Gestione manutenzione flotte auto aziendali

La corretta manutenzione auto senza false promesse

L’unica vera soluzione per evitare per sempre ogni genere di problema con il filtro antiparticolato senza ricorrere a inutili rigenerazioni e mappature

rigenerazione filtro antiparticolato

Uno degli argomenti maggiormente seguiti e commentati su questo blog riguarda i problemi scaturiti dai filtri antiparticolati (Fap – Dpf). A quanto pare la gran parte degli automobilisti vivono disagi causati da questi dispositivi.

Analizzando i vari commenti ricevuti ad oggi, ho notato che molti hanno acquistato un veicolo con motore diesel e filtro antiparticolato consapevoli che avrebbero effettuato giornalmente brevi percorsi. Se ancora non l’avete capito, i veicoli dotati di questo sistema di scarico non sono adatti per essere utilizzati solo nei weekend o per andare a fare la spesa.

Che senso ha acquistare un veicolo diesel per utilizzarlo su brevi tragitti?

veicoli per brevi tragitti

L’acquisto del veicolo diesel fino a qualche anno fa era d’obbligo per chi percorreva diversi chilometri al giorno (rappresentanti, tassisti, ecc). Oggi sembra una moda. A questo si aggiunge che nessun venditore vi ha mai spiegato attentamente come utilizzare queste auto (a loro interessava solo vendervela senza sapere forse cosa sia un Fap).

Che tipo di manutenzione necessita un veicolo con il filtro antiparticolato?

tipo manutenzione veicolo con filtro antiparticolato

La manutenzione su questi veicoli è molto più delicata rispetto alle auto a benzina. Prima di tutto l’olio motore ha un’importanza primaria – non solo per quanto riguarda la lubrificazione degli ingranaggi – ma anche per la salvaguardia dell’impianto di scarico. Forse molti di voi non lo sanno, ma ci sono meccanici che utilizzano lubrificanti con specifiche errate. A parte quelli che utilizzano il 10W40 su tutti i motori, altri fanno confusione. Ad esempio, quanti possessori della Croma 1.9 MJTD 120 cv sanno che per quel motore esistono due tipi di lubrificante? Si usa il 5W40 con specifica B3/B4 per le auto senza Fap e 5W30 specifica C2 per i veicoli con Fap.

Domandate al vostro meccanico la specifica dell’olio che ha utilizzato fino ad oggi sulla vostra auto. Il lubrificante viene bruciato in piccolissime quantità in camera di scoppio per finire poi nello scarico.

Ogni quanti chilometri bisogna effettuare il cambio olio motore?

Un altro punto cruciale riguarda i tempi di percorrenza tra un tagliando e l’altro. Le case automobilistiche consigliano il cambio dell’olio dopo svariati chilometri (anche dopo 35.000). Questo utilizzo estremo del lubrificante comporta problemi alla valvola Egr e soprattutto ai filtri antiparticolati. Un utilizzo prolungato dell’olio provoca anche l’intasamento dei collettori di scarico e la formazione di morchie all’interno del motore e nelle turbine.

Sostituendolo ogni 15.000 chilometri noterete dei miglioramenti sulle prestazioni e sulla compressione nei cilindri (esistono apparecchiature in grado di calcolare lo spunto di compressione dei cilindri anche sul diesel).

Le insidie delle rigenerazioni del filtro antiparticolato

rigenerazione filtro antiparticolato

E’ consigliabile spegnere il motore solo dopo l’avvenuta rigenerazione del filtro antiparticolato. Questa procedura dovrebbe essere consigliata dai meccanici stessi che invece tendono a togliere i filtri. Molte auto hanno la spia che segnala l’imminente rigenerazione, altre no.

Cosa penso personalmente dei filtri antiparticolati

stefano montanari danni filtri particolati

Da sempre sono contro questi dispositivi, da quando nel 2007 partecipai ad un meeting con il Prof. Stefano Montanari (in foto) e dove poco prima della cena organizzata dall’ente locale, mi illustrò i danni che questi filtri avrebbero provocato nel tempo. Tanto che nel 2008 scrissi il primo articolo su filtri antiparticolati. Purtroppo qualche utente distratto, leggendo i miei recenti articoli, ha pensato che fossi favorevole al Fap per il semplice fatto che sono contro chi lo elimina rimappando la centralina.

In realtà cerco solo di mettere in guardia l’automobilista sulle possibili denunce penali previste per chi elimina il Fap dalla propria auto (una per modifica/omissione di un dispositivo omologato e l’altra per inquinamento ambientale). Qualcuno ritiene impossibile scoprire l’omissione grazie ad una corretta mappatura della centralina motore, ma se leggete bene tutti commenti che ci sono arrivati, capirete che anche rimappando la centralina prima o poi i valori varieranno nuovamente. Inoltre basterebbe utilizzare l’OBD2 per valutare la temperatura all’interno del filtro e scoprire se è stato svuotato.

Ci sono persone multate e denunciate durante i controlli con gli analizzatori di scarico da parte della Polizia Stradale. Questo dovrebbe farvi capire che i valori dei gas possono variare nel tempo e a vostra insaputa. State certi che prima o poi intensificheranno i controlli mettendo in difficoltà anche i centri di revisione compiacenti. Altrimenti come potrebbero fare cassa i comuni?

Detto questo, prima di comprare un’auto diesel dotata di filtro antiparticolato, chiedetevi se sia veramente il veicolo giusto per voi. Valutate le tratte stradali che percorrerete giornalmente perché i problemi causati dal Fap non valgono i pochi centesimi di risparmio sul carburante.

Altri articoli su questo argomento:


Articolo scritto da Giuliano Cosimetti (AutofficinaSicura)


Inizia la sua carriera nel settore automotive come operaio presso un’autofficina meccanica di Roma. Successivamente entra a far parte della Europcar (nota multinazionale di autonoleggio) occupandosi del controllo dei preventivi di carrozzeria e meccanica diventando - dopo nemmeno un anno - coordinatore del pool ispettori. Prosegue la sua carriera presso la ServiziAutoOnline (Saol) dove sviluppa il primo portale di meccanica online e una capillare rete di assistenza per alcune aziende del noleggio a lungo termine. Oggi è amministratore della GenesiSaw Srl dove si occupa principalmente di assistenza flotte aziendali. | Facebook | Twitter | Linkedin | Google+ |


Vuoi scoprire "7 segreti per risparmiare veramente in autofficina"?

259 Commenti a L’unica vera soluzione per evitare per sempre ogni genere di problema con il filtro antiparticolato senza ricorrere a inutili rigenerazioni e mappature

  1. Salve, Prima voglio complimentsarvi con voi!! Io abito nella provincia di ancona, ma sono della provincia di napoli, e posseggo una BMW 320d 177cv, e a febbraio dell’anno scorso, mi si accende per la prima volta la luce del DpF, faccio una ricerca in rete, esponendo il problema, e molti mi dicono di levarlo il filtro, e solo qualcuno mi disse che tale spia si accende quando sta effetuando la rigenerazione, infatti dopo un po questa spia si spegne, fino setteembre, per poi ripresentarsi un altra volta, ad intervalli, 1 giorno si e 1 altro no.. qualche settimana con la spia spenta, e poi di nuovo a riaccendersi, questa cosa va avanti fino ad oggi!! espongo il problema in bmw, e mi dicono di provare a camminare per un tot di minuti a 3000 giri, e semmai mai provare anche con 1 additivo specifico per disintintasamento!! ma niente mi si accende ora tutti i giorni!! Quindi porto la macchina in bmw, e mi hanno diagnosticato il sensore di contropressione guasto e il filtro intasato, dicendomi che il sensore ha fatto otturare il filtro, mi fanno il preventivo ((A VOCE)) 583€uri per stapparmi il filtro, cambiarmi il sensore, ein più ho dei rumori che a mio avviso provengono da dietro ma loro mi dicono che vengono davanti, esono dei commini dei braccetti, sospensioni, non ho capito bene, cmq 60,e i gommini, la porto la mattinan ela sera mela danno!! ho chiamato a 1 altra bmw, mi hanno detto che ci vuole 700€ per stappare il filtro 1 settimana di lavoro, chiamo altre 2 bmw, una mi dice, intorso ai 550, e 1 altra gli faccio vedere la diagnosi, e mi dice 6/700 €uri 3 gg di lavorio!! premetto che la mia auto anche con il filtro intasato, tira abbastanza, non vorrei che fosse solo il sensore di contropressione a monte!! P.S: saecondo lei cosa mi suggerisce per non farmi spennare come 1 pollo, e magari dopo qualche chilometro avere lo stesso problema? dove potrei portare la mia auto? Grazie per las vostra disponibilità!!per la vostra disponibilità!!

    • Bruno, in BMW ti propongono lavori con la tariffa oraria di manodopera alle stelle. Questo lavoro pò essere fatto con meno soldi. Solitamente con 200 euro si smonta il filtro e si tiene immerso per una nottata in un liquido detergente. Nei peggiori casi si porta presso delle rettifiche che lo inseriscono in un forno per bruciare le impurità e il prezzo sale.

  2. Prima di tutto grazie della risposta, cmq la prima cosa, che mi faccio fare; e cambiare il sensore di contropressione a monte, e vedere, se la luce, si accende ancora, perchè probabilmete, e solo il guasto di quest’ultimo a far accendere tale luce spia DpF, poichè la macchina, non emette fumo bianco, non vibra, e niente olio in coppa.. e fa 200kmH senza problemi.. e solo dopo, aver cambiato tale sensore, mi si dovesse ripresentare di nuova la luce spia,(speriamo di no) procedo con la pulizia del DpF!! cmq ti aggiornerò!!..

  3. i signori che hanno inventato questo dispositivo purroppo non hanno un camper con dispositivo FAP, che per l’utilizzo saltuario non è proprio consigliato.E tutte le volte che si usa si accende quella noiossissima spia gialla che ti invita a recarsi in officina per una rigenerazione forzata.
    Quindi dopo aver accumulato 80 grammi di particolato , e il camper in panne la rigenerazione automatica non serve piu’…le strade da percorrere sono in definitiva due…o la sostituzione del fap e fra un anno essere nella stessa situazione o rimozione totale. Cosaa mi puo’ consigliare vista la sua esperienza??..grazie

  4. avevo posto un problema x la macchina che avevo comprato a gennaio alla mercedes di modena ora mi trovo che si e acceso una spia cosa mi consigliate del filtro fap non posso pensare che dopo 3 mesi ho gia dei problemi. la macchina a benzina quel problema non ce l’ha

    • Francomo, il motore diesel richiede una manutenzione più accurata rispetto al benzina. Basta cambiare l’olio ogni 30.000 chilometri utilizzando le specifiche errate per intasare Fap ed Egr. Portala in officina e in caso chiedi la pulizia del Fap. Fai cambiare l’olio motore ogni 15.000 chilometri utilizzando un lubrificante con le specifche adatte per veicolo con Fap

  5. anche la mia macchina non ha il libretto di manutenzione mi e stato detto che ha 62454km mi vengono molti dubbi con 6 passaggi di proprieta dal novembre 2011 intestato mercedes roma poi due a milano e altri 3 alla mercedes di olginate

  6. Assolutamente, non intendevo criticare l’articolo, davanti alla questione, seguire la legge, anche se non adeguata, è fondamentale per la tranquillità di chi guida,io intendevo solo informare del procedimento in corso.

  7. Buonasera, possiedo da poco più di un mese una ford kuga acquistata usata con circa 50.000 km tagliandati in Ford. Fin da subito si è accesa la spia “Guasto motore” e mi è stato riferito che è appunto un problema di FAP. Prima di entrare nel merito della corretta procedura da seguire e di chi dovrà prendersi la responsabilità e gli oneri della soluzione al problema vorrei capire se l’auto diesel fa al caso mio.
    Ogni settimana percorro circa 600/700 km di cui meno di 100 in una piccola città dove comunque il traffico è scorrevole;
    1) con queste caratteristiche di guida con quale frequenza dovrebbero crearsi problemi al FAP ?
    2) E’ possibile che “l’eventuale danno” sia stato procurato dal precedente proprietario ?
    3) Da qualche parte ho letto che la spia dovrebbe essere esplicitamente riferita al dispositivo e non genericamente ad un “guasto motore”;
    Grazie

      • Mi auguro si tratti solo di impurità e non di problemi più gravi. All’inizio l’accensione della spia non comportava variazioni nella resa, dall’altro ieri invece corrisponde un calo di potenza. Si è anche accesa la spia (ambra) del motore quindi l’ho portata in officina.
        Ad ogni modo avrei però bisogno di capire se per il tipo di percorrenza indicato i motori diesel fanno o meno al mio caso.
        Grazie

  8. Buonasera,
    sono proprietario di una Ford C-MAX del 2008. Nel marzo di quest’anno la macchina ha avuto, per la prima volta, problemi di intasamento del FAP. L’autofficina alla quale mi sono rivolto ha effettuato una rigenerazione del filtro e il reintegro dell’additivo. Dopo neanche 3 mesi il problema si è ripresentato con le stesse modalità. Anche in quest’ultimo caso è stata effettuata una rigenerazione del FAP e una modifica al sensore di pressione. Ho ritirato la macchina sabato 2 luglio e il problema si è presentato nuovamente lunedì 4 luglio. Premesso che ritengo che in entrambi i casi le rigenerazioni non siano state effettuate correttamente, vorrei avere il vostro parere sulle questioni seguenti:
    1. A prescindere dal chilometraggio della macchina (nel mio caso 113,000 km) è possibile effettuare una rigenerazione completa (o parzialmente completa) del FAP tale da evitare il ripresentarsi del problema dopo pochi chilometri oppure il FAP necessita di essere sostituito quando si è superato un certo chilometraggio?

    2. Esistono soluzioni (legali) alternative alla sostituzione del FAP?

    3. Quale è la previsione di spesa per la sostituzione del FAP ed, eventualmente, della soluzione alternativa?

    Grazie per la disponibilità.

    • Claudio, si può pulire internamente il Fap. C’è chi lo smonta e lo tiene immerso in un acido, chi utilizza dei nuovi sistemi che non necessitano lo smontaggio del filtro. Vanno controllate anche le candelette che in fase di rigenerazione si accendono per aumentare la temperatura in camera di scoppio. Ne basta una che lavora al 50% per creare problemi. Io inizierei con la pulizia del filtro.

      • BUON GIORNO HO CHEVROLKE AVEO GIA PULITO FRILTRO PARTICOLATO SOSTITUZIONE OLIO E FILTRO CENTRO ASSISTENZA MA DOPO VENTI GIORNI STESSO PROBLEMA ACCENZIONE SPIA E MACCHINA NON RENDE NON SI ACCELLERA PIU .VOLVO UN CONSIGLIO COSA FARE E A CHI RIVOLGERMI IN ATTSA DI UNA VOSTRA RISPOSTA VI RINGRAZZIO.

  9. Buongiorno, ero intenzionato all’acquisto di una giulietta 1.6 mltj 105 del 2012. Facendo diecimila chilometri l’anno praticamente tutti in citta’ dovrei praticamente rinunciarci visto il livello di manutenzione di questi filtri? Cosa mi consiglia? La ringrazio in anticipo

  10. Grazie per il consiglio sig. Cosimetti, avendo una fiesta 1.4 tdci e volendo salire di categoria realizzando un piccolo sogno avevo optato per la giulietta. Avendo in passato avuto la 147 benzina avrei preferito il diesel dato che con l’attuale fiesta mi sono trovato bene. Complimenti per il vostro sito.

      • Buongiorno, la mia auto è una Peugeot 308SW australian del 2007, da un paio d’anni il mio problema è che, dopo la segnalazione “dispositivo anti inquinamento” sul pc di bordo, mi hanno consigliato un additivo e naturalmente i soliti 100 km in autostrada. Ha funzionato solo in parte, mi spiego: con la seconda marcia i giri del motore vanno su ma l’auto non supera i 60/70 km orari, inserendo la terza marcia va che è una bellezza, inserendo la quarta marcia è chiaro che va in “protezione” invece di libera nuovamente con quinta. In Peugeot hanno diagnosticato una candeletta bruciata e due valvole 1)elettrovalvola regolazione turbo 2) elettrovalvola a depressione euro 300 ma il problema persiste. Fatta la diagnosi lasciata l’auto una giornata intera, responso vanno cambiate una serie di cose, viti guarnizioni etc, ma le più importanti e costose sono 1) turbo compressore est. 2) valvola recirc. gas di scappamento preventivo euro 1000. Grazie per la risposta che vorrà dare, buon lavoro.

  11. Buon giorno, sono Andrea Vicenza : l’anno scorso ho acquistato una volvo v50 Diesel del 2007 e quest anno mi sono trovato con il problema fap. Ho optato per la sostituzione 1.200,00 euro evitando i consigli di togliere il tutto, i rischi anche penali sono altissimi e poi la venererò per una xc60 e non vorrei mai vendere un auto così è dare un bidone a qualcuno che come me cerca un occasione e non una fregatura. Comunque ho fatto 400 km e ho notato ,guardando dall asticella , che Il livello dell olio è’ salito, non come prima della sostituzione ma di poco. Ora mi dicono che potrebbe essere un problema di iniettori???? Preciso la volvo mi ha resetato e azzerato la centralina dopo che il cambio del Fap l avevo eseguito alla Midas. Di chi fidarsi……

    • Andrea, cancellare gli errori in memoria senza risolvere il problema non serve a nulla. L’olio va sempre controllato a freddo (a caldo aumenta il volume) magari ne hanno messo un pò troppo durante il tagliando. L’auto manifesta problemi tipo scarsa resa del motore o nuovamente spie accese?

  12. Buon giorno, sono Emanuel ho aquistato da circa cinque mesi un Ford transit custom nuovo, per lavoro percorro il 90% dei chiarimenti in circolo urbano quindi accendi e spegni continuamente eseguendo riparazioni a domicilio.Ia rigenerazione si accende spesso ma non posso attendere che finisca altrimrnti invece di lavorare dovrei fare l’assistente al Fap quindi da quello che ho potuto capire prima o poi arriveranno i problemi?
    Poi non so se è un problema del mio furgone ma quando è in rigenerazione e sono in colonna è ingestibile mi sembra di fare il rodeo.
    Alla fine uno come me che per forza deve percorrere il 90% dei km in città e ha bisogno di un furgone conviene un benzina sempre se lo producono.
    Se posso avrei unaltra domanda che non centra con questo argomento,
    il furgone è un 2,2 155 cavalli e va benissimo in extra urbano ma nel circolo urbano avendo una coppia troppo alta va male per essere buono, mi si è spento in rotonda una decina di volte in quanto se non raggiunge la coppia è praticamente morto, è anche questo un mio problema e se no posso risolverlo rimappando,se lo farei non lo farei per aquistare potenza perché quella non mi manca ma solo per poter guidare rilassato.
    Saluti grazie Emanuel

    • Emanuel, putroppo un furgone da lavoro cittadino con il filtro antiparticolato non è un’accoppiata felice. Andando avanti prima o poi avrai dei problemi.
      Per la scarsa resa non saprei che dirti, essendo un diesel con filtro antiparticolato rischi di rimapparlo per poi avere altri problemi a causa del Fap stesso.
      Guarda sul mercato se ci sono altri furgoni che potrebbero fare al tuo caso, sempre diesel ma senza il filtro antiparticolato.

  13. Grazie per la risposta, ma se dovessi avere problemi con il Fap prima dei due anni di garanzia chi paga io o la Ford?
    Grazie Emanuel.

    • ciao, pure io ho un ford transit custom e faccio il corriere (quindi solo citta e molti stop e go) dopo 40.000 km lo portato alla ford causa problema fdp (si rigenera in continuazione) olio da cambiare dopo 7.000 km dall ultimo tagliano, è ancora in garanzia e mi hanno detto che non pagherò nulla. sto pensando di eliminarlo del tutto perchè questo problema sicuramente si ripresenterà.

      • Ludovic proprio perché fai il corriere eviterei di togliere un dispositivo che per legge non può essere rimosso. Sappiate che stanno testando presso delle università dei nuovi sistemi di controllo scarichi per le linee revisione. Inoltre se ti beccano per strada la stradale con il rilevatore dei gas ti becchi 1.098 di multa, sequestro del libretto e denuncia penale per inquinamento ambientale.

  14. Buongiorno,ho un camper wingamm su fiat ducato,stessi problemicon spiamotore accesa; 1 intervento,pulizia particolato
    dopo pochi chilometri 2 intervento,eliminaz.particolato,modifica sof.centralina. Ritornato adesso da viaggio 2000km con spia accesa,sono in attesa che arrivi il ricambio di una sonda,che credo controlla i fumi credo , dalla diagnosi rilevato una miscela aria e gasolio che non era consone e quindi la diagnosi dava difetto a quel rilevatore.Ne uscirò da questi inconvenienti ,o tutte le volte che esco con camper devo ritornare in officina.Grazie fiat

    • Mario se hai tolto il filtro antiparticolato e fatto rimappare la centralina, non possiamo più aiutarti perché hai modificato il sistema di scarico e non sappiamo nemmeno come è stata manipolata la centralina stessa. Forse prima di eliminare tutto sarebbe stato opportuno controllare i collettori di scarico.
      Quanti chilometri ha il Camper e ogni quanto cambi l’olio motore? Hanno fatto un test di efficienza delle candelette?

      • il camper ha circa 30000 km,fatto tagliando a circa 18000,gia a 3000 km sono stato in officina, resettato e non trovato problemi, i problemi sono iniziati circa un anno fa, purtroppo non lo uso molto sovente come avrei voluto fare, in 6 anni ho fatto pochi km
        la spia si accende sempre dopo una pausa ed è sempre successo quando ero in un viaggio lungo, adesso piu che seguire consigli di (officina fiat), ma da quanto leggo se si risolve il problema è “miracolo” , spero non si svuoti prima il portafoglio.Vi ringrazio per la solerte risposta ed eventualmente mi tengo in contatto.grazie
        nota: il filtro forse è stato chiuso soltanto credo se ho capito bene, di meccanica capisco poco , ma il filtro lo vedo ancora nello stesso punto

  15. Salve, posseggo una Fiat multipla diesel multijet del 2009. Un mese fa circa, si accende la spia gialla avaria motore-recarsi in officina. Il meccanico di fiducia fa una diagnosi elettronica, che indica un intasamento del filtro antiparticolato del 29%. A questo punto fa una rigenerazione forzata in officinam eliminando solo provvisoriamente il problema. Qando si presenta, dopo qualche giorno, fa una rigenerazione forzata su strada. Il problema scompare, per ricomparire dopo qualche giorno. Acquisto un prodotto per pulizia del Fap, costo 10 € circa e il problema va e viene. Questa mattina ho chiesto in Fiat il costo del Fap, che si aggira sui 2.500 € circa. Cosa mi consigliate di fare? Riprovo con il prodotto per la pulizia, che ho aggiunto nel serbatoio della nafta?

    Grazie, Franco.

    • Franco ci sono prodotti che puliscono il filtro antiparicolato ma vanno utilizzati seguendo delle procedure. Oppure si smonta e si tiene a bagno con dell’acido. Una volta rimontato il problema dovrebbe sparire ma ricorda, se vuoi convivere con questo sistema anti inquinamento, devi utilizzare l’auto soprattutto su strade statali o autostrade e cambiare l’olio motore più spesso.

  16. Buon giorno ho acquistato una toyota rav 4 crossover del 2009 km 120000 apparentemente perfetta-controllata dalla concessionaria prima della consegna.Percorsi appena 450 km si sono accese tutte le spie “controllo vsc-controllo motore -4×4” e l’auto non riusciva a superare i 2000 giri.Portata in concessionaria il capo officina mi dice che bisogna pulire il filtro antiparicolato con acido etc..l’auto si trova ancora in officina e sono indeciso se dare retta ad alcuni suggerimenti avuti da altri meccanici circa la sostituzione del tubo scarico con altro senza antiparicolato ma munito di catalizzatore per rav 4 al modico prezzo di euro 450,00 manodopera esclusa – conviene fare l’operazione? risolverò definitivamente il problema? Mi assicurano che la vettura con nuovo tubo scarico manterrà le caratteristiche euro 4.Grazie per la cortese attenzione

    • Vincenzo, fai pulire il filtro antiparticolato, successivamente utilizza l’auto per tratte dove puoi arrivare almeno a 80 chilometri orari in modo da permetere costantemente la rigenerazione, evita l’utilizzo perenne su tratte urbane trafficate. Cambia l’olio motore ogni 15.000 chilometri.
      Non togliere il filtro antiparticolato perché se ti ferma la stradale sono guai. Se ti dicono che passerai lo stesso la revisione biennale, sappi che è vero ma per il semplice motivo che durante la revisione controllano solo la fumosità emessa, mentre la stradale ha un sistema diverso che ha già “purgato” molti automobilisti. Se trovi il poliziotto con la luna storta ti becchi oltre alla multa di 1090 euro e sequestro del libretto, anche una denuncia per inquinamento ambientale e vai sul penale. Ricorda che il filtro antiparticolato è un sistema anti inquinamento omologato dalla casa automobilistica. Poi fai come credi, i soldi sono i tuoi.

      • Grazie per la precisa e puntuale risposta.farò pulire il filtro antiparticolato.Non sarà facile nei centri abitati mantenere quelle velocità suggerite ma forse si raggiunge lo scopo mantenendo il motore a regime alto di giri con marce tipo prima e seconda.Buon fine settimana – Vincenzo

  17. Salve, Mi e stato detto da un conoscente meccanico, e poi confermato dal mio rifornitore TotalErg che mettendo il Blu diesel, (che contiene meno zolfo, insomma e piu additivato) mantiene più pulito il sistema di alimentazione, tra cui gli iniettori, evitando di spaccare anche le turbine, per finire con l’intasamento abbastanza minore del filtro antiparticolare!!
    Secondo te e vera questa cosa? confermi? si evero che costa qualcosina di più, ma consuma anche di meno, e si guadagna anche con la durata piu allungo del motore? tu che sei esperto in materia, suggerisci di mettere il Blu duesel, oppure tutte balle? perche a me la BMW quando comprai l’auto ‘2007’ mi disse di non metterlo!!

  18. Mi chiamo Patrizi Placido sono Italiano possiedo una fiat Idea diesel di 90 cavalli multijet del 2008 con filtro particolato vivo e risiedo in Romania dove fa molto freddo in inverno o percorso 106670 km. mai problemi quando cambio olio da 5 anni uso olio 5w-30 selenia sintetico dela Petronas e tutti i filtri. Da un po di tempo al mattino zoppica per 2 minuti poi si stabilizza in fiat mi anno controllato le candeletti gli iniettori la valvola egr tutto ok ( davanti a me ) solo il sensore dellaria era sporco e prima di verificare il tutto si diagnosticava tutto in regola ma il capo officina a voluto controllare personalmente il tutto (con una spesa di 25 ue) La macchina va meglio ma la mattina fa lo stesso problema. leggo spesso i vostri articoli sono ottimi Grazie per Lattenzione Cordiali Saluti Patrizi

    • Placido è un difetto a freddo che scompare quasi subito. E’ difficile da stabilire se è un prroblema di parametri in centralina oppure di pressione gasolio. Purtroppo le dignosi molto spesso non riescono a rilevare un difetto anche per il semplice fatto che dialogao con i dati registrati in centralina.

  19. Ciao a tutti, sono un ragazzo di 23 anni e sto per realizzare il mio sogno! Comprarmi un’auto tutta mia! Sto andando a vedere più o meno tutte le macchine del segmento B, più o meno ho 20000 € a disposizione per acquistarla….. ho fatto dei preventivi per kia rio 1.4 diesel, oppure renault clio 1.5 diesel, opel corsa 1.3 diesel. Oppure sto valutando anche i motori benzina/gpl, ma facendo tutti i giorni 6 km per andare al lavoro mi conviene prendere un gpl ? E’ strada extraurbana, quindi penso che il motore diesel ( con FAP ) non sia un problema, no ?
    Per favore, vi chiedo aiuto perchè non so davvero cosa fare
    Grazie in anticipo

    • Nicolas, per il diesel ricorda che ci sono molti modelli che non sono dotati di Fap. Per convivere con questo dispositivo anti inquinamento bisogna seguire qualche indicazione sulla manutenzione.
      Ti consiglio di leggere attentamente questo articolo: http://www.autofficinasicura.com/18955-rigenerazione-filtro-antiparticolato/

      Chiaramente la cilindrata influisce sul premio annuo assicurativo, quindi se non ti occorrono grosse cilindrate ti consiglierei di rimanere sul 1.3 diesel. Lascia perdere i 1.5 diesel della Renault, Nissan e Dacia, sono i famosi K9K con il problema alle bronzine.

      • Io ho una qasqai 1.5 motore k9k ho fatto 100000km e non ho avuto ancora problemi alle famose bronzine che lei dice,premetto che la machina ha più di 5 anni e va meglio di quando la ho acquistata.non per questo la mercedes ha acquistato questo motore montato sulla nuova classea.io chiedo a lei quando dovro aspettarmi questo famoso problema?

        • Pietro non c’è un chilometraggio ben definito. Non ci sono nemmeno avvertimenti particolari che possano far pensare ad un imminente cedimento.
          Questa mattina abbiamo ricevuto l’ennesima email da parte di un automobilista con il motore K9K fuso a 68.000 chilometri. E’ una Qasqhai immatricolata a novembre 2010.

  20. Buongiorno, purtroppo sono uno dei tanti che ha problemi col fap. Ho un bmw 318d con 250k km di percorrenza. Per mia negligenza e per mancanza di soldi ho sottovalutato l anomalia e questo mi ha portato qlla rottura della turbina. Non potendo fare a meno dell’auto ho sostituito la turbina e fatto pulire il fap con dell’acido per una notte. Pensando che tutto potesse qndare per il verso giusto scopriamo che la marmitta ha ancora dei problemi. Ho provato a prenderne una rigenerata ma verificando la mia che volevano indietro mi dicono che non è rigenerabile e che non posso farci nulla se non acquistare una marmitta nuova o togliere il fap. Io non ho tutti questi soldi e sarei tentato nel togliere il da nato fap. Potete consigliarmi un alternativa meno dispendiosa? Grqzie

    • Massimo se il Fap è stato pulito correttamente e ci sono ancora problemi, bisognerebbe a questo punto vedere se la sonda funziona. Solitamente chi pulisce o rigenra i Fap la prima cosa che fa è proprio quella di sostituire la sonda.
      Quando si utilizza l’acido per pulire il filtro antiparticolato, si posiziona quest’ultimo in posizione verticale, si versa il liquido dall’alto che piano piano corrode le impurità fino ad uscire dall’estremità in basso.

  21. Salve da oggi in poi metterò solo ((( Diesel Execellium TotalErg ))), qualcuno gia lo m,ette da tempo?, e se si, come si sta trovando? Giuliano faccio bene?

  22. Buongiorno Giuliano,
    vorrei approfittare della sua disponibilità per chiederle un parere sull’utilizzo che faccio della mia auto.

    Premetto che ho comprato circa 3 mesi fa una Volvo V50 1.6D DRIVe (5 marce) con FAP, l’auto era di un conoscente ed aveva 78.000 Km quando l’ho presa. Mia prima auto diesel.
    Per prima cosa ho fatto un tagliando completo (olio, filtro olio, filtro gasolio, filtro aria, pulizia EGR e circuito d’aspirazione) con olio Total Synthetic PLUS 5W-30 ACEA A5/B5 caratteristiche riportate sul libretto di uso e manutenzione, al quale ho aggiunto (sotto consiglio di un amico che ha sempre percorso non meno di 200.000 km con auto diesel con FAP senza avere problemi) un additivo della Bluechem.
    L’intervallo del cambio olio e filtro olio sono intenzionato a non farlo essere superiore ai 15.000 Km.
    Veniamo adesso al tipo di utilizzo che ne faccio…
    Per raggiungere l’ufficio percorro circa 25 km all’andata ed altrettanti al ritorno, su strada a scorrimento veloce quasi sempre senza traffico, o comunque con velocità che oscillano tra 80 e 110 Km/h.
    Cerco sempre di tenere i giri motore intorno ai 2.000 giri, percorrendo a volte l’intero tratto in 4° marcia con Cruise Control impostandolo a 2.000 giri e circa 80 Km/h.
    In città, avendo in famiglia una seconda auto utilitaria, non la uso praticamente mai.
    Prevedendo questo tipo di utilizzo dell’auto, arrivai alla conclusione che non avrei dovuto avere problemi con il FAP, ma forse mi sbagliavo….
    400 Km fa mi è partita la rigenerazione a circa 2 km da casa…me ne sono accorto, e ho continuato ad andare in giro fino a fine rigenerazione.
    Stamattina mi è partita la rigenerazione a circa 2 Km dall’ufficio, ma non ho potuto gironzolare quindi l’ho spenta mentre rigenerava.
    Quando tornerò a casa stasera, devo tenere il motore su di giri? Tipo intorno ai 60-70 Km/h di 3a ad oltre 2.000 giri per facilitare la rigenerazione?
    E’ possibile che si debbano percorrere almeno 20-25 Km prima che inizi la rigenerazione?

    Sono molto perplesso ed un po’ scoraggiato…credevo che le percorrenze ed il tipo di strada che faccio non mi avrebbero portato ad essere “schiavo del FAP” per evitarne i problemi…

    • Mauro l’utilizzo che fai dell’auto è corretto, bisognerebbe vedere se anche il precedente proprietario seguiva queste accortezze
      nei pimi 78.000 km di vita del veicolo.
      La rigenerazione avviene a motore caldo quando la sonda inizia a percepire un accumolo di particelle elevato. Il consiglio è di usare additivi per carburante specifici per la pulizia del Fap. In futuro, prima che si sporchi troppo, puoi sempre farlo pulire
      preventivamente con degli additivi che vengono inseriti nel Fap con una speciale pistola ad aria compressa. Non è necesssario smontare il filtro antiparticolato.
      dall’auto.

  23. ho comprato una c3 picasso del 2011 con 65000Km ,percorro una distanza di 28 km per andare a lavoro su strada scorrevole (pontina) e 28 al ritorno ,in citta’ la uso raramente.per il primo mese tutto o.k. dopodiche mi si accende l avviso RISCHIO INTASAMENTO FAP CON LA SCRITTA SERVICE,ignorante del problema la riporto dal concessionario che mi dice di portarla su di giri a motore caldo (3000)per una decina di minuti,mi attingo al da farsi ma la spia non si spegne,a questo punto vado dal mio meccanico di fiducia e dopo un conrollo accurato mi dice che e’ da sostituire la sacca dell addittivo che e’ finita,la porto al concessionario e oltre a sostituirmi la sacca mi cambiano il sensore e fanno la pulizia del FAP,dopo 50 km sempre percorrendo la stessa strada mi si riaccende la spia senza piu’ che mi si tolga,provo a rifare la procedura di portarla su di giri ma dopo due giorni ancora niente,ora sono 4 giorni che il concessionario la riportata dal meccanico…..che dici e’ da sostituire il FAP?

  24. Buongiorno Giuliano , prima di tutto ti ringrazio per il suggerimento per l’olio motore che mi ha dato l’anno scorso il Kroone Oil mi sono trovato benissimo per il motore della mia renault captur 1.5 dci 90 cv.Mi potresti consigliare un additivo da aggiungere al carburante per la pulizia e manutenzione del filtro antiparticolato?
    Ti ringrazio.

    • Salvatore ce ne sono diversi in commercio specifici per la pulizia del Fap. I primi vengono inseriti nel carburante e aiutano a mantenere pulito il filtro, altri sono invece specifici per il lavaggio quando è troppo sporco (funzionano con un sistema di pistola ad aria compressa oppure immergendo il filtro smontato).
      Ti conviene vedere cosa hanno i ricambisti vicino casa.

  25. Salve, sto per acquistare una Fiat Croma 1.9 mjt 150cv Emotion anno 2007 114.000 km certificati. Ho letto un po’ di commenti in giro e molti si lamentano del dpf in quanto rigenera di frequente. Premetto che percorro in media ca. 2000 km al mese, quasi tutti a scorrimento veloce. E’ possibile preservare l’insorgenza di problemi al dpf e nel caso qualche consiglio?
    Grazie

  26. Compro una RAV 4 nel 2013 per uso famigliare, durante la settimana la usa solo mia moglie per il tragitto scuola-spesa-casa.
    Ai 25k/Km mi si inizia ad accendere la spia che indica necessità di dover rigenerare il DPF cosa che faccio con sollecitudine seguendo le indicazioni del costruttore. Dopo la 5° volta che lo rigenero la spia di accende in concomitanza con un’altra che indica differenziale bloccato (é il sintomo che il DPF é ostruito). La porto a fare una pulizia chimica ma dopo una settimana sono ancora daccapo a 12. DPF in allarme (no spia differenziale). Tento ripetutamente percorsi in 3° a 70Km/H fissi ma il DPF non si sblocca. Oggi ho 33k/Km e sono deciso a cambiare vettura in favore di una più adeguata all’uso che intendo farne. Mi spiace dover togliere la mia fiducia alla Toyota e consigliare vetture diverse ma trovo inammissibile che la 1° azienda automobilistica del mondo non si faccia parte in causa richiamando le proprie vetture per dei controlli gratuiti ovvero pulizie in garanzia. E’ ovvio che il “bravo” venditore non m’aveva fatto menzione dei problemi che avrei incontrato nell’utilizzo diuturno della vettura per tragitti brevi tampoco (dall’alto della mia ignoranza) ne sapevo dell’esistenza.
    Non comprate la RAV 4 2000cc pensate ad una piccola a benzina se fate brevi tragitti.

    • Flavio, purtroppo era necessario capire che genere di uso ne aveva fatto il primo proprietario. Evidentemente anche lui faceva tratte brevi nel traffico urbano. Questo genere di inconvenienti non riguardano solo Toyota ma tutti i veicoli che montano Fap o Dpf.
      I venditori sono commercianti, a loro interessa tirare fuori dal piazzale le auto prima che si svalutino, figuriamoci se si mettono a chiedere ai potenziali clienti in che modo le utilizzeranno. Quando si pulisce un filtro antiparticolato e i problemi persistono, occorre sostituire anche il sensore di temperatura dei gas.

  27. Ciao Giuliano,
    intanto complimenti per la tua preparazione e volevo farti questa domanda:
    In piu punti ripeti e ti colleghi ai vecchi proprietari per via del problema FAP, questo cosa vuol dire, che se il vecchio proprietario ha usato poco e quindi male la vettura sarà difficile eliminare il problema?
    Ti chiedo questo perché sabato dovevo ritirare una Cmax del 2012 1600 115 cv con 36000 km unico proprietario ( uso nei week end ) ma alla fine non l’ho presa perché si è accesa la spia del Fap, hanno cambiato il sensore ma niente, la centralina ripropone sempre il problema.
    Ora la porteranno alla ford x vedere se loro riescono a togiere dalla centralina il problema, ma ora a me sta venendo il dubbio che non è solo un problema di centralina ma visto che è stata usata poco e in piu è stata ferma x piu di 4 mesi il problema è il Fap.
    cosa ne pensi?
    grazie

    • Silvano purtroppo un veicolo dotato di Fap se utilizzato solo nei week end o per brevi tratte tipo casa-lavoro, casa-supermarket, si ritroverà con il filtro antiparticolato intasato e impossibilitato di rigenerare. Bisogna capire ora se il tuo filtro è intasato e nonostante la sonda nuova non riesce a rigenerare. Potrebbe essere anche un problema di centralina ma andrebbe sostituita con una di prova per vedere se è effettivamente lei la causa del problema.

  28. Buongiorno Giuliano,
    Noto con piacere la vostra competenza e franchezza. dobbiamo riconoscere che oggi sono doti rare.
    Pur avendo riscontrato le incongruenze e le inesattezze legislative con tutto quello che ne consegue riguardo ai filtri antiparticolato, sono anch’io d’accordo che la soluzione al problema non può essere quella di togliere tutto e mettersi in una situazione di illegalità.
    Ho acquistato da circa 6 mesi una Mitsubishi Outlander usata (5anni e 100.000Km.), e.. troppo tardi ho iniziato ad interessarmi delle problematiche legate al PDF. Troppo tardi! se l’avessi fatto prima penso che avrei rinunciato all’acquisto. Non ho ancora avuto problemi, l’auto va veramente bene (è quella con il motore Mivec da 177CV), ho fatto fare dei controlli con la diagnostica e risulta tutto nella norma ma, consapevole del fatto che le mie percorrenze abituali non sono quelle ideali, non sono felice, e…sono anche un po’ arrabbiato per aver scoperto in ritardo l’inghippo!
    La cosa, al momento, che non mi fa stare tranquillo è che l’olio è un po’ salito di livello. Il libretto di manutenzione lo dichiara tranquillamente, può succedere!
    Nel mio caso fortunatamente, dopo 5000Km dal cambio, non ha ancora raggiunto il livello di sicurezza raccomandato, oltre il quale dovrà essere nuovamente sostituito. Pena, Un motore lubrificato con olio diluito al gasolio!
    Hai consigli particolari riguardo al problema olio per la mia auto?
    Per il DPF ho letto che tu consigli di fare verifiche con OBD2, ho visto che ne esistono da usare anche con Android, hai qualche consiglio su quale acquistare?

    Ti ringrazio e saluto cordialmente
    Stefano

    • Stefano, il consiglio che possiamo darti è di sostituire l’olio motore ogni 10/15.000 chilometri. L’auto con questo dispositivo ha bisogno di percorrere dei tratti a velocità più sostenuta rispetto a quella prevista nel traffico urbano. Esistono inoltre degli additivi per mantenere pulito il filtro antiparticolato. Sono semplici da usare perché vanno inseriti nel serbatoio del carburante. Non ho mai utilizzato i test diagnostici tramite sistemi Android.

  29. Salve ho acquistato da poco una CLA cooting brake a solo 800 Kilometri dopo aver percorso un breve tragitto a iniziato a fumare evidentemente dal cofano ho chiamato in assistenza mm mi anno detto ché era l’auto il rigenerazione del filtro anti particolato . Adesso a 1600 km la rifatto di nuovo che mi consigliate di fare ??

  30. Buonasera Giuliano,

    complimenti per la preparazione e grazie per tutti i consigli che da gratuitamente a chiunque.

    Vorrei un Suo parere sull’utilizzo che faccio della mia auto, una V50 1.6D DRIVe con FAP che ho acquistato da poco con circa 80.000 Km.

    Ogni giorno percorro circa 26 km a tratta per andare e tornare da lavoro (52 Km in totale) per il 90% di strada extraurbana con un paio di rallentamenti fissi in occasione di svincoli ed incroci.

    Tendenzialmente il traffico è scorrevole e riesco a tenere una velocità tra gli 80 ed i 90 Km/h rimanendo in 4a con il regime motore che varia da 2.000 a 2.300 giri.

    E’ un uso corretto per il FAP?

    Se invece di lasciare la 4a, mettessi la 5a…ad un regime più basso di circa 500 giri, andrebbe bene lo stesso? Oppure il basso numero di giri sarebbe deleterio per il FAP?

    Grazie in anticipo per la risposta.

  31. Gentile Giuliano,
    Intanto complimenti per l’articolo, molto esaustivo per me che non sono del campo, ma allo stesso tempo mi fa venire ancora più dubbi.
    Mi spiego: sto comprando un’auto usata e mi sono interessato al diesel per i consumi più bassi e ripresa maggiore (provengo da polo 1.2 benzina). Faccio circa 15mila km annui prevalentemente extraurbano, visto che abito fuori dalla provincia. Quindi il mio uso sembrerebbe essere buono per un diesel. Quello che però mi lascia perplesso e mi frena è che lavoro a 10km da casa, e anche se ho un buon tratto a 90km/h, rimane un tratto corto 4km e talvolta mi capita di andare in città. Mi spaventa quindi che in certe situazioni, potrei rovinare la macchina o avere problemi.
    Devo togliermi dalla testa di volere un diesel (con o senza dpf) e guardare nuovamente i benzina?
    Per la completezza di informazione, stavo vedendo prevalentemente Fiat Bravo con motori 1.6 mtj 120cv e dpf.
    Ringrazio in anticipo per l’eventuale risposta.
    Saluti

  32. Salve

    ho acquistato un ford transit connect 1.6 a dicembre dell’anno scorso, adesso a 10.300 km si è accesa la spia cambio olio. come mai?

    sarà il fap?

    e se adesso percorro un 10 km a 100 km orari si spegne e fa la generazione ? oppure e meglio cambiare l’olio?

    grazie

  33. Molto interessante questo articolo complimenti.
    Visto che ci sono vorrei avere un consiglio sulla mia situazione.
    Ho una bmw x1 con 260.000 km qualche mese fa in seguito mi hanno detto ad un intasamento del fap mi è saltata la turbina.
    Comunque la turbina è stata riparata e credo di aver capito che il meccanico mi ha escluso il fap con conseguente puzzo di gasolio e rumore insolito (oltre la spia che si accende dopo pochi km)
    Ora il problema è che sto per vendere la macchina al concessionario, ma in queste condizioni non so se è il caso, lei cosa mi consiglia?
    Grazie intanto

  34. Salve,
    ho una Volvo V50 drive 1.6D del 2010 con 112.000 Km. e a detta dei meccanici della Volvo devo sostituire il FAP a 120.000 con una spesa di circa 1500 euro.
    Cosa mi consiglia di fare, atteso che:
    1) non ho mai avuto problemi e pertanto non si sono mai accese spie di allarme;
    2) percorro circa 200 Km. la settimana su strade a scorrimento veloce a velocità sostenuta e pochissimi km. nel centro abitato;
    3)faccio il cambio dell’olio e filtri tra i 15 e i 20 mila km.
    Altra cosa…mi consiglia di usare un additivo per la pulizia del FAP e ritardare eventuali problemi???
    Grazie per l’attenzione che mi vorrà accordare e della risposta.

    • Massimo, le case auto devono fare cassa e prevedono la sostituzione del filtro ad un certo chilometraggio. Chiaramente non devi sostituirlo. Ci sono degli additivi che aiutano a tenerlo pulito e vanno inseriti nel carburante. Inoltre l’utilizzo che fai del veicolo è perfetto e come tu stesso hai dichiarato il motore non ha problemi di resa.

      • Buonasera posseggo una Renault scenic xmod anno 2010 1500 diesel con 110000 km.
        Da un po’ di tempo si è accesa la spia iniezione controllare e successivamente stop rischio rottura motore. Ho portato l’auto in assistenza Renault e da varie diagnosi risulta il Fap intasato. Mi è stato consigliato di percorrere tratti di autostrada in quinta marcia a 120km/h. La spia si spegne, ma appena percorro un paio di chilometri in città, si riaccende. Dalle varie diagnosi una volta risultò anche di sostituire una candeletta.
        Mi hanno consigliato di eseguire la pulizia del Fap smontandolo dall’auto. Nei vostri vari commenti ho letto anche di sostituzione della sonda, della valvola Egr. Cosa mi consiglia di fare? Come è meglio procedere? Attendo suoi consigli prima di portare l’auto in officina. Grazie anticipatamente.

  35. Giuliano complimenti per il tuo servizio , molto utile per moltissimi automobilisti che come me se pur portando la macchina da svariati anni anni non conoscono bene le insidie del fap, detto ciò passo al mio problema con il fap, posseggono una ssangyong Korando 2000 175cv 140.000 km e ciclicamente si rigenera il fap me ne accorgo principalmente dal consumo carburante eccessivo.Ultimamente però vado a fare rifornimento di benzina presso un gestore che mentre mi rifornisce ha problemi di pescaggio diesel nella colonnina il giorno dopo si accende la spia arancione avaria motore e va il protezione non superando i 90 km/h domando è potuto avvenire per malfunzionamento della pompa di benzina del giorno prima?Il carburante ha la sua importanza per l’intasamento del fap? Grazie anticipatamente.

  36. La mia Stilo jtd 120 cv del 2007, da più di un mese mi dà seri problemi sulla marcia, in quanto si ostruzione il fap. Per pochi minuti sembra sbloccato, ma subito ritorna a dare problemi, anche seri, nel momento in cui si verifica in situazioni particolari, come nel sorpasso. Il meccanico mi ha detto che deve autopulirsi. Ho versato anche il prodotto nel serbatoio del carburante, ma non succede nulla. Cosa posso fare? Grazie.

  37. salve
    purtroppo riscontro anche io il problema spia guasto motore o una ford kuga 35000 km e tutti tagliandi ford
    la diagnostica e gia fatta 2 volte alla ford e 2 volte dice guasto non risulta detto dalla ford il problema come lo posso risolvere? grazie
    cordiali saluti

      • scusa Giuliano ma se io o portato gia due volta la mia auto in concessonaria ford e pagando !! il responsabile che snche molto gentile mi dice che non riscontra alcun guasto! purtroppo io quando devo usare lauto sonpo molto preocupato anche perche o speso 32000 euro
        e chiedo a lei che un eperto come devo fare se la ford mi dice he lauto non aniente… fammi sto favore ti prego
        saluti

      • il problema che la concessonaria ford mi ice che non riscontra niente o gia portato due volta lauto alla ford e pagando!! purtroppo quando uso lauto non sono tranquilo anche perche lo pagata 32000 euro
        secondo la tua esperienza cosa potrei fare purche di non dannegiare la mia auto? grazie x la cortese risposta
        saluti

        • Luigi, peché non provi ad andare presso un Bosch Car service? Solitamete i dispositivi eletronici sono della Bosch e magari riescono ad analizzare meglio l’impianto rispetto alla concessionaria…non è che per il marchio rappresentato sia per forza sinonimo di qualità. Io così non so che dirti perché è impossibile diagnosticare i motivo di una spia accesa, zero errori in centralina e nessun difetto riscontrato nella guida.

  38. Salve Giuliano, complimenti ancora per il Blog!!! ho avuto modo di chiedere informazioni da te un paio di anni fà ormai.
    Da quei tempi ho iniziato ad usare gli additivi per gasolio e da gennaio anche Olio Kroon Oil sempre con additivi Blue.
    Vi ho conosciuto causa problema rottura pompa e iniettori , ahimè!
    volevo chiederti in merito al F.A.P. ,che ho notato che dalla mia auto ,non da fredda ma dopo un pò ,che ai bassi giri quando accelero esce del fumo chiaro bluastro…continuando ad accelerare non si vede più niente però.
    può essere che gli additivi sempre della Blue che inserisco regolarmente facciano si che rimuovano lo sporco e questo esca facendo del fumo ?
    cosa mi consigli di fare ? di continuare con gli additivi solamente o intervenire in qualche altra maniera?
    Seconda DOMANDA ,quando la mia auto una Passat Tdi140cv del 2009 mi fermo ai semafori o in sosta i giri al minimo si alzano un pò rispetto al normale , non sempre ma a volte ,significa che prova fare una rigenerazione o è altro secondo Te?
    grazie ancora, Andrea

  39. Salve vorrei acquistare una Mercedes classe c 180 cdi motore Renault, percorro 10000 max annui percorrendo strada statale casa lavoro non superando i limiti di velocità, leggendo probblematiche al FAP sono indeciso se acquistare un diesel o il benzina sempre Mercedes consumi 12/13 litro, accetto consigli dall’esperienza e dell’esperto grazie

  40. Buongiorno a tutti, nel 2014 la mia Ulisse 2.2 ha avuto problemi con il FAP. Mi sono stati chiesti circa 400 Euro per la pulizia del filtro. Fortunatamente un amico che lavora all’Audi mi ha spiegato che con un’andatura regolare per circa 20 minuti (in autostrada) si sarebbe “pulito”. E così è stato.
    Ora però mi serve un consiglio…mi segnala che l’additivo è scarso da circa un mese. Posso fidarmi a fare un viaggio di circa 300 Km. con relativo ritorno?

  41. salve a tutti,faccio il meccanico da 42 anni e volevo dire la mia a proposito del fap,pur essendo un organo delicato con le dovute attenzioni si puo convivere tranquillamente con questa diavoleria,cambio olio e filtri ogni 15000 km (compreso quello dell’aria) usare un lubrificante idoneo e di marca,non e’ necessario usare la marca prescritta dalla casa,l importante che abbia le stesse caratteristiche,e prendere l abitudine di usare almeno una volta al mese un buon additivo per gasolio,tutti i miei clienti che fanno questo raramente hanno avuto problemi con il fap.grazie a tutti

  42. Buongiorno. Complimenti! Ottimo articolo. Domanda: faccio 16000 km annui quasi tutti a ciclo urbano con tratte max di 14 km. Se ho ben capito dovrei scegliere un motore a benzina per evitare i perugini con il filtro. Cosa mi dice invece delle ibride benzina/elettrico tipo auris touring sport?

  43. Buonasera,
    sono intenzionato ad acquistare una Ford S-Max 2.0 TDCi 150CV Automatica Euro 6.
    Vorrei sapere se questa auto ha il FAP e se sono stati ravvisati problemi con il FAP su questo modello.
    Io mediamente percorro circa 20000Km l’anno, può essere l’auto giusta per me?

  44. sono 6 anni che possiedo un’opel astra J ha la fap ogni volta che mi si accende la spia o io ”anticipo” sempre perche’ mi accorgo che la mia auto sulla strada tende a singhiozzare…. faccio cosi prendo un bel tratto di strada dritta da 10 km con la 3 marcia a 2500 giri il filtro si pulisce da solo… questa è una dritta che mi ha dato un meccanico opel e direi che lo posso ringraziare tantissimo!

  45. Buonasera Giuliano sono Massimo della Renault scenic xmod, giovedì prossimo porterò finalmente l’auto in assistenza per la pulizia del Fap. Mi hanno chiesto di lasciare l’auto per due giorni, per smontarlo, pulirlo e rimetterlo. Non è troppo tempo?

  46. ormai è fatta!
    a settembre abbiamo acquistato un ford transit custom, si facciamo molti chilometri e abbiamo sempre avuto auto diesel ma sono prevalentemente cittadini abbiamo persorso 10500 km ma la media oraria è di 40km/h.
    scopro ora le problematiche del fap dopo che pochi chlometri fa abbiamo aggiunto l’additivo nel gasolio e che oggi mi si è accesa la spia cambiare olio motore.

    chiedo cortesemebte un riepilogo delle norme di utilizzo dell’auto per una gestione corretta e per non incorrere in gravi e dispendiosi interventi

  47. Buongiorno Giuliano, ho portato la Renault scenic xmod in assistenza. Il responsabile mi ha detto che vuole prima provare a collegare l’auto ad una centralina per portarla a regime ed effettuare una rigenerazione del Fap applicando una pompa alla marmitta che cattura gli scarichi, una procedura che dura circa tre ore.
    Vuole fare prima questo tentativo perché mi ha spiegato che per fare la pulizia del Fap in acido, è costretto a tagliare i tubi che lo collegano tra il collettore e la marmitta e per rimetterlo deve fare saldature con fascette. Inoltre mi ha detto che potrebbe essere anche il sensore che si trova all’interno del Fap, che potrebbe essere rotto e segnala erroneamente la spia rischio rottura motore. Anche se c’è stato un periodo che l’auto tentennava a camminare, ma ultimamente che ho percorso più chilometri in autostrada, l’auto sembra andare in normalità.
    Tu cosa ne pensi? È possibile che risolvo con la rigenerazione tramite centralina?

      • Buongiorno ieri ho chiesto informazioni.
        Dalla diagnosi risultava Fap intasato al 95%. È stata fatta la procedura di rigenerazione tramite centralina esterna e con successiva diagnosi non risultava più nulla. Questa mattina faranno un giro di prova a motore freddo, speriamo bene. Ma quando si fa la pulizia del Fap, sarebbe utile in via precauzionale, sostituire anche le candelette, il sensore interno, fare un tagliando? Sulla mia scenic xmod è possibile sostituire il sensore del Fap?

  48. Buongiorno Giuliano, al momento tutto bene, sembra anche che l’auto vada meglio.
    Mi hanno detto che il sensore non può essere sostituito perché è interno al Fap. Al prossimo tagliando sostituiremo anche le candelette che al momento risultano buone. Consiglio a tutti la stessa procedura che ho eseguito. Giuliano grazie per la tua disponibilità e pazienza.

  49. Salve,posseggo una renault captur diesel 1.5 con FAP e, grazie a Dio,non ho avuto problemi anche se in 9 mesi dall’acquisto ho percorso già 20.000km al 50% città e autostrada. Volevo chiederti quale olio motore mi consigli con relative specifiche dato che sul libretto non ci è menzione e sul cofano è riportato genericamente il marchio Elf.Grazie, Raffaele.

  50. Buon giorno io ho acwuistato nel 2013 una chevrolet Captiva 2.2 163cv turbo diesel con Fap unica pecca è il fap ormai mi accorgo spre wuando inizia la generazione per odore per i giri del motore e gli strappi quando cambia purtroppo usandola pochissimo tratti da 1.5km per una decina di volte al giorno lavoro scuola asilo ecc sopratutto in inverno che non si riesce a fare a meno della macchina mi fa la rigenerazione ogni 380/400km solo che non sempre riesco a termiminarla ed ieri sentendo i vari commenti con il fap dove ci potrebbe essere aumento d’olio nel controllo ho visto che era molto alto mi reco in officina controllando bene cera odore di gasolio nel olio quindi consiglio cambiare olio e filtro olio solo dopo 7000km che scocciatura ora chiedo un vostro consiglio se darla alla moglie che ne fa 12km andare e 12 km a tornare o e meglio cambiarla ora che sono.in tempo 42000km?Grazie

  51. Buonasera Giuliano,
    purtroppo la spia è ritornata, dopo aver percorso molti chilometri in autostrada e in totale circa 600 da quando feci fare la rigenerazione forzata con la centralina.
    Mi consigli di provare la pulizia con l’acido smontando il Fap? Mi dissero che se il Fap fosse gusto, risulterebbe, invece risultava solo intasato al 95%
    Per il fatto che occorre tagliare e risaldare il componente, potrei andare incontro ad ulteriori inconvenienti?
    Attendo sempre il tuo parere prima di contattare la Renault per portare l’auto in assistenza, grazie in anticipo.

  52. Ciao Giuliano, mi hanno detto che pulendo il Fap con l’acido c’è alto rischio di rottura dello stesso
    Mi hanno detto di sostituirlo al costo di
    1400€.
    Cosa mi consigli?

  53. Giuliano mi hanno sempre detto che la sonda o sensore non è sostituibile perché è internamente al Fap, a te non risulta così?

  54. Questo è un articolo molto importante in questi anni. Perchè il problema di FAP è successo con tante machine.Però non sapiamo bene chè cosa dobbiamo fare per evitare questo problema.Dopo aver letto questo articolo ho delle informazioni molto utili.

  55. Buongiorno Giuliano, se utilizzano l’olio della Casa, sono costretto a fare il tagliando in officina esterna. Per il prossimo tagliando che olio mi consigli?

  56. Mi hai fatto venire un dubbio. Come olio che hanno utilizzato è scadente?
    Perché se pur della casa non è quello più idoneo?

      • Per il prossimo tagliando mi rivolgerò da un meccanico, portando i ricambi necessari ed un olio migliore. Spero che almeno abbia risolto il problema del Fap. Non essendo esperto puoi indicarmi un olio migliore?

      • Ciao Giuliano, in un link precedente ho letto che hai consigliato un Champion 5w30 c4 per una Renault capture 1.5dci con Fap. Dovrebbe essere lo stesso motore che ho sulla mia xmod.
        Che ne dici, va bene?
        Adesso non mi conviene rifare il tagliando. Al prossimo terrò in considerazione il tuo consiglio. La mia speranza è di non ricadere nello stesso problema del Fap e che veramente la spia sia tornata per segnalare l’olio troppo degradato. Ti ringrazio per tutto, sperando di risentirti per aggiornamenti positivi.
        Saluti

  57. Ciao Giuliano ,
    volevo chiedere maggior informazioni e dettagli sulla PULIZIA DEL F.A.P. tramite prodotti specifici .Parlavi di acido o detergente . esattamente sapresti indicarmi quale tipo di prodotto usare ? il mio meccanico non me lo consiglierebbe . Ma ho visto che la Blue ha un prodotto specifico su tanica da 5 lt.? sai veramente funziona ?
    attendo tue info ,grazie.

      • scusa Giuliano , ti chiedo perchè trovo pareri discordanti o meglio due sistemi diversi per la pulizia del FAP .
        LAVAGGIO TRAMITE ACIDI O ALTRO …
        SONO DUBBIOSO IN MERITO!
        chi invece usa il trattamento termico per rimuovere l’intasamento dice infatti “il lavaggio deteriora le qualità chimiche (cosidetti bagni catalitici),compromettendone funzionalità e longevità ,e non andrebbe ad elimimanre a fondo tutti i residui carboniosi”
        che ne pensi ? hai avuto modo di valutare a lungo termine quale sia il sistema migliore?
        grazie ancora.

        • Andrea, molti meccanici portano i Fap intasati presso delle rettifiche che utilizzano dei forni per bruciare tutto il contenuto. Chiaramente è un trattamento da ultima spiaggia, quando ormai i residui degli scarichi sono ormai cristallizzati. La pulizia con l’acido non comporta nessun genere di danno, anzi il prodotto che sto seguendo ultimamente è addirittura a basso impatto ambientale.
          PS: Molto spesso si rende necessario sostituire invece i sensori.

          • se riesci facci sapere quale prodotto stai seguendo .
            Per via del sensore , intendi la Sonda Lambda ?
            se faccio rigenerare il Filtro a.p. conviene cambiare anche la Sonda . Ho letto nel sito Bosch che consigliano di cambiarla dopo tot. KM.
            oppure tramite diagnosi specifica si riesce a capire se lavora correttamente .

          • intendi sensore Lambda del filtro a.p. ? ce ne son altre di sonde?
            consigli visto che devo far rigenerare il Fap di sostituire la Sonda ?
            o c’è qualche diagnosi specifica che verifica lo stato della sonda ?
            grazie.

  58. Ciao Giuliano,
    ho letto il tuo articolo e i post e ti faccio i miei complimenti per la tua serietà e competenza.
    Sono in procinto di comprare un auto, ero orientato verso un astra sport tourer 1.6 cdti 110 cv. Leggendo tutte le problematiche legate al FAP mi sono allarmato, sono entrato in confusione e sto rivalutando i motori a benzina.
    Ora considerando che durante la settimana faccio 15 km andata e 15 km ritorno per andare al lavoro in strada extraurbana o a volte autostrada, mi consiglieresti il diesel (con tagliandi più frequenti, bluediesel e via dicendo) oppure è inutile rischiare e vado sul benzina?
    Dal punto di vista del FAP come si comportano i 1.6 CDTI della opel?
    grazie

    \sergio

  59. Ciao Massimo, volevo sapere se usando un olio motore con specifiche leggermente diverse da quello indicato dalla casa(ad esempio un A3/B4 C3 al posto di un A5/B5 C4) cambia qualcosa o la differenza è minima e va bene comunque? Grazie.

  60. Scusami se il messaggio è arrivato più di una volta ma non mi dava la conferma e credevo non fosse andato a buon fine. Comunque, la mia auto è una captur 90cv diesel con FAP e ti facevo la domanda in quanto ho comprato un olio IP Smo 5w40 con le speciche di cui sopra(A3/B4 C3 quindi leggermente inferiori a quelle indicate dalla casa. Lo posso usare oppure è proprio da evitare?

  61. Buonasera Giuliano
    Sono Massimo della scenic xmod. Purtroppo la spia rischio rottura motore è ritornata. Credo che sia inutile riportarla in Renault, sicuramente si tratta ancora per il Fap intasato. Fatta la rigenerazione forzata, rifatto il tagliando completo, non mi resta altro che portare l’auto in officina per fare la pulizia del Fap nei forni specifici. Ho trovato un centro assistenza che fanno questo tipo di interventi e rilasciano anche la diagnosi post pulizia, che riporta i valori e relativa garanzia. Lo smontaggio, pulizia e rimontaggio può comportare altri tipi di problematiche? Me lo consigli? C’è un modo per verificare se la sonda potrebbe essere guasta oppure con la pulizia in forno consigli comunque la sostituzione?
    Abbi pazienza, se gentilmente mi fai sapere prima possibile, aspetto sempre il tuo parere prima di procedere. Grazie

      • Giuliano sto percorrendo più chilometri di autostrada, che in città. Secondo me è così intasato che la rigenerazione forzata è stato solo un palliativo.
        Quanto può costare la rigenerazione nel forno?
        Mi consigli di far sostituire anche la sonda?

          • Buonasera Giuliano, ho portato l’auto in officina per la rigenerazione del Fap nel forno. Verrà fatto smontaggio, rigenerazione, rimontaggio, revisione del 5 iniettore, esclusione della valvola EGR (consigliato per evitare l’intasamento anche se dalla diagnosi non è risultata) adattamento elettronico.

            Mi rilasceranno la garanzia e gli scontrini in entrata ed uscita riportando i valori rispettivi.
            Mi hanno chiesto €550.00
            Spero di risolvere definitivamente, ho speso già molto per ovviare a questo problema.
            Che ne pensi?

  62. Salve Giuliano, mai prima mi era successo, arrivo a casa e vedo che sotto la macchina e dal cofano usciva fumo, controllo bene in generale scopro che si e infuocato il filtro antiparticolato lo vedo chiaramente da sotto che è a vista fumava esageratamente, domanda si sarà intasato come si spiega una cosa del genere ? la macchina a 60000 mila chilometri in garanzia a 30000 mila e stato sostituito il FAP è una Koleos 150 cavalli.Che ne pensi Grazie del tuo sugerimento.

  63. Avrei intenzione di acquistare una Mercedes classe a 4matic diesel 200 modello 2016. Euro 6 L’ho trovata con 20390 km garanzia Mercedes.Hai il fap questo motore? Io faccio 25000km annuì. Il 70 extra urbano,però mi capita di usarla come tutti in città e spegnerla a volte più volte al giorno dopo tragitti di 4 5 km. Auto giusta? Ora ho Una golf 2000 140 cv diesel euro 4. Serie 5 senza filtro particolato 322000 in 13 anni. Zero problemi macchina ok. Grazie per eventuale risposta

    • Massimo il tutto dipenderà da quanti chilometri riesci a fare su tratte a velocità di 80 Kmh. Se in una giornata farai un percorso del genere permetterai al filtro di avviare al rigenerazione. Inoltre l’olio motore andrà sostituito ogni 10/15.000 chilometri e dovrà avere la specifica riservata ai veicoli dotati di Fap. Esistono poi degli additivi da aggiungere al carburante che ti aiuteranno a tenere i filtro pulito.

  64. Salve Giuliano, scrivo per chiederle un parere. Ho letto quasi tutti i messaggi e mi sono comunque rimasti tutti i miei dubbi. HO necessità di cambiare macchina e sono orientato su una Citroen Cactus Bluhdi 1.60 100 Cv.. All’inizio avevo deciso per il benzina ma ho trovato varie offerte di auto aziendali che costano quasi meno.. Il mio cruccio riguarda questi famosi problemi per il FAP.. Tutti i rivenditori inoltre mi hanno detto che questi nuovi motori BluHDI, sono di nuova concezione e daranno pochissimi problemi legati all’intasamento del FAP..
    Io la macchina la userò prevalentmente 5 giorni su 7 per andare al lavoro percorrendo circa 18 Km al giorno, su strade non in piano ma con salite e a scorrimento medio.. Occasionalmente (2/3 volte al mese) mi puàò capitare di usarla per lavoro e quindi di percorrere tratti su supestrade.. 2 o 3 volte al mese la utilizzerei per andare in montagna e quindi percorrere anche 100 Km e la maggior parte su strade a scorrimento veloce..
    Secondo lei avrò problemi sicuri con il FAP? Se la questione è cambiare olio ogni 15-20 mila chilometri è quasi paragonabile a un normale tagliando e quidni con i soldi che risparmierei sui consumi di un benzina andrei quasi in pari. Ma se la questione è che devo andare in officina ogni 5000 km, allora direi che non va proprio bene..

    Grazie mille

    • Davide, i Fap di ultima generazione danno meno problemi rispetto ai precedenti ma non per questo cambiano le modalià di utilizzo dell’auto. Purtroppo 18 chilometri al giorno ad una media di 40/50 Kmh non permettono al Fap di effettuare la rigenerazione e nell’arco di qualche mese potresti già avvertire dei problemi.

  65. Quindi un veicolo a benzina sarebbe più indicato?
    Io non voglio trovarmi nella situazione di aver investito su una macchina semi-nuova per poi essere in officina ogni settimana, perché sarebbe un disastro..
    Mi hanno anche accennato l’ipotesi di installare un filtro antiparticolato (Dukic) che a detta dei meccanici ridurrebbe il rischio di instasamento del Fap.. Potrebbe eventualmente essere una soluzione secondo te?

      • Io ho installato il Dispositivo Dukic. Si installa a monte del motore e rende benefici al FAP che per legge non va rimosso. Ma il suo scopo non è quello di “eliminare” il FAP bensi fa in modo di ottimizzare la combustione, quindi meno consumo di carburante a parità di prestazioni (nel mio caso del 5%), meno residui “inviati” al FAP e quindi meno manutenzione. Ho provato e etestato il tutto di persona con molte misurazioni e prove. Certo costa però non ha scadenza!

        • Mauro, il dispositivo Dukic lo conosco bene, scrissi su questo blog un articolo. Il problema del Fap è dovuto principalmente dall’utilizzo errato dell’auto. Purtroppo se viene utilizzata solo per pochi chilometri al giorno in città, le rigenerazioni non avverranno nemmeno con il Dukic installato.

          • Giusto che non avverranno se si fanno pochi chilometri ma se il DUKIC ottimizza la combustione il FAP si intasa molto ma molto meno, giusto? Quindi in pratica si allunga la vita del FAP e si riduce moltissimo la necessità di rigenerazione e gli interventi di manutenzione dal FAP.

  66. Salve Giuliano, sto per acquistare una nuova auto. Essendo molto indeciso sul tipo di motore, mi sono rivolto al mio meccanico, che mi consiglia la fiat tipo diesel, nonostante l’auto verrà usata ogni giorno per fare casa-lavoro a 3 km lui mi ha ribadito che i motori diesel euro 6 non soffrono più i brevi tragitti. Questa dichiarazione mi ha un messo in confusione dato che ero indirizzato su un motore metano o ibrido. Tu cosa ne pensi? Grazie mille per la tua disponibilità

  67. Salve,
    ho una opel Meriva 1.7 CDi del 2011,acquistata da 2 mesi con 64000 Km tagliandata Opel.La macchina la uso prevalentemente per portare la bambina a scuola e fare la spesa.Non ero a conoscenza del filtro antiparticolato e non sapevo che questo potesse intasarsi se si usa la macchina prevalentemente in città e non si porta la stessa sopra i 2000 giri.Da ieri ho la spia accesa:Filtro Particolato A.Pieno continua marcia.Cosa mi consigliate di fare?Portarla in officina o fargli fare un giro magari in autostrada per una mezz’ora?Mio marito è fuori per lavoro e non saprei a chi rivolgermi.Grazie

  68. Buongiorno , qui si parla di FAP ,questo porta seri problemi ai motori diesel se questi nei suoi brevi o lunghi spostamenti il soggetto non raggiunge il valori di circa 600° di temperatura. Ora dico , com mai che in alcune vetture ( parliamo di tassisti ) durano 3000 km. con officina cambio olio e filtri , mentre su alcune colleghi hanno macinato circa 200 000 Km. ? Allora qui parliamo di case costruttrici !!!! Chi lavora con coscienza chi no ! Ora come ora , mai e poi mai una vettura diesel . Benzina ibrida la miglior copiata.

  69. Buongiorno
    volevo conoscere la vostra opinione su quanto mi è stato detto dai tecnici di un’officina Dacia, per la mia Duster turbo diesel del 2016, che ha problemi con il filtro antiparticolato (si è accesa la spia sul quadro): mi hanno detto di percorrere la tangenziale con una velocità costante compresa tra gli 80 e i 100 km/h per una distanza di circa 40 km e il problema si sarebbe risolto. L’ho fatto ma non è servito a nulla. Forse, come ho letto da qualche parte, sarebbe più utile, per portare in temperatura il filtro, tenere in regime dei giri del motore compreso tra i 3000 e i 3500 giri al minuto. Tuttavia, non essendo un tecnico, è meglio chiedere a chi sa piuttosto che fare sciocchezze che potrebbero poi costare care.
    Grazie anticipatamente per la risposta

  70. Buonasera Giuliano.
    Innanzitutto,complimenti per il suo lavoro e grazie per il tempo che dedica ai nostri problemi.
    Mia moglie possiede una fiat panda 1.2 benzina del 2004 e stiamo per sostituirla,per passare ad una macchina più spaziosa e più adatta alla famiglia.
    Percorrendo circa 5000/6000 km l’anno,sopratutto in città e per brevi tragitti,abbiamo optato per una altra macchina a benzina..magari con un motore tipo quello della mia Polo (1.2 tsi),per pagare poco di assicurazione,avere un consumo di carburante soddisfacente e allo stesso tempo,avere anche un bello spunto!
    Il problema è che lei vorrebbe una C3 picasso e in giro si trova ben poco di usato,con il 1.2 turbo.
    Ne ho trovata una nelle vicinanze,a buon prezzo(presso una concessionaria)molto bella,del 2015,con circa 33000 km,però è a gasolio e monta il vecchio motore 114 cv(euro5)6 marce.
    Tutto contento,chiedo info al mio meccanico..che mi mette in guardia sui problemi che potrebbe dare il filtro antiparticolato!
    Da quel che ho letto in alcuni messaggi,ho capito che oltre al proprio utilizzo,bisogna mettere in conto anche quello del precedente proprietario!
    Consideranto il tutto,ci sconsiglia l’acquisto..o si potrebbe tentare,con alcune precauzioni?Ovvero, mettendo sempre il bludiesel dell’agip,usando olio motore specifico per i fap (cambio dell’olio regolarmente ogni 2 anni e non oltre i 15000 km) e magari ogni 2 settimane,facendo un po di strada extraurbana,facendo cantare un pochino il motore?

    • Alessandro te la sconsiglio, non tanto per l’utilizzo del precedente proprietario (perché se i chilometri sono reali non sarebbe un problema) ma per quello che ne farai tu. Sono auto destinate a chi percorre ogni giorno lunghe tratte a velocità che consentono la rigenerazione. Rimani focalizzato sul benzina, magari anche con cilindrata superiore al 1.2.

  71. Buonasera Giuliano
    Ho un Ford transit custom 2.0 diesel comprato nuovo 11/2016.
    Dopo 2000 km problemi con lo start and stop, quando ripartivo il motore andava in protezione e tagliava a 1500 giri circa.
    In conscessionaria non ci hanno capito granché hanno cambiato un dosatore e delle tubazioni ma il problema si è ripresentato. Non usando lo start and stop non si verifica mai. A 6000 km il computer segnala il cambio olio. Cambiato olio astina e resettato centralina. Oggi a 14000 si è ripresentato avviso cambio olio. Ma possibile che debba cambiare olio ogni 6000 km? Percorro circa 25000 km anno e circa 60/70% ciclo urbano. Può essere imputabile al fap che non si rigenera?
    Grazie

  72. Secondo me state dando buoni consigli da una parte ma vi concentrate troppo sul pericolo di prendersi una multa per avere rimosso dei componenti del catalizzatore. Io penso che se ci sono così tante persone che vogliono manipolare il catalizzatore è per via del fatto che produce nano-particelle che sono cancerogene. Da ignorante in materia come lo sono Io ho comunque capito che le auto diesel Euro 3 non producono nano-particelle mentre dall’ Euro 4 in poi questo problema è presente. Io non mi preoccuperei di chi si becca una multa perchè chi ha la coscienza a posto non se la becca di sicuro. Se vengono multati sarà certamente per vendetta ma non perchè hanno rimosso un problema di inquinamento cancerogeno.

    • Roberto, togliendo il filtro antiparticolato (non il catalizzatore) le auto emettono nell’aria in maniera continuativa del particolato. I veicoli infatti tendono a “puzzare” molto e dal momento stesso in cui viene acceso il motore. Se prima la rigenerazione avveniva a determinate velocità, senza il filtro fuoriescono anche al minimo rimanendo fermi (tipo la mattina quando si scalda l’auto prima di partire). In questo modo i gas tossici riescono ad entrare nell’abitacolo e di conseguenza nei polmoni di chi guida e degli altri occupanti (chi ha dei bambini a bordo si facesse un esame di coscienza).
      Inoltre qui non si parla di una multa irrisoria, l’importo supera i mille euro ma scatta soprattutto la denuncia penale per inquinamento ambientale. Tra multa, ripristino del veicolo e denuncia che comporta il pagamento di avvocati penalisti si arriva a spendere circa 10.000 euro! Come fai ad affermare che vengono emesse multe per vendetta? Ma cosa significa poi?

  73. Salve Giuliano
    Da qualche giorno la mia auto non va più cioe quando accellero i consumi schizzano alle stelle ma l’auto è lentissima sembra come se non avesse più la turbina ma non si accende nessuna spia le salite che facevo di 4 ad un filo di gas ora le devo fare in seconda accellerando tanto.
    Pensi che sia la turbina rotta oppure qualche sensore?
    Peugeot 207 1.6 109cv motore dv6.
    Grazie

  74. Salve, ho una dacia duster delsey cc 1500 a 110 cv del 2012,ogni tanto mi si accende la spia dell’antiparticolato, subito dopo mi reco in officina ed il meccanico con il suo computer collegato alla centralina dopo la diagnosi la spegne. Mi succede quando vado su luoghi di lavoro un po polverosi. Ho saputo che oltre andare in officina, che comunque mi costa, possono rigenerare andando in quarta marcia su strada scorrevole a 3000 giri/min. è corretto?

  75. Non sò se già discusso,ma chiedo qui.
    Sta storia del filtro antiparticolato dovrebbe essere un pò rivisto e come deve farsi la rigenerazione pure.
    Se io compro un Diesel per la Sua coppia motrice e volerlo usare nel fuoristrada perchè con un benzina brucerie solo frizioni, non posso perchè richiede che il motore sia “Tirato” per generare il calore ed ora i diesel devono essere utilizzate solo da chi fà autostrada! Ma stiamo scherzando?
    Non possono creare un sistema elettrico che scalda i gas di scarico prendo energia dal motore piuttosto che “SPORCARE” la carburazione che poi vorrei vedere che M..da esce dallo scarico durante la rigenerazione.
    Usano persino la corrente per sciogliere i metalli, possibile non trovare un sistema per scaldare i gas di scarico??
    Mi dispaice, ma se compro un Fuoristrada, il FAP/DFP si elimina e lo tengo in garage per il futuro se la vettura viene venduta ad un Fig…to che compra un fuori strada per utilizzarlo solo in autostrade. STOP.
    Il catalizzatore quello rimane.
    Poi io abito in Montagna, girando al minimo. non sono un brucia semafori da città che accelera inutilmente.
    Se un veicolo uscirà con un sistema che aumenta i gas di scarico da remoto, prendendo energia, allora il FAP/DFP rimane installato.

    • Benny hai messo il dito su un’altra piaga. Se il Fap è ideato per vetture che devono essere impiegate per lunghe tratte ed a certe velocità, come mai è stato installato su veicoli fuoristrada che vengono impiegati diversamente? Purtroppo questo è un errore madornale delle case automobilistiche.
      Il vero problema è che a fronte di questi errori il Fap non potrà mai essere tolto. Stiamo attendendo l’ufficialità su un fatto grave avvenuto presso un centro revisioni piemontese, dove a quanto pare sono state filmate oltre 2000 revisioni avvenute su auto defappate direttamente presso il centro stesso.

  76. Salve,ad aprile ho acquistato un c-crosser con 185000 km,tutto bene fino al rientro delle ferie,al primo pieno dopo un km si è accesa la spia del fap,in citroen hanno detto di dover sostituire il sacco della cerina con un prezzo esagerato,portata dal mio meccanico ha introdotto gasolio nella sacca,rimappato la centralina dicendomi di tirarla in quarta a 70 km ogni tanto per pulire il fap,tutto ciò è corretto?

  77. Io credo che la “non compatibilità” dei moderni diesel non riguardi tanto i “brevi tragitti” quanto piuttosto un certo modo di guidare ed utilizzare il motore.
    Molti tra gli… affezionati al diesel (che ovviamente non sono affezionati ai gas di scarico, alla rumorosità degli iniettori, al particolato…) apprezzano da sempre, in quel tipo di motore, le innate doti relative alle curve di coppia e potenza, che si traducono soprattutto in quel “tiro ai bassi” che, seppure oggi meno vistoso di un tempo, rimane sempre ben percepibile nel confronto con i motori a benzina.
    Molti tra i suddetti affezionati hanno, quindi, l’abitudine di guidare sfruttando proprio tali doti, ossia rimanendo per la maggior parte del tempo (o persino per la totalità) al di sotto dei 2000 giri, senza per questo procedere affatto “a passo d’uomo” e ottenendo tra l’altro, in cambio, consumi di carburante che risultano sinceramente inimmaginabili agli occhi di chi invece guida in maniera diversa. Quale che sia il tipo di strada che percorrono.
    Purtroppo per loro, però, quel modo di guidare non è compatibile con i moderni diesel dotati di DPF, visto che per la… salute del DPF il motore dovrebbe lavorare per la maggior parte del tempo SOPRA i 2000-2500 giri, pena l’entrata in scena dell’assai penoso (per essere gentili) meccanismo della cosiddetta “rigenerazione”, con tutti i suoi deliziosi sprechi disinvolti di gasolio, inquinamenti dell’olio motore ecc. ecc., dei quali tra l’altro il proprietario del veicolo sembra vada tenuto il più possibile all’oscuro, sia a livello di vendita che dopo, a livello di impiego quotidiano.

    Quindi: ti compri un diesel ma poi lo DEVI guidare come se fosse a benzina, tirando le marce e viaggiando sempre “allegro”, senza avere nel frattempo alcuna idea circa lo stato di intasamento del filtro e senza sapere quindi se e quando sta per avviarsi la f…atidica rigenerazione. Senza insomma avere alcun controllo sulla questione e avendo invece, in parallelo, la certezza che le rigenerazioni comunque avverranno, sprecando un mucchio di gasolio, diluendo l’olio motore e forse addirittura prenotandoti visite aggiuntive in officina e tagliandi anticipati, anche parecchio. Il tutto, ovviamente, a tue spese, perché il colpevole sei tu, che evidentemente sei “inadatto”, “non sai usare” la vettura che hai comprato.

    Per non parlare di quelle volte in cui, magari quando uno sta arivando a casa, si accende qualche spia corredata da messaggi che.. consigliano vivamente di andare a farsi un giretto di una ventina di minuti (!!!) mantenendo una andatura abbastanza “allegra”. Una situazione talmente assurda che a rigor di logica dovrebbe essere più che sufficiente a suscitare proteste vigorosissime e colossali figure meschine (dei produttori), ma che invece sembra essere ritenuta persino “normale”, mentre gli “anormali” sarebbero appunto coloro che, pensa un po’, ancora si ostinano a pretendere che la macchina si possa guidare come si vuole e che quando si gira la chiave si spenga senza rompere le scatole e senza presentare, più avanti, un conto salato per lo sgarbo ricevuto. :]

    • Ti garantisco che gli automobilisti che acquistano il motore Diesel lo fanno principalmente perché il gasolio costa meno della benzina. Riceviamo ogni giorno decine e decine di email di gente che utilizza l’auto per portare i bambini a scuole e fare la spesa oppur eper fare casa/lavoro.

      Chi lavora ad esempio come rappresentante e percorre autostrade e statali difficilmente ha problem con il Fap. Poi c’è chi esegue la manutenzione ogni 25/30.000 chilometri utilizzando lubrificanti che andrebbero sostituiti ogni 10.000.

      Purtroppo non solo il Fap non può essere rimosso nonostante le problematiche che possono nascere da un utilizzo errato del veicolo, ma a breve lo troveremo anche sulle auto a benzina, visto che molte case automobilistiche sono già in rampa di lancio con questo sistema.

      • Non metto in dubbio che molti guardino solo il prezzo del gasolio, ma credo anche che molti altri si spingano un po’ più in là e facciano riferimento alle differenze di consumo, che (per lo meno fino a prima dei DPF) potevano essere molto cospicue, a favore del diesel, SE l’automobile veniva guidata in maniera opportuna, quella maniera che appunto non sembra essere compatibile con i moderni motori “ecologici”.
        Senza dimenticare che, a rigor di logica, uno dovrebbe essere libero di usare la sua vettura come e dove gli pare, specie se nessuno lo ha chiaramente informato PRIMA che la acquistasse.

        Io davvero trovo stupefacente (e assai triste) il fatto che questo penoso accrocchio dei filtri DPF… “a gasolio” non abbia suscitato e non susciti pesanti condanne, neanche sulla cosiddetta stampa specializzata, che invece tende a ignorare il tutto o, eventualmente, a parlarne di striscio, come se si trattasse di una soluzione tecnologica come un’altra, marginale, non significativa o persino meritevole di plauso.

        Oggi, effettivamente, tenendo conto degli allegri sprechi di gasolio pro-DPF, può darsi che un motore a benzina guidato con calma, a conti fatti, arrivi a consumare poco più di un corrispondente a gasolio, anche se poi rimane pur sempre la differenza di prezzo, che però potrebbe benissimo essere compensata dalla mancanza di assurde seccature accessorie (diluizioni di olio, accensione imprevedibile di inquietanti spie, visite aggiuntive in officina, “giretti” assurdi quando la vettura deve… fare i bisognini ecc.).
        Certo il “tiro ai bassi” non può essere equivalente e chi è abituato al diesel dovrà rassegnarsi a tenere il motore molto più su di giri. Una alternativa a mio avviso interessante potrebbe essere la soluzione ibrida, con il motore elettrico che fornisce (egregiamente) la coppia che manca. Per ora però, al di là dei tanti annunci, chi vuole comprare un’auto del genere trova ben poca scelta, specie nell’ambito dei tipi di auto più venduti, mentre le promozioni più aggressive riguardano proprio, guarda caso, i motori diesel…

        Per quanto riguarda il FAP sulle auto a benzina, c’è da sperare che almeno in quelle i progettisti sappiano partorire qualcosa di meno spudoratamente assurdo e penoso (ci dovrebbe voler poco, in effetti), come ad esempio un filtro che semplicemente faccia il suo mestiere senza consumare carburante e senza procedure più o meno misteriose e gelosamente nascoste (in quanto vergognose). Forse le maggiori temperature dei gas di scarico e le presumibilmente assai minori quantità di particolato (come si va dicendo da anni e anni nel confrontare benzina e gasolio) potranno aiutare in tal senso.

        • Per chi viaggia molto i motori a benzina sono ancora sconvenienti. Se ricordi bene anni fa il Diesel era il motore dei rappresentati, del personale viaggiante per molte aziende. Invece da quando il prezzo dei carburanti è salito è scattala la mania del gasolio (che poi cosa si risparmia se percorrendo 10 chilometri al giorno con il gasolio invece della benzina…mha!)

          Come lavora un Fap è chiaro e semplice. Trattiene le particelle provenienti dalla combustione fino a riempirsi e da quel momento occorre portare l’auto ad un certo numero di giri motore. Tutto questo avviene a determinate velocità quindi solo se l’automobilista porta l’auto su una statale o autostrada dove possa raggiungere una determinata velocità. Se non hai questi percorsi nella tua quotidianità devi lasciar perdere il diesel.

          Poi parliamo anche di manutenzione, lo sapevi che basta una candeletta al 50% per rallentare le rigenerazioni? Lo sapevi che moltissimi meccanici utilizzano dei lubrificanti con delle specifiche errate? (per specifica non intendo solo il grado di viscosità). Lo sapevi che ci sono molti di loro che utilizzano l’economico 10W40 per tutte le auto?

          Un domani che applicheranno il Fap anche sulle auto a benzina i processi di manutenzione e di utilizzo saranno sempre gli stessi.

          • Non ho capito il “da quando il prezzo dei carburanti è salito”. A me sembra che sia sempre salito e che la differenza a favore del gasolio sia oggi ai minimi storici o quasi (in Italia).
            Comunque, come dicevo, c’è anche la questione delle prestazioni (coppia ai bassi) che per molti utenti è sufficiente a motivare la preferenza per il diesel, anche eventualmente a parità di costi carburante e consumi.

            Il funzionamento del DPF è senz’altro chiaro e semplice. Chiaro, semplice E ANCHE… penoso e assurdo, per lo meno nelle auto diesel, non tanto per il filtraggio in sé (ci mancherebbe) ma per tutto il resto. Se nelle auto a benzina quel resto non ci sarà, ben vengano i filtri nelle auto a benzina.

            Faccio notare, senza polemica ma solo per precisazione, che “portare l’auto a un certo numero di giri” e portare l’auto a “una determinata velocità” sono due cose distinte. Con un diesel di media cilindrata a 2mila giri in ultima marcia si cammina già al di sopra del limite di velocità per le non-autostrade. Per “pulire” il filtro bisogna stare stabilmente sopra i 2mila giri, per cui chi guida il diesel in maniera tranquilla si ritrova ad essere “inadatto” SEMPRE, indipendentemente da quanti km percorra e da quali strade frequenti. QUESTO è, per me, il punto chiave. Oltre alla questione degli sprechi, che in qualche modo funge da… melone sulla torta.

            So che per i diesel con DPF servono olii particolari, la cui “particolarità” se non erro riguarda proprio, tra l’altro, la capacità di sopportare una certa percentuale di inquinamento da gasolio. Il che, per me, è una palpabile conferma: le “rigenerazioni” dei DPF sono così assurde e maldestre che serve ADDIRITTURA un olio speciale (più economico?) per compensare i loro insensati effetti collaterali!
            Compensazione peraltro parziale, perché se il guidatore è… “troppo” inadatto allora l’olio si inquina così tanto che bisogna cambiarlo in anticipo, anche parecchio. Il che, fino a prova contraria, costituisce un ALTRO spreco bello e buono, che stranamente, così come lo spreco di gasolio, non sembra preoccupare affatto chi si dichiara assai sensibile ai problemi ambientali.

          • Armando, trattiamo argomenti sul Fap dal 2009 quando io stesso fui il primo a parlare delle problematiche che avrebbe causato. Quindi non sono assolutamente a favore di questo dispositivo.
            Seconda cosa, riceviamo migliaia di visite giornaliere, raccogliamo almeno 100 email al giorno da parte di automobilisti alle prese con questi problemi, sappi che TUTTI affermano di aver acquistato un veicolo diesel per risparmiare, nessuno ha mai commentato i nostri articoli dicendo che ha scelto questa tipologia di veicolo per il discorso di coppie ecc. Dopo otto anni di gestione dell’editoriale tu sei il primo.
            Il gasolio nel 2007 stava a 90 centesimi al litro oggi è a 1,340 euro. Dove vedi questi cali da “minimi storici”?
            Il discorso giri motore e velocità è un discorso che faccio sempre perché è più corretto andare in autostrada in modo che, in fase di rigenerazione non ti respiri il particolato emesso. L’olio motore ha una grandissima importanza e oltre alle specifiche va stabilita anche la qualità del produttore perché di zozzeria in giro se ne vede molta.
            Ti garantisco che l’utilizzo corretto del veicolo non crea intasamenti al Fap. Purtroppo le auto dotate di questo sistema comportano un certo tipo di guida, o ti adegui oppure cambi auto. Nessuno può farci niente.

  78. Ribadendo l’assenza di intenti polemici, credo che i cospicui “risparmi” che il diesel innegabilmente ha sempre permesso in passato (SE usato adeguatamente) dipendano soprattutto dalle sue curve di coppia, che appunto consentono di marciare a regimi mediamente molto più bassi. Il pregio primario è QUELLO, legato anche al maggior rendimento termodinamico. Se poi molti utenti non conoscono tale aspetto tecnico e riassumono il tutto nell’idea del (potenziale) risparmio, è un altro discorso.

    Ho parlato di minimi storici riferendomi alla DIFFERENZA tra gasolio e benzina, non ai prezzi in quanto tali.

    L’utilizzo “corretto” dei moderni diesel corrisponde all’esatto contrario di quello che è stato per decenni l’utilizzo corretto o, per lo meno, l’utilizzo che permetteva di sfruttare al meglio le doti del diesel in termini di robustezza, longevità, economia di esercizio. Il che, fino a prova contraria, è un controsenso bello e buono.
    Per di più, oltre al maggior consumo dovuto ad un (inutile) impiego “allegro” del motore, l’attuale utilizzo “corretto”, seppur non crea intasamenti, crea costanti e assurdi sprechi di gasolio, nonché inquinamenti dell’olio motore ecc.

    “Nessuno può farci niente”? Mah, senz’altro “nessun VUOL farci niente”, perché a quanto pare questa grande trovata è stata generalmente digerita come una cosa del tutto normale, una tecnologia ben progettata, a cominciare da quasi tutta la stampa cosiddetta “specializzata” che ben si guarda dal mettere in adeguata evidenza le suddette penose assurdità progettuali né, tanto meno, il simpatico (e giusto, purtroppo) messaggio “o ti adegui o cambi auto”. Anche per questa ragione il diesel si continua a vendere benissimo, cosa che rende a maggior ragione superfluo, per le Case, spendere quattrini nello studio di qualcosa di più serio e dignitoso.

    • Armando tutto chiaro. Il problema è che ormai il sistema Fap è presente su quasi tutte le auto, dico che non si può fare nulla proprio per il fatto che gli automobilisti continuano a comprarle e fino a che il mercato viaggia in positivo nessuna casa automobilistica sarà realmente intenzionata a cambiare rotta.

      I commenti vengono approvati nel momento in cui ci colleghiamo. Solitamente nel week end ci prendiamo un po’ di tempo anche per noi e le nostre famiglie.

  79. Salve ho na golf 1.6 tdi, a 60k ho avuto il richiamo volkswagen e dopo 2000 KM rottura dell’iniettore (in autostrada avevo percorso circa 500km in 5 marcia a 130,tagliando fatto 5 mesi prima con pochi km all’attivo meno dei 15.000 previsti)sul primo cilindro non sono u meccanico, ma leggendo in rete sembra che sia dovuto al fatto che tale modifica abbiamo incrementato in modo significato le rigenerazioni del fap ogni 300 km.
    Ho ripristinato a mie spese gli iniettori, ora come faccio a presrvarli senza defappare,e rimappare.
    Mi consigliare un buon additivo / controlli da fare periodiacamente per non avare più brutte sorprese ?

    Grazie

  80. Buongiorno.

    Ho una SAAB 9.3 del 2007 che quest’estate ha dato problemi di FAP, segnalati prima dall’avvertimento “prestazioni limitate”, poi dalla spia motore accesa.
    La macchina ha subito tre interventi in officina: uno consistente nel versamento di un liquido, un secondo consistente nella rigenerazione forzata del FAP, un terzo consistente nella sostituzione della valvola EGR. Solamente dopo il terzo intervento l’auto si è messa a funzionare correttamente. Costo totale delle operazioni, circa 1.350 euro.
    Peccato che, a distanza di poco più di un mese, dovendo effettuare la revisione ministeriale, l’auto è stata “bocciata” per eccessive emissioni, pari al valore 2,5.
    Riportata l’auto in officina, mi è stato detto che avrebbero provveduto ad installare una guarnizione attorno alla valvola EGR, a ridurre il foro della medesima e a riconfigurare il software.
    Fatti questi ulteriori tentativi, ovviamente a pagamento, le emissioni si sono ridotte, ma fino all’ancora troppo elevato valore di 1,5.
    A questo punto mi è stato detto che tutti gli interventi erano stati fatti in modo corretto e che quindi il problema delle emissioni doveva attribuirsi ad altre cause, quali corpo farfallato, iniettori, pompa, collettore, cosa che mi ha fatto propendere per lo stop degli interventi ed il cambio dell’auto, che peraltro ha percorso fino ad oggi circa 143.600 km.
    Non ho mai messo in dubbio la professionalità e buona fede dell’officina, non lo faccio tuttora, tuttavia chiedo a Lei un parere su tutta la vicenda.
    La ringrazio.

      • L’olio lo cambio ad ogni tagliando, cioè ogni 30.000 km. Le specifiche non le so, ma i tagliandi, quindi i cambi olio, li ha fatti tutti la stessa officina, che è quella che mi ha sempre fatto tutte le manutenzioni, comprese questi ultimi interventi al fap.

        0rmai ho deciso di cambiare auto, a maggior ragione oggi che mi è stato detto che per proseguire con gli interventi bisognerebbe sostenere ulteriori ingentissimi costi, dell’ordine di qualche migliaia di euro.

        Quello che mi premeva capire è se questo epilogo si poteva evitare, soprattutto se da una più attenta analisi iniziale si sarebbe potuto comprendere la reale portata del problema e quindi avvisare che si sarebbe andati incontro a spese molto ingenti, cosa che avrebbe indotto il sottoscritto a cambiare immediatamente l’auto, evitando di sostenere spese inutili, ammontanti come detto a circa 1.350 euro. Del resto il sottoscritto, prima di ogni intervento, aveva sempre avvisato l’officina della propria volontà di abbandonare la manutenzione scegliendo di cambiare l’auto, salvo che quello specifico intervento proposto fosse risolutivo; e sempre era stato rassicurato che l’intervento proposto sarebbe stato l’ultimo.

        Mi chiedo inoltre se sia corretto effettuare riparazioni del fap senza effettuare la verifica delle emissioni, consegnando al cliente auto con emissioni alle stelle.

        Mi chiedo infine se emissioni di valore pari a 2,5 siano compatibili con fap e valvole EGR funzionanti e quindi dovute a malfunzionamento di altri elementi (iniettori, corpo farfallato ecc. ecc.)

        Grazie per il contributo.

        • Paolo, la specifica dell’olio è fondamentale perché le auto dotate di Fap richiedono dei lubrificanti con caratteristiche molto particolari, proprio per evitare l’imbrattamento dello scarico. Purtroppo gli analizzatori di scarico sono presenti solo presso i centri revisione (in passato li avevano anche i meccanici che rilasciavano il famoso bollino blu).
          Sta di fatto che potresti effettuare delle piccole operazioni molto più economiche, come ad esempio l’utilizzo di additivi per la pulizia dell’impianto di alimentazione, corpo farfallato/egr, un lubrificante corretto ed un additivo per la pulizia interna del motore. Tra pochissimi giorni troverai online un e-commerce sul nostro blog dove troverai quattro nuove linee di additivi.

          • Grazie dei consigli.

            Desidero segnalare l’incredibile epilogo della vicenda della mia auto, che ha passato la revisione dopo l’intervento di mio suocero, non professionista in materia, il quale mi aveva proposto di controllare la pulizia del filtro aria e del debimetro.
            Eseguite queste operazioni, relativamente semplici e per nulla costose, che evidentemente l’officina non aveva fatto, l’auto, come detto, ha passato la revisione, essendo le emissioni rientrate sotto il limite di 0,5.
            Saluti.

  81. Salve, io sono possessore di un astra 1700 cdti del 2013 con meno di 30000 km , l’auto e’ utilizzata prevalentemente da mia moglie in citta’ perche’ io lavoro all’estero, da qualche tempo mia moglie ha riscontrato un problema di perdita di potenza del motore , ma l’auto non segnala assolutamente nessun guasto motore, oggi ovvimente andra’ in officina sia per cambio olio, effettuato ogni nno regolarmente, che per questo problema, da quanto ho letto sembra potrebbe trattarsi di un problema di fap , avete consigli da darmi in merito?
    grazie anticipatamente saluti

    • Flavio il calo di potenza potrebbe dipendere dal Fap o dalla valvola EGR (molto più probabile).
      Il vero danno sono proprio i pochissimi chilometri di utilizzo nel traffico urbano. Dovete assolutamente portare più spesso l’auto
      su qualche statale per permettere alla centralina di avviare la rigenerazione del Fap.

  82. Ho perso una nottata a leggere tutta la pagina. Ti faccio i miei Complimenti.

    Salve buonasera le scrivo da amante delle automobili e dopo 6 auto tutte a benzina(ultima una C200 kompressor) mi ritrovo con l’acquisto a breve di una Hyundai Tucson 1.7 CDTI 141 cv Automatica chiaramente Diesel(la mia prima auto diesel con il filtro antiparticolato) poiche giornalmente faccio sui 40-50 km per lavoro su ciclo misto ovvero 70% extraurbano con un andatura media sui 80/100 km orari e un 30% in citta, ma nel fine settimana percorro anche 100-120km soli in citta con qualche chilometro in extraurbano per sfogare un po :-) l’automobile in questione potrebbe avere dei problemi? Nel forum della macchina stessa a quanto pare non sono sorti ancora problemi di intasamento nemmeno chi ce l’ha da 2 anni e me la consigliano ugualmente Diesel. Lei cosa mi dice? Perche la scelta semmai puo optare anche per un 1.6 da 177 cavalli ma soli 280Nm di coppia a benzina contro i 340Nm del diesel.

    Le racconto brevemente anche questo, la mia ragazza ha una lancia Y 1.3 multijet del 2008 con soli 90.000 km, il 2017 e stato un calvario, 7 rigenerazioni forzate e 2 volte rimasta a piedi perche il motore era anadto in protezione, dopodiche ha eliminato il filtro. Ma nel corso di questi anni ha sempre usato la macchina prevalentemente in citta senza alcun problema, e il dannato filtro intasato le si e presentato dopo l’8 anno di vita della macchina e dopo circa 85.000km e cio non ce lo spieghiamo. Cosa mi consiglia? La ringrazio anticipatamente per l’attenzione

    • Per la Lancia Y è chiaro che non può essere utilizzata in quel modo. La sua ragazza dovrebbe optare per un benzina magari con impianto GPL. Nel suo caso invece non dovrebbe avere problemi, in alternativa proporremo questa settimana degli additivi particolari che aiutano ad abbattere l’accumulo di particolato incrostato nel filtro.

      • Grazie per la celere risposta, le sottopongo altri 3 quesiti.
        Mediamente ogni quanti km di pura citta o comunque brevi percorsi la macchina ha bisogno di rigenerare? Se si interrompe la rigenerazione cosa succede? Con il cambio automatico va bene andare a 60-70km/h per quanto tempo? E poi con gli anni il Filtro antiparticolato degrada e bisogna sostituirlo? La macchina non ha la spia che dice rigenerazione in corso. Grazie ancora

        Effetivamente la Lancia e stata un vero calvario :-ç

        • Alen in città si può attivare la rigenerazione ogni 300 km circa (varia a seconda dell’auto). Se interrompi la rigenerazione te ne accorgi dalle ventole di raffreddamento che rimangono accese per diverso tempo a motore spento. In questi casi conviene rimettersi in moto e fare un po’ di strada con velocità di circa 80/90 Kmh.
          Se l’auto viene utilizzata correttamente basterà ogni 100.000 chilometri lavare internamente il Fap con appositi additivi senza dover per forza sostituirlo. In caso contrario il particolato potrebbe cristallizzarsi rendendo vana ogni genere di pulizia.

Commenta inserendo questi dati. (Il tuo commento andrà prima in moderazione e pubblicato entro 24 ore)

Inviaci un messaggio privato tramite Facebook. ATTENZIONE: Se hai già lasciato un commento sotto l'articolo, NON inviarci lo stesso messaggio anche su Facebook. I tempi di risposta sono esattamente gli stessi!


Inviaci una e-mail (Ti risponderemo entro 24 ore)

AutofficinaSicura è un marchio di proprietà di Alessandro Cosimetti s.p.


- Privacy Policy

- Cookie Policy

Copyright © 2010 - 2017

VAT SI46937072


Sede legale: