precisiamo che il nostro lavoro è ben diverso. Non si sovrappone a quello dei gestori dei suddetti network. Noi comunichiamo quasi esclusivamente con l’automobilista (uomo, donna, giovane, anziano ecc.)

Non è nostra intenzione formare i meccanici o vendergli ricambi. Accogliamo le richieste degli automobilisti rispondendo ai loro (tanti) dubbi attraverso i commenti rilasciati sotto i nostri articoli, tramite la chat attivata direttamente sul nostro sito (attivata a febbraio 2017, al 3 agosto vanta oltre 600 ticket di assistenza aperti e lavorati con un ritorno del 21% da parte degli automobilisti soddisfatti).

Quello che abbiamo intenzione di ri-creare, non sarà una rete da mille officine. Ne bastano di meno, curate però negli aspetti che ad oggi non vengono considerati importanti. Per tale motivo, questa volta partiremo da una sola città probabilmente già da inizio settembre.

Condividi l'articolo

Facebook
LinkedIn
Twitter
Email

Vuoi contribuire al contenuto di questo articolo? Oppure vuoi farci delle domande?

 

Scrivi qui sotto il tuo commento.

Ti risponderemo entro 24 ore!

10 commenti su “Perché gli automobilisti in Italia stanno perdendo la speranza nel trovare un’autofficina di fiducia?”

  1. E’molto difficile tutto in un Paese in cui ormai la malafede domina.

    Un preventivo comporta responsabilità, obblighi possibilità di controllo,anche fiscale.Poi i meccanici non pagano i ricambiati,i clienti non pagano i meccanici, i meccanici non pagano i lavoranti,tutti cercano di non pagare le Tasse…

    Il portale è molto utile come informazione e divulgazione,soprattutto però verso persone già appassionate d’auto.

    Non essendoci però copertura di servizio il cittadino incorre in un ulteriore delusione.

    Ormai tenta l’approccio o verso le Concessionarie della marca(se ha un mezzo recente) oppure verso dopolavoristi che,talvolta anche con impegno e volonterosi che rappezzano auto vecchie.
    Il che si scontra con la sicurezza,ma in questo Paese niente è rettilineo.
    Come ben sai nel Paese accanto alla mia città la serietà è differente.Ho un auto nuova e spero bene.In Inghilterra, ha cinque anni di garanzia,km illimitati.Da noi tre.Anche questo è Italia.

    1. Alessandro Cosimetti (AutofficinaSicura)

      Ciao Roberto, non ho ben capito. Hai esperienze con officine in Inghilterra?

  2. Patrizi Placido

    Ciao Alessandro sono <Placido come sai io vivo e risiedo in Romania qui ancora esistono meccanici onesti sono poche le officine io personalmente mi reco solo in Fiat e vedo tutto quello che fanno alla mia Fiat Idea Diesel con filtro particolato e sono onesti e poco costosi in Italia purtroppo non e possibbile vivere troppi evasori e grande mafia pensa che un cambio di olio Selenia e tutti i filtri in originale spendo 120 eu in Italia ho speso 370 eu a Roma ma o visto che l'officina a chiuso che significa ? mi trovo bene congradulazione per il vostro attento lavoro ciao Placido

    1. Ciao Placido, posso immaginare la situazione dalle tue parti. Va anche detto che l’artigiano in Italia viene vessato mentre presumo che in Romania abbia modo di lavorare con serenità. Certo, questo non giustifica le furbizie di alcuni meccanici. Da parte mia, posso dire che spesso basterebbe poco per fare una grande differenza.

  3. pietro autofficina D'angelo

    Ciao Alessandro Ciao Giuliano. sapete bene di me . auto riparatore da poco in pensione dopo 53 anni di questo mestiere è che ancora svolgo per aiuto a delle officine con dei problemi tecnici . lo faccio con amore purtroppo è un mestiere che entra dentro di te. insomma è il mestiere più affascinante. è pieno di sorprese, non si finisce mai di imparare . al discorso dei comportamenti delle officine è tutto vero . esistono officine TOP! dove lavorano professionalmente è grande Onestà . poi esistono incompetenti è Ladri . potrei raccontarvi tante ingiustizie di certe officine . avete letto della signora che con spia guasti accesa il meccanico a sostituito il motore ? e non solo la spia rimane accesa è decide che la colpa è del catalizzatore ? alla fine la spia e rimasta accesa .

  4. pietro autofficina D'angelo

    Ciao Alessandro è Giuliano .l’altro giorno sul forum Elena con un’auto 1400 cc a benzina a fatto sostituire olio filtro olio è filtro aria . a speso 200 € euro. forse neanche in concessionaria. Ricordo alle officine che lavorando Onesti è professionalmente a regola D’arte .Guadagnerete di più. è lasciate contento il cliente !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?


Articoli recenti del blog