Gestione manutenzione flotte auto aziendali

La corretta manutenzione auto senza false promesse

Come riconoscere l’originalità di un cristallo per auto ed evitare che sulla tua vettura venga montato un vetro di “dubbia provenienza”

cristalli per auto originali

Sostituire un parabrezza oppure uno scendente-porta della vostra vettura, potrebbe sembrare un’operazione semplice e alla portata di tutti. Per vostra sfortuna non è così!

Per chi non l’avesse ancora capito, il mondo dei cristalli per auto è abbastanza complesso. Dal mio punto di vista, il consumatore finale, più che la tecnica di montaggio dovrebbe conoscere come vengono prodotti i cristalli e la loro provenienza. Parabrezza, lunotti e scendenti vengono creati da aziende che a loro volta riforniscono le “case auto” per il primo equipaggiamento. Esistono poi altre ditte che riproducono fedelmente i cristalli, garantendo qualità e sicurezza. Infine, come avviene in molti altri settori, ci sono anche aziende che producono e introducono in commercio pessimi prodotti che andrebbero evitati come la peste.

Il primo grosso errore dei network di montaggio dei cristalli per auto

Mi affacciai su questo mondo nel 2011 supportando un’azienda del settore. Girando per l’Italia notai come molto spesso i centri di montaggio e carrozzerie acquistavano dei parabrezza che non rispettavano gli standard richiesti dalla “casa auto” con difetti ben visibili ad occhio nudo. Nel girovagare trovai anche dei parabrezza falsi che riportavano i loghi di note aziende palesemente replicati se confrontati con quelli reali.

A quanto pare, problemi di questo tipo non sono solo riscontrabili nei centri indipendenti o nei “furgonari” (installatori ambulanti improvvisati). Ad esempio in un articolo di Sicurauto, un’automobilista racconta la sua esperienza con la sostituzione di un parabrezza presso un noto network. Leggere di seguito i commenti dei moltissimi utenti, fa capire molte cose!

Ad esempio quello di Antonio Nardi:

“Sei anni fa ho dovuto far sostituire il parabrezza originale (Saint-Gobain) danneggiato da una pietra caduta dal cassone di un camion. Portato l’auto nell’officina di fiducia (a Verona), mi fissarono l’appuntamento per la sostituzione. Non ho assistito all’operazione, quindi non so chi abbiano chiamato, comunque mi hanno montato un ***. Vedevo tutto deformato ed a onde se guardavo dalla parte del passeggero. Per quanto mi riguarda, uno schifo”.

Se avete letto attentamente gli altri commenti, anche nei grandi network di cristalli, dubbi e problemi sull’operato dei centri di montaggio sono all’ordine del giorno. Ce ne sono addirittura alcuni con i loghi cancellati, come volessero occultarne la provenienza.

A tal proposito, riportiamo anche il commento di Katia Pellegrin sempre dall’articolo di Sicurauto.

“Raccontare la mia storia è un po complicato, ma assicurare l’auto con *** è tutta una grande truffa organizzata con le assicurazioni. Dopo aver pagato per anni il servizio assicurativo alla mia agenzia (per fortuna, senza averne mai usufruito), mi sono ritrovata a dover sostituire il cristallo anteriore della mia Toyota a mie spese. Tutto perché il centro *** voleva montare un vetro originale non marchiato. Cosa significa un “vetro origniale non marchiato”?

Per questo tramite una partnership, abbiamo ideato una distribuzione centralizzata dove il cristallo viene acquistato dal produttore principale e inviato presso i centri di montaggio. Nessun affiliato potrà montare un parabrezza acquistato per proprio conto mediante canali di acquisto sconosciuti e poco trasparenti. In questo modo si evita di installare sulle auto uno dei tanti prodotti scadenti citati nel post di Sicurauto.

Le principali aziende produttrici di cristalli per auto

Tra tutte c’è la AGC di cui sotto mostriamo il certificato di qualità firmato dal vice presidente Alain Crouzillas.

certificazione cristalli per auto

E’ affidabile un cristallo per auto di primo impianto senza marchio della “casa auto”?

E’ un prodotto garantito, rispetta tutti gli standard qualitativi e di sicurezza ma soprattutto, viene realizzato secondo le caratteristiche dell’OEM (Original Equipment Manufacturer, ovvero “produttore di componenti originali”). Sono a tutti gli effetti originali primo impianto anche se non riportano il marchio della casa automobilistica (capita anche di trovarli con il logo AGC e quello della casa automobilistica).

Come spesso vi diciamo, dovete imparare a riconoscere i ricambi che vi propongono. Questo vale per tutti i componenti tra cui anche meccanica e carrozzeria.

Nel prossimo articolo parleremo delle altre case produttrici di cristalli per auto. Sveleremo altri aspetti sulla loro provenienza. Non mancheranno inoltre approfondimenti sulle problematiche legate al montaggio, specialmente dei parabrezza.


Articolo scritto da Giuliano Cosimetti (AutofficinaSicura)


Inizia la sua carriera nel settore automotive come operaio presso un’autofficina meccanica di Roma. Successivamente entra a far parte della Europcar (nota multinazionale di autonoleggio) occupandosi del controllo dei preventivi di carrozzeria e meccanica diventando - dopo nemmeno un anno - coordinatore del pool ispettori. Prosegue la sua carriera presso la ServiziAutoOnline (Saol) dove sviluppa il primo portale di meccanica online e una capillare rete di assistenza per alcune aziende del noleggio a lungo termine. Oggi è amministratore della GenesiSaw Srl dove si occupa principalmente di assistenza flotte aziendali. | Facebook | Twitter | Linkedin | Google+ |


Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?

10 Commenti a Come riconoscere l’originalità di un cristallo per auto ed evitare che sulla tua vettura venga montato un vetro di “dubbia provenienza”

  1. Più che lasciare un commento, avrei bisogno di porre un quesito…Tra i parabrezza della AGC Automotive e quelli della Pilkington, quali risultano di migliore qualità?. Grazie mille in anticipo. Salvatore

  2. Ho scheggiato con un sasso il parabrezza della mia tucson xpossible, sono coperto da assicurazione e la carglas ha richiesto alla hyunday il parabrezza originale marcato hyunday.posso stare tranquillo che sara lo stesso dei miei vetri marcati AGC Automotive? La macchina ha solo 5 mesi. Grazie. Franco

  3. E da circa un mese e mezzo che ho sotituito il parabrezza alla mia hyunday tucson con un altro originale sempre marcato hyunday agc automotive, a distanza di questo tempo mi sono accorto che presenta una miriade dimicro puntini,il lavoro e stato eseguito dalla carglass, puoi dirmi cosa sono questi puntini e a cosa sono dovuuti?grazie Franco

  4. È da circa 15 giorni, che sulla mia tucson xpossible,ho notato degli aloni sul cruscotto lato passeggero, come se fosse sbiadito.ha cosa può essere dovuto ,e come fare a farle a dare via.premesso che ancora alla hyunday non sono andato,si può ipotizzare un difetto di fabbrica, visto che ci sono altri casi analoghi. Grazie Franco

Commenta inserendo questi dati. (Il tuo commento andrà prima in moderazione e pubblicato entro 24 ore)

Inviaci un messaggio privato tramite Facebook. ATTENZIONE: Se hai già lasciato un commento sotto l'articolo, NON inviarci lo stesso messaggio anche su Facebook. I tempi di risposta sono esattamente gli stessi!


Inviaci una e-mail (Ti risponderemo entro 24 ore)

AutofficinaSicura è un marchio di proprietà di Alessandro Cosimetti s.p.


- Privacy Policy

- Cookie Policy

Copyright © 2010 - 2017

VAT SI46937072


Sede legale: