Gestione manutenzione flotte auto aziendali

La corretta manutenzione auto senza false promesse

Diesel Gate: Tutti i danni (fisici e morali) subiti dai clienti Volkswagen che ora potranno richiedere un risarcimento avviando almeno 1 di queste 3 azioni legali

richiesta risarcimento danni volkswagen
Foto: Linkedin Pulse

In tutto il mondo, almeno 11 milioni sono le vetture richiamate dalla Volkswagen in quanto gestite da un software della centralina di controllo truccato per eludere i veri livelli di gas dei motori diesel a 4 cilindri.

A più riprese, Volkswagen disse di essere al lavoro per trovare una soluzione, sebbene ancora non si conoscono gli interventi che verranno realizzati e quali saranno le conseguenze sulle vetture coinvolte.

È presumibile che si interverrà – non solo sul software – ma anche sul sistema di iniezione aggiornando l’impianto e pulendo l’intero insieme. In ogni caso, il proprietario della vettura si ritroverà un mezzo diverso da quello acquistato, più inquinante di quanto dichiarato e forse – addirittura – in una classe Euro più bassa (con conseguenti potenziali limiti alla circolazione).

Intanto, tutti i possessori di vetture Euro 5: Volkswagen, Audi, Skoda Seat, possono verificare se il proprio mezzo è coinvolto. Basta prendere il numero di telaio ed inserirlo in un’apposta pagina del sito della casa madre come riportato di seguito:

Danni (molto probabili) per automobilisti e autosaloni

danni autosaloni volkswagen
Foto: Bloomberg

Chi ha acquistato un auto con la centralina “truccata” ha chiaramente subito numerosi danni. Questi potranno essere quantificati in modo più preciso quando si conoscerà il tipo di intervento proposto dalla casa produttrice per risolverlo. In ogni caso già da ora i danni riguardano:

  • depotenziamento delle auto;
  • perdita del valore di mercato;
  • rischio declassamento Euro 4/5/6 con impossibilità di circolare nelle aree a restrizione.

Senza contare i danni “morali” avendo involontariamente acquistato una vettura più inquinante e dannosa per l’ambiente.

Infine, come già anticipato sul nostro blog con un articolo di Riccardo Bellumori, per quanto concerne gli autosaloni e altri operatori professionali (noleggiatori, aziende proprietarie di flotte di vetture etc) è possibile configurare anche un danno di immagine oltre all’evidente difficoltà di vendere (o rivendere) le auto incriminate.

Cosa fare legalmente?

non si conoscono interventi realizzati volkswagen
Foto: The Blaze

Salvo il caso di chi ha ordinato l’auto e non l’ha ancora ricevuta (può chiedere la risoluzione del contratto e la restituzione di quanto eventualmente pagato come anticipo), i proprietari, in sostanza, subendo una truffa possono agire seguendo tre strade per ottenere rimborsi e risarcimenti:

  • Aderire ad una Class Action al fine di ottenere in un unico processo il risarcimento del danno subito dai cittadini danneggiati dal medesimo fatto. In realtà tale azione collettiva non porta direttamente ad un risarcimento. Qualora venisse accolta, il giudice potrà solo stabilire la condanna dell’azienda. In un secondo momento, fisserà le modalità per determinare gli importi dovuti e la procedura per attribuire il rimborso ad ogni singolo cittadino. Sarà poi una Camera di Conciliazione costituita presso il tribunale che si occupa della causa, a gestire le procedure di rimborso individuale. Si tratta di una procedura complessa con alti margini di rischio di fallimento in quanto eventualmente dichiarata inammissibile. Fino ad oggi su 50 azioni di classe solo 2 hanno ottenuto dei risarcimenti.
  • Fare una denuncia penale. In questo caso, ferma restando l’eventuale condanna penale per il responsabile, ai sensi della Legge 231/2001 sulla responsabilità penale delle persone giuridiche, il truffato potrà costituirsi parte civile nel processo e chiedere il risarcimento. Si tratta di un giudizio potenzialmente molto lungo.
  • Azione civile. Appare più economica – e forse più rapida – questa soluzione per ottenere un risarcimento del danno. Prima di farla, al fine di quantificare il danno materiale subito, occorre un’analisi dell’autovettura prima dell’eventuale richiamo dalla casa produttrice e ripeterla dopo le promesse modifiche da parte della stessa.

In quest’ultimo caso potete rivolgervi a…

Si consiglia vivamente di non firmare alcuna rinuncia ad azioni legali (ovvero altri documenti poco chiari) che le concessionarie potrebbero sottoporre al momento della convocazione in officina per l’annunciata campagna di richiamo dell’automobile.

Nel frattempo sarebbe opportuno inviare una lettera di diffida e produrre una descrizione dello stato attuale dell’auto da far sottoscrivere alle officine autorizzate incaricate del ritiro del mezzo.

Un team di legali che collaborano con AutofficinaSicura e che hanno studiato il caso, sono a disposizione per fornire assistenza su Roma, Torino, Genova, Milano, Bologna, Lucca, Macerata, Rimini e Parma.

Potete richiedere la nostra assistenza, contattandoci attraverso questo Modulo Contatto spuntando, nel menu a tendina (Come possiamo aiutarti?), la voce “assistenza legale”.

Stefano Toro avvocato

Questo articolo è stato scritto dall’avvocato Stefano Toro, rappresentante di un’associazione che si avvale anche di un network di professionisti sia in ambito legale che tecnico


Articolo scritto da AutofficinaSicura (Ufficio Marketing)


L'area di competenza, si occupa di analizzare e sviluppare statistiche nel mercato automobilisitco (autoriparazioni, ricambi auto) e aspetti legali. Ospita inoltre articoli scritti da altri autori fuori dalla nostra azienda.


Commenta inserendo questi dati. (Il tuo commento andrà prima in moderazione e pubblicato entro 24 ore)

Inviaci un messaggio privato tramite Facebook. ATTENZIONE: Se hai già lasciato un commento sotto l'articolo, NON inviarci lo stesso messaggio anche su Facebook. I tempi di risposta sono esattamente gli stessi!


Inviaci una e-mail (Ti risponderemo entro 24 ore)

AutofficinaSicura è un marchio di proprietà di Alessandro Cosimetti s.p.


- Privacy Policy

- Cookie Policy

Copyright © 2010 - 2017

VAT SI46937072


Sede legale: