Gestione manutenzione flotte auto aziendali

La corretta manutenzione auto senza false promesse

Come tre meccanici hanno emesso tre diagnosi diverse e totalmente errate su una Citroen DS3 con un problema al filtro antiparticolato poi risolto al 100% da un quarto meccanico senza smontare nulla e facendo spendere molto meno al proprietario dell’auto

Qualche giorno fa ci contatta Fabrizio preoccupato per una spia rimasta accesa sulla sua auto, una Citroen DS3 1.4 HDI dotata di filtro antiparticolato

citroen ds3 filtro antiparticolato problemi

Spia a parte l’auto non presentava nessuna anomalia, quindi niente perdite di potenza, nessuna eccessiva fumosità dallo scarico o particolari odori di gas nell’abitacolo. Prima di contattarmi, Fabrizio, proprietario dell’auto (mio amico ed ex compagno di scuola) aveva fatto vedere l’auto a tre meccanici:

  • il primo affermava che il Fap era intasato e che occorreva “tirare” l’auto per effettuare la rigenerazione;
  • il secondo invece aveva diagnosticato un guasto alla turbina;
  • un terzo tecnico interpellato aveva consigliato di escludere il Fap senza nemmeno provare l’auto.

motore Citroen DS3 1.4 HDI

Faccio una premessa: Fabrizio utilizza l’auto ogni giorno per lunghe tratte dove la rigenerazione del filtro antiparticolato avviene con molta frequenza. Attualmente sul quadro strumenti sono segnati circa 209.000 chilometri con una manutenzione effettuata costantemente ogni 15.000. Come abbiamo ribadito più volte, le auto dotate di questo sistema di scarico – se utilizzate correttamente – non presenteranno mai problemi che possano indurre i proprietari a togliere illegalmente il filtro antiparticolato.

quadro strumenti Citroen DS3 1.4 HDI

Purtroppo, come avviene troppo spesso, c’è chi lo elimina promettendo all’automobilista ottime prestazioni e zero problemi. Oppure chi tenta di lucrare sostituendo componenti (come la turbina nel caso specifico).

Fortunatamente Fabrizio ci ha contattato e grazie ad un’officina che collabora con noi attraverso Champion, siamo riusciti ad evitare il peggio. La spia era accesa a causa di un guasto della pompa della cerina nel filtro antiparticolato. Al meccanico sono bastati pochi minuti per individuare il problema. In seguito, ordinato il pezzo, dopo due giorni l’ha montato sull’auto permettendo a Fabrizio di intraprendere un lungo viaggio da Roma fino in Sicilia.

Cosa sarebbe accaduto se si fosse affidato ai meccanici da lui interpellati?

Fabrizio avrebbe speso un bel po’ di soldi per sostituire una turbina perfettamente funzionante (costo della turbina originale Citroen: € 527,14 + Iva). Molto probabilmente gli avrebbero tolto il filtro antiparticolato rendendo la sua auto illegale e svalutandola economicamente. Ma soprattutto avrebbe respirato un bel po’ di particolato in maniera continuativa, anche da fermo (e non più solo durante le rigenerazioni).

Di seguito riportiamo la recensione che Fabrizio ha gentilmente lasciato sulla nostra pagina di Facebook.

recensione facebook Citroen DS3 1.4 HDI

Questa recente storia, serve a farvi capire che ci sono troppi autoriparatori incapaci di eseguire delle diagnosi sulle auto. Tutto ciò, senza nemmeno provarle su strada. Spesso per pigrizia e poca preparazione tecnica. Altri invece, tentano la sostituzione dei componenti per esclusione, in modo da lucrare il più possibile. Quando si tratta di un veicolo con il Fapo, per loro, la parola d’ordine è “toglierlo” spesso a costi esagerati quando per molto meno si può acquistare un filtro antiparticolato aftermarket nuovo e garantito. Di seguito un commento di uno dei tanti forum online di “esperti” (notare le virgolette).

acquistare filtro antiparticolato aftermarket nuovo e garantito

Altri meccanici prendono molto di meno, ma abbiamo anche avuto modo di analizzare vetture che girano liberamente su strada con la spia accesa (solo in Italia è possibile far passare la revisione ministeriale ad una macchina con la spia del Fap accesa).

Quando avete problemi sull’auto – come li ha avuti Fabrizio – vi consiglio di farla provare a più di un meccanico. Non fermatevi ad una sola officina. Sentite cosa vi propongono e richiedete dei preventivi scritti per poterli confrontare. Fate sempre massima attenzione!

Altri articoli su questo argomento:


Articolo scritto da Giuliano Cosimetti (AutofficinaSicura)


Inizia la sua carriera nel settore automotive come operaio presso un’autofficina meccanica di Roma. Successivamente entra a far parte della Europcar (nota multinazionale di autonoleggio) occupandosi del controllo dei preventivi di carrozzeria e meccanica diventando - dopo nemmeno un anno - coordinatore del pool ispettori. Prosegue la sua carriera presso la ServiziAutoOnline (Saol) dove sviluppa il primo portale di meccanica online e una capillare rete di assistenza per alcune aziende del noleggio a lungo termine. Oggi è amministratore della GenesiSaw Srl dove si occupa principalmente di assistenza flotte aziendali. | Facebook | Twitter | Linkedin | Google+ |


9 Commenti a Come tre meccanici hanno emesso tre diagnosi diverse e totalmente errate su una Citroen DS3 con un problema al filtro antiparticolato poi risolto al 100% da un quarto meccanico senza smontare nulla e facendo spendere molto meno al proprietario dell’auto

  1. Ciao Giuliano . l’automobilista per guasti sulle loro vetture anno ragione di avere
    paura di lasciare la sua auto in officina . e chi ci può dare torto ? tante di queste officine sono incapaci di svolgere il mestiere , facilità a sostituire dei
    pezzi a casaccio . tanto i soldi li mette il cliente, ma i veri meccanici quelli
    professionali in gamba che per fortuna cene sono parecchi. e quando sentono queste
    cose ci restano male come pure io . poi non parliamo dei classici fissati alla
    eliminazione dei FAP.ce un casino in giro. intanto ricordo ancora di chiedere il
    preventivo , la marca del ricambio . e il tempo della consegna dell’auto. Ciao

  2. Il FAP è un casino.Aiuta tutti i ladri in tuta blu, consente diagnosi sballate a meccanici incompetenti,rischia di provocare incendi nei boschi e nelle praterie, produce particolati extrafini che sono più cancerogeni ed infernali degli altri inquinanti,si guasta,rischia di mettere in difficoltà persone con blocchi improvvisi di recovery.Puo’ essere addirittura MOLTO PERICOLOSO.So di AMBULANZE andate in recovery per il FAP durante un intervento.

    E’ un sistema nato difettoso in fase di progetto,costruito su pressioni politico/bempensanti-pseudoecologiste,mai riprogettato da cima a fondo,costruito guardando al RISPARMIO INDUSTRIALE.

    Non a caso ormai sostituito sui mezzi da lavoro e su quelli più costosi(o che consentono un risparmio in scale di catena produttiva su altri componenti),
    dal sistema ad ossidazione molecolare (detto AD Blue).

    Tu dici ormai frequentemente di questo dispositivo:

    Non dici BENE,ma DICI.

    Ma siamo reali.

    La macchina deve essere sicura,solida,confortevole e facilmente riparabile da chiunque abbia un onesta competenza meccanica ed una diagnostica adeguata,ma non obbligatoriamente specifica nè estremamente onerosa da ammortizzare(con forti ricarichi sull’eseguito al cliente).

    Detto questo i ladri sono ovunque,i superficiali pure,i desiderosi del risparmio costi quel che costi anche.

    Tutti sono figli del nostro tempo difficile Giuliano.
    Spero che mi darai ragione Giuliano,pensando magari che è meglio far morire l’argomento.

    Confido nella pubblicazione.
    Ciao,Roberto.

    • Ciao Roberto, il primo articolo contro il Fap lo scrissi nel 2008 quando ancora non erano così diffusi i problemi che genera ancora oggi.

      http://www.autofficinasicura.com/78-filtro-antiparticolato-cerina/

      Purtroppo questo sistema anti inquinamento (detto così fa ridere) è parte del veicolo e per legge deve rimanere li. Il vero problema è che moltissimi automobilisti hanno acquistato auto diesel nonostante fossero consapevoli di utilizzarle per brevi tratte urbane (anni fa il diesel lo comprava solo chi macinava molti chilometri all’anno). Sicuramente il prezzo crescente della benzina ha contribuito ad aumentare gli acquisti di queste auto.

      Chi le usa per lunghe tratte non ha problemi (un esempio lo trovi nell’articolo pubblicato ieri http://www.autofficinasicura.com/21056-citroen-ds3-filtro-antiparticolato-problemi/

      Un altro grosso problema lo riscontriamo nei veicoli dove è stato tolto. In questi casi il particolato generato dalla combustione del gasolio non viene più trattenuto ed esce in maniera continuativa dallo scarico anche con il motore al minimo (tipo la mattina quando lo scaldiamo prima di partire). In poche parole, con il Fap inquini quando parte la rigenerazione in autostrada, senza inquini uguale ma te lo respiri direttamente. Chi fa pochi chilometri all’anno deve passare all’auto a benzina, punto e basta. Ritengo doveroso continuare a trattare questo argomento perché ogni santo giorno moltissimi automobilisti ci chiedono come convivere con queste auto e bisogna fargli capire che togliendolo mettono maggiormente a rischio la loro salute (e non solo degli altri).

  3. Caro Giuliano sono Placido e come sai io ho una fiat diesel con filtro particolato e con 110700 km mi chiedo dove si trova la pompa della cerina nel filtro particolato io fra 2 giorni parto per Roma io vivo e risiedo in Romania e come ogni anno vado a Roma attraverso ungheria e tutta la slolenia e arrivo a trieste e da li Roma spero che tutto vada per il meglio ma se dovessi avere problemi come posso contattare il vostro centro grazie per la tua attenzione e ancora BRAVI Cordiali Saluti Placido

  4. Articolo assurdo, scrivete inanzitutto come dite sempre voi Cosa ha Cambiato. Nr di particolare e prezzo, e’ facile scrivere questo o quello ha fatto Altro. Gente come voi a Chi lavora in modo serio non fa affitto bene. E vediamo se lo publicate, lavoro in questo settore da 30 Anni e qualcosina la so.

    • Daniele, tre meccanici (non uno ma ben tre) hanno diagnosticato l’assurdo! Su un’auto che aveva un problema dovuto da una valvola non funzionante c’è stato chi voleva sostituire la turbina (perfettamente funzionante) a chi invece voleva togliere un Fap perfettamente pulito. Non si getta fango sulla categoria ma su chi dovrebbe cambiare mestiere.

Commenta inserendo questi dati. (Il tuo commento andrà prima in moderazione e pubblicato entro 24 ore)

Inviaci un messaggio privato tramite Facebook. ATTENZIONE: Se hai già lasciato un commento sotto l'articolo, NON inviarci lo stesso messaggio anche su Facebook. I tempi di risposta sono esattamente gli stessi!


Inviaci una e-mail (Ti risponderemo entro 24 ore)

AutofficinaSicura è un marchio di proprietà di Alessandro Cosimetti s.p.


- Privacy Policy

- Cookie Policy

Copyright © 2010 - 2017

VAT SI46937072


Sede legale: